VARIE CICLISMO

PODISMO

    27 settembre 2016 Un saluto particolare a Stefano La Rosa che domani 28 settembre compie gli anni, con  al seguito un regalo anche questo particolare, perchè lui ovviamente non la potrà ottenere correndo..: la maglia della nostra GROSSETO- CASTIGLIONECLICCAste la rosa già programmata per il 17 aprile 2017, giorno di Pasquetta.CLICCAgr cast maratona_20174 Si posta volentieri anche la bellissima  foto di Stefano con Fabiola, all’ultima festa dopo l’Olimpiade di Rio.CLICCAzer12rLa privacy? Al Marathon Bike non esist e non esisterà mai!

     

    25 settembre 2016 Papalini Giampaolo, Presente! Domani 27 settembre compie gli anni uno dei pochi che davanti a una macchinetta fotografica viene sempre benissimo. Ragazzi  prendete esempio: quando durante lo svolgimento di una gara, vedete uno che vi fotografa, andate adagio, non abbiate fretta… Al grande e lungo “Papa” un augurio particolare per il suo compleanno di domani da tutti noi!

    24 settembre 2016 Era il 25 ottobre del 2015 quando proprio a Batignano fu scattata questa foto a Maurizio MaggiottoCLICCAmaggiotto ba. Ecco che domani 25 settembre a distanza di quasi un anno, Maurizio sarà  di nuovo ai nastri di partenza della terza edizione. Un 25 settembre che per lui significherà qualcosa di importante, visto che coincide proprio con il suo compleanno. Auguri Mau da parte dei tutto il Marathon Bike.

    22 settembre 2016 Pochissime foto nella nostra galleria che riguardano Rosini Stefania, nata, sfociata e cresciuta bel gruppo di citte di Deborah Santini, ribattezzata "La sindacalista". Una di queste la ritrae sorridente alla 3 edizione della Tapasciata RomanaCLICCAtapasciata 2016 081. Detto questo auguri a Stefania per il suo compleanno di domani 23 settembre, da tutto il nostro gruppo!

     

     

    19 settembre 2016 Domani 20 settembre a Castel del Piano ci sono i fuochi d'artificio.No! è una bufala, si festeggia solo il compleanno di Mirco Boscagli, con zero presenze nella sua scheda personale. Si segnala solo una presenza come organizzatore, di quella Castel del Piano del Tramonto,che è diventata ben presto una manifestazione "Super". Auguri Bosca e figli maschi, visto che ancora non ci sei riuscito...!

    18 settembre 2016 Assieme a Cecilia, oggi 18 settembre compie gli anni anche Luca Caselli.Anche a lui i nostri auguri di buon compleanno!

    17 settembre 2016 Se le info suno giuste, domani 18 settembre al Marathon Bike si festeggia Cecilia Roncucci, da Castiglione della Pescaia. A lei ovviamente i nostri migliori auguri

    17 settembre 2016 Giuro che non lo stresserò più quando lo incontrerò. Giuro che quando incontrerò Giuseppe Coffa, non gli chiederò più di diventare donatore di sangue.. Ma quando mai!Dai ranzagnolo, si dice dalle mie parti, dona sto sangue e torna a correre.Alla Grosseto- Castiglione aveva il pettorale 134 quasi quanti i nostri donatori Marathon, fermi purtroppo da tempo a 136. Tutto questa cantilena per segnalare che oggi 17 settempre compie gli anni Beppe Coffa da Palermo, al quale vanno i nostri migliori auguri.

     

    15 settembre 2016 Alex ha vinto un altro oro alle olimpiadi di Rio. Infatti il grande uomo, super sportivo ed eccellente atleta, ce l’ha fatta un’altra volta dopo le Olimpiadi di Londra.Mi ricordo il nostro incontro, e di quando gli parlai  della Staffetta di Canapone. Quasi  quasi  ero riuscito  a portarlo con noi  quella sera, ma impegni personali presi in precedenza,  lo portarono altrove. Lui amante della Maremma, non è difficile incontrarlo nei tornanti di Tirli che si allena come  se volesse andare alle Olimpiadi…. Chissà se un giorno..  Grande immenso Alex. L’ex pilota di Formula 1 ha vinto la gara a cronometro della categoria H5, specialità in cui è anche campione del mondo in carica. Zanardi, che il 15 settembre 2001 perse entrambe le gambe in un incidente durante una gara di Formula Cart (di cui era stato campione), ha concluso la prova, dopo un recupero incredibile nell’ultimo giro, davanti all’australiano Stuart Tripp e allo statunitense Oscar Sanchez. Nonostante abbia quasi 50 anni  come si diceva è ancora un grande atleta, tra qualche anno resterà  solo un grande uomo, con una storia incredibile alle spalle, che tutti dovrebbero conoscere per capire bene di chi stiamo parlando!

    14 settembre 2016 Ecco  che domani 15 settembre è il giorno di Matteo di Marzo. Che cosa chiede Matteo e noi del marathon Bike di regalo per il suo compleanno? Un po’ di fortuna, perché effettivamente la sua serie di infortuni anche fuori dal podismo, sono veramente tanta roba. Auguri Matteo per domani, e che la buona sorte sia con noi!

    11 settembre 2016 Un settembre tutto azzurro per il Marathon Bike. Infatti dopo un fiocco rosa con Vittoria Boscarini in StankiewiczCLICCA,IMG-20160906-WA0004 ecco che ci hanno pensato due nostri tesserati a mettere le cose in chiaro. Due tesserati,ovvero Mirco Nucci & Stefania Lupi, e due splendidi maschietti, nati il 7 settembre alle ore 9. Sono Alberto di kg 2.650, e Stefano di kg.2.075.CLICCA due mi Che diventeranno i gemelli Nucci! Ma non è finita qui! A mettere in difficolta il governo Renzi, e la statistica nazionaleCLICCAassegno1, ci hanno pensato Michelino della Fam e Irene Scamporrino, con Edoardo Checcacci nato ieri seraCLICCAIMG-20160911-WA0002. L’erede del casato Checcacci, figlio di Michele, nipote di Riccardo, e pronipote del grande Sonio, pesava 3 chili e 430 grammi.CLICCA Edoardo A tutti le nostre congratulazioni sperando che   Vittoria, Alberto, Stefano ed Edoardo si tesserino con noi almeno  sino all’età di 35 anni!

    8 settembre 2016 Ieri noi del Marathon Bike   abbiamo festeggiato Stefano La Rosa, assieme a Fabiola, parenti, e amici più stretti. A tutta birra si potrebbe dire senza essere smentiti, visto che il tutto si è svolto in un feudo storico della birra, ovvero al Kulmbaker Platz dagli amici Laila e Irio. Sono volati litri di birra per testimoniare  la presenza  di Stefano alla maratona di Rio 2016. Una festa riuscita benissimo dove si è parlato di tutto tranne della  prova  fornita da Stefano a Rio. Ecco, ci rientro io  volentieri per far chiarezza su alcuni aspetti che tanti non sanno. Il tempo ottenuto da Stefano (2.18.57) lo si può vedere da due  prospettive diverse: La prima ovviamente e di quelli che non sanno, e ovviamente si aspettavano un tempo decisamente migliore, lui che di personale ha 2.11.11 corso perlopiù nelle fasi salienti sotto l’acqua, e ovvio che poteva fare meglio. L’altra prospettiva e invece  di quelli che “sapevano” del malanno che lo affligge tuttora anche se in fase di miglioramento. Ecco che il tempo diventa  a questo punto strepitoso visto che Stefano ha corso con una gamba sola, l’altra era rimasta in altura!!. Grande Ste, un grande atleta con la faccina da bambino, che fa dell’umiltà una ragione di vita.CLICCAi Nella nostra galleria alcune foto scattate durante l'evento.

    CLICCAzer

    CLICCAfoto colombo

     

    8 settembre2016 Ieri durante le fasi della festa a Stefano La Rosa, ho trovato una lettera anonima composta ad arte con dei ritagli di giornale, sul cruscotto della mia macchina. E’ sicuramente uno scherzo, non voglio pensare assolutamente che quello che c’è scritto  sia il pensiero di qualcuno. Si può impiegare un’ora per comporre queste quattro righe dementi? L’autore non aveva proprio un cavolo da fare? Allora prendiamo per un attimo che la cosa sia vera, nella vita ci può stare tutto,  se fosse così non avrei scelta, o mi tessero anch’io Master, o faccio sparire urgentemente il vino che mi è rimasto in cantina! E io nel dubbio  faccio quest’ultima cosa!

    CLICCAmina

    6 settembre 2016 Sempre in cerca di cose nuove, il Marthon Bike il 6 novembre prossimo scenderà di nuovo in campo con la “Corsa del Donatore”. Una corsa aperta a tutti con una piccola attenzione a quelli che negli ultimi 2 anni, hanno donato sangue. Il percorso è identico alla Su e giù per le mura, che  quest’anno causa lavori non è stata effettuata. Ci saranno medaglie per i primi assoluti e medaglie per i primi tre di ogni categoria. Questa è la prima novità, non più premi alimentari ma medaglie. L’altra è che verranno premiati i  migliori (3?) donatori delle 10 categorie presenti. I premi saranno cumulativi, quindi se il primo assoluto o di categoria, sarà anche donatore, medaglia più altro premio. Daremo molto spazio a quelli che senza certificato medico che   vorranno cimentarsi nella camminata ludico motoria a passo libero di km 3.650, andando a promuovere l’iniziativa anche nelle scuole. Premi a sorte per qualche donatore, da quantificare, anche nel giro secco. I vincitori assoluti verranno inseriti nell’albo d’oro della SU E GIU' PER LE MURA, che se va bene, lascerà il posto definitivamente alla Corsa del Donatore.

    CLICCACORSA DEL DONATORE 2016

    2 settembre 2016 Una volata che mi fa impazzire ogni volta che la vedo, come quella volta che disse  di aver “mangiato” un Tedesco nel finale dei campionati europei, parlano poi  Crucco per tutto il giorno.CLICCAspaggiari cr.. E’ Luigi Spaggiari, numero 1 in fatto di presenze nel Corri Nella Meremma, riconoscibile per la sua celeberrima volata nei finale gara, ovvero chi c’è c’è levatevi... Ecco che domani 3 settembre a Roccastrada festeggerà il suo compleanno. A Luigi i nostri migliori auguri e congratulazioni per la sua leadership difficilmente battibile!

    1° settembre 2016 Fabio Maccarini, uno dei reduci dalla grande “Tapasciata Romana” domani 2 settembre compie gli anni! A Fabietto vanno i nostri migliori auguri di buon compleanno, da parte di tutta la famiglia marathon Bike.

    30 agosto 2016 Un'altro grande personaggio del Marthon Bike, domani 31 agosto compie gli anni! E' Pippi,all'anagrafe Marinela Chis, 120 presenze con noi, alla quale vanno i migliori auguri di buon compleanno.La foto fu scattata nel 2010 alla sua prima gara a Nomadelfia.

     

 

Siti di interesse:

Runnerspercaso:blog con foto, articoli sulle corse su strada e altro ancora

Albanesi.it - nutrizione, allenamenti, salute.

orlando Pizzolato: tutto sul mondo della corsa.

Podisti:net: articoli vari, calendari delle gare, ecc.. Massimo Cianchi ricorda Michela Rossi, la sfortunata atleta vittima del terremoto abruzzese

grossetosport.com

marathonworld.it

vivigrossetosport.it

maremmanews.tv

ilgiunco.net

grossetooggi.net

Gmap-pedometer: la comodità di misurarsi da casa un percorso di gara o di allenamento (leggi le istruzioni per l'uso)

TeamNordest: sito con foto, articoli sul ciclismo grossetano

25 settembre 2016 Non c’è bisogno di vincere ad ogni costo per essere felici. Quando si va  veramente forte e si è appagati in pieno della propria prova, questo basta e avanza. Come nel caso  di quello che è successo nella crono coppie di Rosignano, dove Goracci-BicocchiCLICCAIMG-20160925-WA0004 è andata decisamente  bene, arrivando a soli 2 secondi dal nostro Bassi che era in coppia col mitico Borzi, ovvero due specialisti. Erano presenti anche altre due nostre compagini che hanno ben figurato:Salvi-Minelli e Nocciolini- Valdrighi.

22 settembre 2016. Aspettando i commenti di Andrea Andreotti ,nella nostra galleria le slendide foto scattate da malarby Roberto ieri alla corsa del Pirata a Scarlino. Qui accanto il mitico Caselli.CLICCAcaselli1

21 settembre 2016 Difficile essere obiettivi e dare un giudizio su una gara che bene o male ci metti lo zampino. Ma visto che è sceso in campo per l’occasione Andrea Andreotti dell’Angolo Del Pirata, cercherò con due parole di dire quello che ho provato oggi, prima, durante e dopo la corsa. Mai e poi mai, il Marathon   bike aveva curato una corsa così nel ciclismo. Questa è la prima cosa che è stata notata, oltre alle maglie trofei ecce cc.. Ovviamente tutte le migliorie riscontrate  portano il nome dell’Angolo Del Pirata.Come è  perché è nata questa corsa? Un giusto riconoscimento che  l’Acsi di Grosseto e il Marathon Bike,  riconosce il grande merito ad Andrea di averci fatto crescere in questi anni anche e soprattutto con il suo sito sempre puntuale. Anche i numeri  odierni lo hanno premiato. Da queste parti, quasi 100 cristiani alla partenza  in una bizzarra giornata di settembre, con temporari che  si sono scatenati nei d’intorni di Scarlino, sono numeri davvero eccezionali. Le nuvole come d’incanto,   non hanno interessato minimamente tutto il tragitto della gara e anche questo fa pensare che bisogna insistere con questa gara. I commenti nei prossimi giorni proprio sul suo sito. Io posso solo dire che ha vinto Sansoni su Nucera e Roggiolani nella prima partenza, e Di Franco si è imposto su Castello e Ferruzzi nella seconda. Nella nostra galleria le prime foto scattate questo pomeriggio, e non più tardi di domani sera quelle scattate dal grande Roberto Malarby (di solito fa foto straordinarie!)  che è venuto appositamente da Grosseto per immortalare gli atleti al termine della gara.Il Marathon Bike, anche a nome di Andrea Andreotti, ringrazia tutti quelli che hanno contribuito alla realizzazione di questa bellissima giornata di sport

CLICCAClassifica Primo MEMORIAL SANTI ESTEVAN

CLICCA Arrivo di SansoniDSCN3898

15 settembre 2016 Se tutto andrà per il verso giusto, il 21 settembre a Scarlino, potrebbe andare in scena una delle migliori gare che si ricordino in provincia di Grosseto. Una corsa nuova, ideata da   Andrea Andreotti (Angolo del Pirata),  lui che ormai è diventato un punto di riferimento per tutti noi  organizzatori  e ciclisti del centro Italia, grazie al suo sito sempre aggiornatissimo. Che cosà ha di particolare la corsa del Pirata, per uscire dai canoni abituali  delle manifestazioni che si svolgono da queste parti? Tante cose, a partire dalla cura dei piccoli particolari, per continuare con i  tanti premi, i traguardi volanti, pacchi gara a tutti, pettorali usa e  conserva,  abbondanti transenne ecc. ecc. . Insomma una gara che come si diceva non si è mai vista  da queste parti o quanto meno non la si ricordi una simile in questi ultimi 30 anni. L’organizzazione sarà a cura  di noi del Marathon Bike, sotto l’Egida del Acsi provinciale. A proposito di quest’ultimo Ente, anche grazie a percorsi bellissimi che abbiamo nel grossetano, con strade poco transitate, con i suoi suggerimenti, nel tempo ha fatto della sicurezza il suo  punto di forza. Ecco che tutti e tre assieme, ovvero Angolo del Pirata, Acsi e Marathon Bike, propongono questa manifestazione aperta a tutti gli amatori, con un percorso ricavato in un anello di km 7,900 (da considerare piatto e poco impegnativo), da ripetere 8 volte in senso orario con al 6° giro il traguardo volante . Poi via verso il suggestivo traguardo posto nei pressi del  Castello di Scarlino, dopo una salita spettacolare ed impegnativa nello stesso tempo. Tutto questo in 67 km.

CLICCAIMG-20160915-WA0018

11 settembre 2016 Appena il tempo di gioire per la bella gara del Nocciolo a Roccastrada, che arriva la super notizia di una maglia di campione italiano  Interaziendale, conquistata a Marina di Pestici (Matera) dal montagnolo Riccardo Mililotti. Bravo ora torna a casa che mercoledì abbiamo una cena della squadra! A dimenticavo: appena verificato quanti erano alla partenza, verrà conteggiata come vittoria e quindi andrà a finire nel montino delle nostre affermazioni!

8 settembre 2016 Ancora il “Nocciolo” fa sua la seconda fascia del trofeo dello Scalatore a Roccastrada. Ancora lui, sempre lui il Marthon Bike quest’anno in fatto di vittorie (a parte il grande Cosimi) deve guardare a Castiglione della Pescaia dove lui risiede. Nocciolini Adriano detto Nocciolo, ha davvero impressionato i ragazzini fenomeni della prima fascia, arrivandogli a pochi metri al traguardo situato nei pressi del comune di Roccastrada. Se nel podismo il rapporto età- prestazione è appannaggio di Gabriele Lubrano da Porto santo Stefano, nel ciclismo è il Nocciolo a fare la differenza, almeno dalle nostre parti. E pensare che si è fatto raccomandare dalla moglie (Manuela Bandaccheri, detta cacina e lui che la chiama così!) per venire da noi.Se non fosse stata lei a  “raccomandarlo”  forse il Marathon Bike, settore ciclismo  avrebbe  già  chiuso i battenti. Rinforzi per il 2017? Forse nessuno, anche se dovesse uscire, come sembra, uno che ha fatto la storia nostra, ovvero Domenichini Massimo, difficile che entri qualcuno. Portare avanti la nostra politica di dare tutto a tutti rigorosamente gratis (minimo di presenze!) è dura e quindi per non modificare la nostra politica,si chiudono le porte. In fondo nessuno ci chiede di vincere, l’importante è andare tutti d’accordo, come è successo (ed è un successo!) quest’anno. Punto!

4 settembre2016 Mi ha fatto molto piacere,  aver visto al via della Marcia Verde di Roccastrada, un certo Fabio Fiaschi dà Firenze, perlopiù con la bellissima maglia della nostra GROSSETO- CASTIGLIONE. Per chi non lo sapesse, Fabio è un numero uno della Uisp nazionale, nonchè giornalista, nonché speaker, nonché atleta e notoriamente da tempo amico di noi del Marathon Bike. Ha qualche difetto o virtù: non ha ancora messo su famiglia…Ieri dopo la corsa mi ha dato qualche consiglio su come migliorare la gara:  le sue osservazioni saranno valutate con attenzione, ricordandoci però che la nostra provincia è molto disagiata sotto l’aspetto logistico  e quindi tutto resta più difficile.Noi del marathon Bike lo sappiamo bene visto che organizziamo manifestazioni non solo podistiche ma anche ciclistiche e nella MTB. Ho sempre amato lo spirito della Marcia Verde, anche se criticabile negli anni, dove davano tutto ai primi e niente agli indispensabili. E come si sa, gli indispensabili  non sono pochi a giro dalle nostre parti. Tornando alla gara di Ieri, personalmente mi sono proprio divertito a vedere che le cose stavano andando per il verso giusto, grazie ovviamente al comitato di Roccastrada, per l’entusiasmo che ci ha messo. Sono anche contento  del rapporto istaurato con un artista della fotografia ovvero Roberto malarby che ormai e dentro sino al collo al Corri nella Maremma. Vi prego di ringraziarlo quando lo vedete, perché i suoi scatti scaricabili gratuitamente nella nostra galleria, non  sono atti dovuti o acquisiti.Sotto alcune ragazze del settore giovanile e la foto di Fischi, che si trovano nella nostra galleria.

CLICCARoccastrada Marcia verde 1 267

CLICCARoccastrada Marcia verde 1 320

29 agosto 2016 Un secondo posto assoluto che però vale un balzo nella caselle delle vittorie del Marathon Bike. Infatti il nostro “Nocciolo” ha si perso di mezza ruota la volata con Roggiolani, ma ha vinto la  sua fascia,  e noi la prendiamo come vittoria,  vedremo  se sarà  dello stesso avviso la Corte dei Conti.  Tutto questo alla bella gara di ieri mattina a Grosseto organizzata dagli amici del Red White. Sotto la classifica e la foto della volata.

CLICCAimg118

CLICCA nocciolo 23

26 agosto 2016 Una Vittoria al 50% del Marathon Bike e l’altra del Trisport Costa d’Argento! No, diciamo la verità, una vittoria solo ed esclusivamente della nostra polacchina e di Jacopo Boscarini, anche se ovviamente Kate si è impegnata molto di più, specie in questi 9 mesi, e quando c’è stato bisogno di spingere l’acceleratore per arrivare al traguardo. Oggi  26 agosto 2016 ore 12 spaccate, è nata all’ospedale di Grosseto, VITTORIA Boscarini  di chilogrammi 2,900 ai nostri due cari amici vanno le nostre felicitazioni!CLICCAIMG_20160826_124201333

CLICCAIMG_20160826_124248989

25 agosto 2016 Un appello per tutti quelli che desiderano dare una mano al prossimo, in questo caso a chi sta vivendo ore drammatiche avendo perso tutto. Ci sono persone in ospedale che hanno bisogno di un po’ di sangue. Intanto iniziamo da qui. Io domani vado a donare, le altre cose possono aspettare..CLICCACOMUNICATO AVIS

21 agosto 2016  Si chiude con un 2 ore diciotto e 58 secondi,  l’olimpiade di Stefano La Rosa nella maratona. Come scritto nel post sotto, quando si arriva ad un evento così importante, la fortuna o in questo caso la sfortuna gioca un ruolo importantissimo. Infatti Meucci dato in splendida forma, ha chiuso le sue fatiche dopo nemmeno 10 chilometri per una caviglia dolorante,  mentre Pertile che ha avuto tanti problemi durante la preparazione in altura, con la sua grande esperienza è riuscito  ad essere il migliore della truppa italiana. Per Ruggero ha  contato come detto la sua esperienza (era arrivato 4° agli ultimi mondiali di maratona). E’ veniamo al nostro grande Stefano, che vedendo  il lato positivo della sua presenza a Rio, come  lo vedo io, è stata un’impresa arrivare dignitosamente al traguardo, visto che alcuni giorni fa, era in forte dubbio la sua partecipazione alla maratona Olimpica, causa un  dolore muscolare. Non abbiamo ancora parlato con Stefano di cosa sia successo, ma se uno parte mezzo zoppo,  come ha fatto in questo caso lui, c’è poco da andare a cercare altre cause. La Rosa in condizioni ottimali, 2 ore e 18, lo fa  la domenica, lo ripete il martedi e subito dopo il venerdì. Ma la fortuna gli ha ancora girato le spalle e bisogna prenderne atto. Ora noi del Marathon Bike, festeggeremo con lui la sua presenza alle Olimpiadi, aspettando urgentemente che la  Dea bendata gli sorrida! 

1° ottobre 2016 Com' era auspicabile e prevedibile, Maurizio Agnoletti (donatore di Sangue incallito, qui all'arrivo oggiCLICCAIMG-20161001-WA0006!) è a tutti gli effetti da questo pomeriggio   Ultramaratoneta. Infatti  i ha concluso il Tail dell’Alberese in 11^ posizione, e primo di categoria.CLICCAIMG-20161001-WA0014 Allora per Maurizio una  stagione al Marathon Bike decisamente da incorniciare! Primo nella classifica di categoria nel Corri Nella Maremma,terzo nella Ultramaratona a Tappe con tanti secondi posti e qualche podio importante. Ora domenica gli tocca il Trail del Chianti di  “soli” 42 chilometri, poi per la 100 del Passatore si vedrà.Domani tanti di noi saranno impegnati sempre a d Alberese nella  suggestiva 20 chilometri,  e nella camminata di 10, mentre molto interessante sarà il risultato proveniente dalla maratona slovacca di  Panco e del Monsignore (nella foto assieme alla Perpetua e alla “Panchina durante il viaggio di andata CLICCAIMG-20160930-WA0001”. Incredibili le motivazioni che hanno spinto i nostri Panconi e Gianninii ad andare così lontano a tentare la grande impresa. Laggiù non serve  assolutamente la Runcard e accettano anche il certificato medico del pediatra  con su scritto “Podismo”,insomma non gli frega un bel niente della salute dei partecipanti. Devi solo dimostrare, per un discorso di categoria,  se sei maschio o femmina, e  qui i due  avventurieri non dovrebbero perdere tempo a dimostrarlo…

30 settembre 2016 Si può diventare Ultramaratoneti con il Marathon Bike,   senza aver mai corso una maratona ufficiale? Penso che  non  sia il primo caso al mondo, ma quello che tenterà di fare domani mattina il nostro amico Maurizio Agnoletti ad Alberese,(nella foto scattata a Batignano da Malarby!)CLICCAagnoletti maurizio ba non è certo cosa da tutti i giorni. I 60 chilometri che si appresterà a fare   l’atleta di Marina di Grosseto, per quanto mi risulta, non sono dei più facili, anzi! Sperando che la casella degli Ultramaratoneti si arricchisca appunto con la prova di Maurizio, l’altra casella, quella relativa ai donatori di sangue targati Marathon, langue di brutto. Ragazzi pensateci, non fatevi scappare questa opportunità, non fate finta di niente, e poi se vogliamo farci una risata, potresti rientrare a premi nella nostra corsa del Donatore di sangue del 6 novembreiCLICCACORSA DEL DONATORE 20162 . E’ un gesto  così grande che vi  darà senz’altro una marcia in più, almeno sotto l’aspetto psicologico . A proposito di beneficenza, si posta la bellissima maglia che verrà data a tutti i partecipanti alla 2^ AIPAMM RUN, di domenica 9 ottobre al velodromo, il cui ricavato andrà a quella associazione e copia del bonifico postato su questo sito.iCLICCAMAGLIA AIPAMMhttps://www.youtube.com

29 settembre 2016 Sfrutto volentieri questa bellissima foto scattata da Roberto Malarby domenica mattina a Batignano (tutti i  944 scatti nella nostra galleria), che vede impegnata la brava Chiara Gallorini, che poi andrà a vincere per la seconda volta la gara.CLICCAchiara gallorini ba. Questo per ricordarvi che domenica 9 ottobre ci sarà a Grosseto la 2^ edizione “AIPAMM” di chilometri 10 certificati completamente piatti! Il ricavato (è una corsa per beneficenza)  andrà a quella associazione Aipamm, e copia del Bonifico bancario sarà postato su questo sito.CLICCARERR. Questa saràanche l'ultima prova della nostra "Ultramaratona" a tappe. Premiazione del primo uomo e della prima donna, di questa bella idea, avverrà in occasione della "Corsa del Donatore" in programma a Grosseto il 6 novembre prossimo.CLICCACORSA DEL DONATORE 20161

28 settembre 2016Riepilogo delle puntate precedenti: Un gruppo ben nutrito del Marathon Bike, sta progettando di fare la  mitica 100 chilometri del Passatore 2017. La novità sta nel fatto che il “gruppetto” dovrebbe partire e arrivare assieme. Questo aspetto potrebbe far pensare ad un vantaggio, ma se visto sotto un altro aspetto potrebbe nascondere dei problemi. Ci penserà la nostra super Silvia Sacchini durante le tante ore del tragitto a fare da chioccia, mentre Deborah Santini  darà una grossa mano ad alcuni di noi, per  portarli al meglio all’appuntamento di fine Maggio. Ovviamente non bisogna arrivare “distrutti” alla partenza, e per questo i novizi devono per forza di cose ascoltare attentamente quelli che l’hanno già fatta. Questo credetemi è l’aspetto più rischioso. Come annunciato nell’articolo sotto,  dopo  aver postato la lettera del nostro Marziano, oggi è  la volta  della breve la storia della nostra Forrest Gump all’anagrafe Silvia Sacchini capace di arrivare a correre ben 204 chilometri.CLICCAlettera sacchini La 100 chilometri la possono fare quasi tutti, la 204 chilometri quasi nessuno, è questa la  sostanziale differenza tra le due distanze. Si posta anche la bellissima lettera di Roberta Elia, iscritta con noi qualche anno fa.CLICCALettera di roberta eliaIntanto sperando che atlete come Laila Gorrieri si riproducano, eccoti la cugina che ci fa ben sperare.Si chiama Stefania di cognome Toninelli,CLICCAste 232mentre l’altra è Rosaria Olivieri detta Scumby, oggi risarcita dopo il siparietto di Batignano.CLICCAoli Tutte e due uscite dalla scuola della nostra amata sindacalista.

27 settembre 2016 Cosa spinge un atleta a corre le ultramaratone o meglio  una 100 chilometri, è difficile da spiegare, anche per uno come me che ne  ha all’attivo due . Ho corso due volte la 100 chilometri del Passatore e farei di tutto per poterla correre un’altra, e poi un’altra volta ancora. Troppo bella, troppo entusiasmante, troppo tutto mi verrebbe da dire. Si sono sincero, al solo pensiero di non poterla più fare più mi commuovo. Sensazioni incredibili che solo chi l’ha fatta può testimoniare. Oggi mentre era da Running 42 eccoti il “Milo” all’anagrafe Alessandro Milone,CLICCA corsa Batignano tra gli Ulivi 340 che, carico a  pallettoni, chiedeva  a Fabio di poterlo  iscrivere alla “regina” di tutte le corse. E’ il primo del Marathon Bike che ha  rotto l’indugi  già prima dell’apertura dell’iscrizioni fissata per il 1° di ottobre. Lui lo si è visto bene,  è già proiettato alla “sua” 100 del Passatore che ovviamente gli rimarrà  impressa nella mente  per tutta la vita. Altri di noi lo seguiranno (c’è una cordata con a capo la super Ultra Silvia Sacchini) che è pronta a vivere assieme a chi lo vorrà, questa lunga passeggiata. Perché per alcuni deve essere  davvero una lunga passeggiata. Solo così  rimarranno entusiasti o entusiaste. Lo  ribadisco:  per certi versi correre  il Passatore è molto meno impegnativo di una maratona  corsa contro il tempo… Corsa, camminata, poi ancora corsa fino alle luci dell’alba di Faenza,  con la conseguente  medaglia al collo. Chissà quanti  del Marathon potranno dire io c’ero. Tre, quattro nomi  mi vengono in mente oltre al Milo, sono Galella-Panconi- Quattrini, e perché no, anche la Polvani, che potrebbero correrla senza tanti problemi. C’è l’intenzione mia di filmare i nostri (della passeggiatona) ogni 10 chilometri, per rivivere le emozioni e le fatiche   vissute nel bel mezzo del  caldo asfissiante di Borgo San Lorenzo, passando  poi alla notte freddina  delle  terre di romagna.Il Passatore la gara più bella del Mondo, non solo per me. Posto ancora una volta la lettera molto significativa, scritta dal “Marziano” qualche anno fa, (680 chilometri corsi nella 6 giorni del Pantano!) di come è arrivato alle ultra, seguiranno quelle della Sacchini e di Roberta Elia.CLICCAlettera di Taliani

25 settembre 2016 Non  rappresentavano il Marthon Bike ma il Triathlon Grosseto, ma sono a tutti gli effetti iscritti con noi. Faccio uno strappo alla regola per segnalare l’esordio  nel mondo del Ironman di Paolo Merlini. Infatti assieme an’altro “Uomo d’acciaio” che porta il nome di Guido Petrucci, ha portato a termine la sua prima Ironman dopo 12 ore e 22 minuti all’Isola d’Elba. Tempo decisamente buono considerato che nella frazione in bici c’erano diverse salite.Per Guido 13 ore e 26 minuti, che non fa tanto notizia per via delle sue innumerevole imprese sia nella corsa, sia nel ciclismo che nel Triathlon. Ora si capisce  perché non fossero presenti alla splendida “Batignando tra gli olivi!” di ieri mattina….CLICCAIMG-20160926-WA0000

25 !settembre2016 L’imbattibile Iacopo Boscarini e brava Chiara Gallorini bissano alla grande il successo ottenuto nella passata stagione nella “Batignando tra gli olivi” di questa mattina.Se tra gli uomini era abbastanza prevedibile la vittoria di Boscarini ( ha fatto il record del percorso con il tempo di 36.56, contro il “suo” 37.19  di anno scorso) tra le donne  era decisamente incerta la gara, con la Municchi che aveva sempre battuto Chiara Gallorini nelle ultime apparizioni, ma  sempre con scarti  di pochi secondi. Ecco che oggi Chiara con una condotta di gara accorta, ha portato a casa la vittoria ( non Vittoria Boscarini e la Polacchina a casa che se la godono!). Che dire della nostra gara? Chi c’era ha potuto apprezzare lo splendido percorso e la festicciola o del dopo   gara. Tante donne al via,  con dei numeri totali (144 agonisti e 39 della passeggiata,presenti veri e non buttati li a caso, come qualcuno fa!) che  premiano la Pro Loco di Batignano e la saggia decisione di contenere il costo di iscrizione, anche se poi ovviamente  a discapito dell’assenza del pacco gara.  Un grazie davvero sincero a tutte le marciatrici che ci hanno onorato della loro presenza, dando uno schiaffo morale al sottoscritto. Detto questo oggi si festeggia anche  Tiziana Galella che ha concluso il giro del Lago di Varese, con una maglia a noi molto cara La Grosseto Castiglione,CLICCAIMG-20160925-WA0001: che ovviamente   verrà riproposta il giorno di pasquetta. Sotto si posta la Classifica di oggi e la foto di Angelica e di Elvio,CLICCA,DSCN4054 che almeno di cause eccezionali o colpi di stato si dovrebbero aggiudicare la nostra ULTRAMARATONA A TAPPE. Classifiche complete nella nostra cassettiera ,CLICCAclassifica uomini 25,CLICCAclassifica donne 25 ATTENZIONE! Postate (in poche ore!) nella nostra galleria ben 943 foto. Questo offriamo, compreso nel prezzo, a chi gli capita di correre da queste parti. Quì il Corri Nella Maremma è imbattibile: impossibile essere più veloci... Foto scaricabili in formato originale, subito e senza pagare niente.Questa la foto più significativa CLICCAcorsa Batignano tra gli Ulivi 622 Gli Scatti di oggi portano la firma: Roberto Malarby Foto 413,Enzo Flaminio Foto 363,Andrea Stefany Foto 277, che ovviamente ringraziamo tanto.CLICCAclassifica batignano 2016

 

 

23 settembre 2016 Per avere al Marathon Bike, Boscarini e Chiara Gallorini, non so cosa darei. Ma il nostro regolamento parla chiaro. Promozione dell’attività della corsa per i neofiti, niente atleti di altre società della provincia, quindi il problema non si pone. Ci teniamo quelli che abbiamo e avanti così, per ora! Per la nostra politica i due simpatici amici non li cambierei con  Sabrina Cherubini e Laila la donna Canapone. Però per la Chiara un’eccezione la farei… sarei disposto anche a cambiare il percorso di Batignano facendolo tutto pianeggiante come un biliardo per non rovinargli le gambe! Scherzi a parte, sotto viene postato il video realizzato da Boateng, con la possibilità durante il filmato, di sapere dove e a quale chilometro si è. Tipo formula Uno.Video CLICCA QUI Ancora la fotografia delle nostre donne scattata a batignano nel 2014, prima che qualcuna di loro scappasse di casa..CLICCA squadra donne batignano33

22 settembre 2016 Eccoci alla terza edizione della “Batignando tra gli olivi” di domenica mattina. Per chi non conoscesse questo splendido paesino che si trova a circa 9 chilometri da Grosseto, lo stesso è raggiungibile percorrendo la Grosseto-Siena. Si ricorda che l’iscrizione alla gara competitiva è 3 euro (senza pacco gara!). C’è anche una passeggiata ludico motoria di 4 chilometri e 500 che toccherà il bellissimo convento. Stesso costo della competitiva che dà diritto al super ristoro finale. Attenzione: come da tradizione, dopo aver percorso un chilometro della 11 km (precisi), si troverà il cartello 10, poi 9, 8 ecc ecc..Sotto il volantino e la foto ritraente la nostra squadra femminile che festeggiò il titolo italiano di corsa in salita Uisp 2014, proprio a Batignano, sfoggiando 21 maglie di colore diverso che fecero impazzire chi le realizzò.

 

CLICCAbatignano volantino 2016 1

 

 

18 settembre 2016 Solo 5 nostri atleti si sono presentati alla corsa dell’Albinia di questa mattina. Poca cosa rispetto a quello che siamo abituati a mettere in campo. Vuoi le pessime condizioni atmosferiche, vuoi la  pubblicità tardiva  dell’evento, ha fatto si che oggi si presentassero da Simone in 30 cristiani. Bisogna tenere conto anche del trend negativo delle ultime corse nella Maremma, con 89 a Roccastrada e 82 a Monterotondo... Per il Marathon bike erano presenti: MarioGeppetto(cercello) il sindaco dell’Alberese Landi, Lupo Poggiani, la Maggiottina e la nostra sorpresa 2016 Gamberi, che a differenza del suo cognome, va decisamente avanti con le presenze Marathon con la sua 11° apparizione (guadagnata la tuta del nostro sodalizio). Altre presenze, come quella messa in cascina da Silvia Bicocchi, che è andata a correre e vincere le cipolle a Cannara nel peruginoCLICCAsilvia. Pirellone (Manuel Marraccini)  con a fianco per la prima volta Pirellina, hanno corso la mezza a CopenaghenCLICCAIMG-20160918-WA0033.Il tempo niente male: con Manuel con 1.41.59 e Martina Checcacci in 159.55. A proposito di Copenaghen. Da quelle parti sono matti da legare: al super Ingegnere e alla sua metà, non hanno chiesto proprio un ben niente al momento dell'iscrizione: RunCar zero, certificato medico zero, tessera associativa zero. Insomma da quelle parti  sembrerebbe siano rimasti proprio indietro di anni, o avanti in modo spropositato come sostengo io? Sotto gli altri risultati di ieri, con la Muccia, Stefi e Lentini protagonisti"

17 settembre 2016 Mentre la nostra Stefania Toninelli come da copione,  ci rappresentava nella 12x1 ora di caracalla, partendo tutta spedita nella sua frazione quella dalle 13 alla 14,CLICCAstefy altri nostri due atleti invece  erano presenti al Treil di Badia Prataglia (Arezzo). La “Muccia”  (Daniela Mucciarelli,CLICCA muccc che, per chi non lo sapesse, è sponsor del Marathon Bike con la usa erboristeria “Cielo Stellato” Centro storico di GrossetoCLICCAcielo stellato 1)portava a termine la sua 14 chilometri, Paolo Lentini Campallegio invece   vestito da vero condottiero e in  barba a chi non gli piace la barba, è partito nella gara più massacrante, quella insomma per uomini veriCLICCAlent.Oltre a Lentini, un centinaio gli iscritti chehanno affrontato i 50 km del percorso sviluppato nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, del Monte Falterona e Campigna. Tra i luoghi più suggestivi attraversati dalla competizione ci saranno Diga di Ridracoli, l'Eremo di Camaldoli e Santuario della Verna.  Detto questo ci viene il sospetto  molto fondato, che il “condottiero Lentini” non abbia presentato allo sportello delle iscrizioni la tessera del marathon Bike, perché la gara era valida come ottava prova  del campionato italiano  FIDAL Mountain & Trail Running, ma bravo ovviamente lo stesso. Cambiando genere,è di qualche giorno fa, questa bellissima foto scattata ad un nostro atleta (sembra tutto nudo,  di sicuro senza scarpe!) che ha scelto la spiaggia di Follonica per rigenerarsi. Chi e? Comunque a costui gli verrà proibito, d'ora in avanti, di correre non indossando il vestiario del suo sponsor tecnico, perchè io ho indovinato in soggetto!CLICCAtram

16 settembre 2016 Sarà Stefania Toninella a rappresentarci alla 12x1 ora che si disputerà  alle Terme di Caracalla di Roma sabato pomeriggio. Intanto ieri Stefania era presente  davanti al comune, dove è stato dato il via alla Ciclostaffetta GROSSETO-Roma organizzata dalla Fiab, preludio alla manifestazione di Caracalla. Fu proprio nell’occasione dell’edizione storica per noi nel 2012 della 12x1 ora (arrivammo secondi con donne, ma non ultimi…!) che fu realizzata la famosa maglia “rosa” proprio per l’evento romano. Poi visto che la maglia piacque talmente tanto, che diventò la maglia ufficiale delle donne. Tante cose  belle sono successe in questi anni, ma Caracalla è stata e rimarrà una pagina davvero indelebile per il nostro sodalizio. Demmo spettacolo e sicuramente gli organizzatori si ricorderanno di noi e delle nostre tre squadra schierate,  una  formata da tutte donne CLICCA 18-9-2012 1risultati cronometrici caracalla Tirreno.. Sabato non ci saremo fisicamente lì, ci sarà solo Stefania che come detto ci rappresenterà in tutto per tutto,  in una giornata molto particolare per lei.CLICCA IMG-20160915-WA0020 Forza Stefania! Sotto la foto che la ritrae con Fedi della FIAB, e gli assessori Turbanti(sicurezza) e Rossi (sport), prima della partenza dei ciclisti per Roma.

CLICCAIMG-20160915-WA0019

13 settembre 2016 Ultime due gare della nostra Ultramaratona a tappe che sta avendo un discreto tante che sarà sicuramente ripetuta il prossimo anno. Prima di arrivare alla gara di Batignano, per chi vuole correre in beneficienza  c’è la corsa di Simone Mazzuccato  di Albinia.CLICCAprovvissorio 2016-1 Tornando a Batignano, vi ricordo che il bellissimo percorso della Batignando tra gli olivi,CLICCAbatignano volantino 2016 1 toccherà la comunità di Nomadelfia, dove si respira un’aria diversa in tutti i sensi. Chi non conosce la realtà che si vive da quelle parti, gli converrebbe decisamente leggere la storia del suo fondatore Don ZenoCLICCADocumento22. Ci sarà anche una passeggiata ludico motoria a passo liberò che toccherà anche qui dei posti decisamente belli.L’altra nostra tappa è a Grosseto con la AIPAMM, gara di 10 km (certificati!) completamente pianneggianti, il cui ricavato andrà sicuramente in beneficenzaCLICCA.AI gia

12 settembre 2016 Il Comune di Grosseto premia Stefano la Rosa atleta di punta della nazionale italiana di mezzofonto. E lo fa con il numero 1 del Municipio ovvero con il  vulcanico  e simpaticone sindaco in carne e ossa. Poche parole piene di entusiasmo, con dentro un paio di promesse niente male, quelle  pronunciate da Vivarelli Colonna ex atleta, che vanta, per chi non lo sapesse, 1.09 sulla mezza maratona, fatte a Stefano. Passando ai nostri atleti, ha fatto notizia il quarto posto assoluto a Corsano (ha mancato per un paio di peli il podio) di Danilo Marianelli, mente occulta e gambe della Marcia Verde di Roccastrada, un punto di forza della nostra squadra di retrorunning. marianelli danilo re

11 settembre 2016 Finalmente George! La Castagna d’oro gara podistica che si è disputata questa mattina a Monterotondo ha visto la vittoria del portacolori della società grossetana della Track & Field. Ed è mancato poco per il filotto visto che la  compagna di squadra di Gyabaah, ovvero la simpatica Chiara Gallorini è arrivata terza assoluta tra le donne. Al secondo posto nella categoria maschile è arrivato uno  di quegli atleti che ha fatto la storia del podismo provinciale e anche più là. Marco Rotelli della palestra di Gianni Natale, ancora una volta secondo.I nostri del Marathon Bike? Ancora una volta il migliore è stato Paolo Merlini, primo di categoria. Non male neanche il “Duca” ovvero Duchini Marco, anche lui primo di categoria e idem per il bravo  Maurizio Agnoletti. C’è anche il secondo posto di Laila Gorrieri che sicuramente se la riderà come al solito, quando  leggerà queste quattro righe. La donna Canapone rispolvera un vecchio quesito: Ma se uno arriva secondo e sono solo in due di categoria, e da considerarsi secondo arrivato o ultimo? Laila? Senz’altro una delle più sportive che abbia incontrato in carriera. Lei vince sempre, comunque vadano le cose o il piazzamento ottenuto!E poi non viene mai mossa nelle foto e questo è un dettaglio da non trascurareCLICCARoccastrada Marcia verde 1 343

Copia di generale castagna d'oro

 

10 settembre 2016 Come molti sapranno sabato 3 settembre, ci sono state due manifestazioni di corsa in provincia. Una Uisp  a Roccastrada con la Marcia Verde, giunta alla 42^ edizione, l’altra per la prima volta a Castiglione della Pescaia, valida per il campionato toscano Master Fidal.Non era mai successo, o almeno non ricordo in questi anni, di vedere una sovrapposizione di due eventi nello stesso giorno. Non c’era e non c’è un protocollo di intesa che regoli queste situazioni, questo è vero,  ma non bisogna essere degli scienziati per capire che  le due manifestazioni ne avrebbero risentito in  qualità e numero di presenze. Grosseto è una provincia vasta e notoriamente molto penalizzata, se poi si fanno due eventi nello stesso giorno, la frittata è fatta.  Ma ormai è andata, ma si spera che la prossima volta, la Fidal e la Uisp valutino questo aspetto che si è verificato, e si seggano prima di mettere un calendario eventi in concomitanza. Lasciamo perdere di chi è la colpa, sennò non se ne esce più. Spero però che non mi vengano a dire che loro sono la Fidal e quindi abbiano la precedenza… L’altro aspetto è  riferito a quegli  atleti, anche super fedelissimi del Corri nella Maremma e del Marathon Bike, che hanno preferito la manifestazione di Castiglione della Pescaia, a Roccastrada. Giustissima la   scelta di quest’ultimi, ci mancherebbe altro, mica hanno nessun obbligo   verso il Corri Nella Maremma o verso il sottoscritto. Ma penso e sono sicuro che   anche il sottoscritto abbia il sacrosanto diritto di dire la sua, senza che nessuno gridi allo scandalo o faccia il permaloso, o addirittura offenda pesantemente come in passato quando mi espressi sulla faccenda Runcard.   Si è vero  è stata fatta  dell’ironia sul nostro sito quando sono stati resi noti i risultati , ma era veramente difficile non farla, visto che la facciamo su tutto!

9 settembre 2016 Mancano solo 21 chilometri alla fine della nostra prima ultramaratona a tappe. Due sole gare sono rimaste: la “Batignando tra gli olivi”  del 25 settembre e la “Aipamm” del 9 di ottobre. Tra gli uomini è arrivato di gran carriera il simpaticissimo Elvio Civinini (nella foto sul podio di Roccastrada), che scalza Roberto Bordino, rilegato  oltre la cinquantesima posizione. Ora tra Elvio e il nostro Sindaco Landi Loriano ci sono 6 minuti, e 10 sul bravo Maurizio Agnoletti, uno delle nostre scoperte 2016. Almeno di cose eccezionali, ( se sbaglia strada il Civilini!) il podio 2016 dovrebbe essere questo. Tra le donne Angelica dovrebbe essere la stessa musica con la Angelica Monestiroli (100% Marathon Bike, per ora!) che è in testa praticamente da sempre. Sovrasta un’altra Marathon Bike ovvero  Silvia Bicocchi e Cheti Chelini. Classifiche integrali sulla nostra “Cassettiera”. Intanto  siamo andati a scovare la preparazione  del nostro “Marziano”, che  il 13 agosto ha preso parte alla Castel del Piano al tramonto, alla fine di un suo allenamento abbastanza impegnativo: La Mare Vetta mare di km di oltre 200 chilometri. Ora c’è la  Sei giorni in Francia, e un altro paio di scarpe che se andranno nella pattumiera. Deborah Santini lo ha intervistato. .CLICCA8-9-2016 Taliani Massimio alla Mare Vetta mare

.CLICCA La foto più significativa scattata da Malarby a RoccastradaMERLINI E VIOLA

7 settembre 2016 Tutto tace sul mondo facebook che mi viene il dubbio che le mie considerazioni  o cavolate (post sotto a questo) non le legga nessuno. Comunque  se così non fosse,sono disponibile a pubblicare qualsiasi lettera anche anonima  di persone che la pensano diversamente  da me. Allora la mia riflessione (dopo la gara di  Roccastrada che era in concomitanza con Castiglione!) è nata dal fatto che in futuro altri atleti potrebbero sceglie di fare certi tipi di gara, non tanto perché sia  più bello o adrenalinico, ma solo contando sul fatto, che è molto facile o addirittura sicuro vincere delle medaglie (non è oro, e il valore si aggira sui 3-4 euro!). Io vorrei che  alla gente non arrivasse una informazione distorta. Ho offeso qualcuno in precedenza? Mi dispiace e chiedo scusa, ma rimango delle mie idee e le continuerò a sostenere e postare, cercando di salvaguardare quello che insieme al Corri nella Maremma abbiamo costruito in questi anni. E abbasso l’ipocrisia, di quelli che  dicono il contrario di quello che pensano.  Qualcuno vuole andare via dal Marathon Bike? Pazienza. A questi ricordo che con la tessera Fidal si può correre dappertutto?... Cambiando argomento una bella notizia ( ufficiale) arriva dalla maratona di Venezia. Si vede che qualche persona più autorevole di me o dettata dal buon senso degli organizzatori, per quest’anno la benedetta RunCard, non verrà richiesta. Che cos’è la run Card. Una sorta di tassa per noi tutti quelli che come noi sono rimasti fedeli agli enti di promozione sportiva. Quanto costa 15 euro.. Per ora!

 

 

5 settembre 2016 Il nostro sito ha fatto della ilarità e della presa in giro, il suo cavallo di battaglia. C’è troppe cose serie in giro,o persone che vogliono fare i seri per forza, che un po’ di cavolate  ogni tanto non fanno male, come nel caso del nostro sito che  sta volando verso il milione di pagine viste. Detto questo, moltissimo clamore ha fatto nel  mondo facebook,  una  manifestazione che ha assegnato  una pioggia di medaglie, talmente tante che alcuni sono usciti dallo stadio con un paniere pieno. Fin qui non ci sarebbe niente di strano ci mancherebbe altro. La cosa che ci ha lasciati un po’ perplessi, è sapere che a certi tipi di gara, si sa in anticipo di aver vinto una gara o al massimo di arrivare secondi, visto che vengono pubblicate in anticipo le liste partenti. Ma vogliamo passare anche sopra a questa costatazione, considerato che se uno ama talmente quella manifestazione e giusto che ci vada. Ma sventolare a tutto e a tutti i propri successi senza un secondo arrivato, mi sembra abbastanza assurdo e scortese per quegli atleti che sudano per arrivare ad un successo. Non facciamo gli ipocriti e diciamoci le cose come stanno. Una cosa è  vincere perché nessuno si è presentato, questo ci può stare, e succederà sempre, l’altra  invece è  andare a gareggiare sapendo che non c’è nessuno, e vantarsi di aver fatto un’impresa. Dai ragazzi lo sport è competizione e lealtà, diamoci una regolata con queste medaglie, sennò chi legge fa confusione e non riesce più a capire se Meucci e La Rosa  sono meno o più forti di certi  plurimedagliati che circolano su facebook .  Fatta questa precisazione, le cose più significanti che circoleranno in rete a tal riguardo saranno postati senza indugio su queste pagine.

5 settembre 2016 Il nostro “gioiellino” ha messo su famiglia! Infatti alle ore 15 esatti in Massa Marittima, si è sposato Fabio Tronconi con la bella Ivona. Inutili i tentativi di fargli capire che c’era in atto l’importantissima Marcia Verde, che lo vide vincitore nel  2014, e che nello stesso istante c’era un’alluvione di medaglie ai campionati master a Castiglione, da non perdere. Niente da fare, il gioiellino  ha detto si senza indugio a Ivona, facendo perdere le sue tracce nella notte. Auguri ai due piccioncini e arrivederci alla prossima puntata.

3 settembre 2016 Aspettando i giudizi e commenti  relativi allaa  Marcia Verde a Roccastrada, si può senz’altro dire che c’è stata la tanto sospirata evoluzione sotto tutti i punti di vista. Certo c’è ancora da migliorsi, ma oggi sono state messe le basi per “allinearsi” presto alle gare della montagna. I numeri dei partecipanti sono triplicati, rispetto agli altri anni, ma anche qui leggermente sotto le corse di Castel del Piano ed Arcidosso. Certo c’erano  in  contemporanea gli importanti campionati regionali Master a Castiglione della Pescaia, e questo evento ha portato via non meno di venti persone. Ma le 89 iscrizioni ai 12 chilometri e le 19 persone che sono partite per un solo giro  che fanno 108, appagano abbastanza il sottoscritto che prende sempre quello che passa il Convento. Tornando alla gara vinta da Jò, e dalla rinata Marika di Benedetto, per i nostri colori ancora una volta il migliore è stato Paolo Merlini, che per pochissimo non centrava il podio assoluto. Ma i nostri più rappresentativi, cioè  per spiegarsi meglio quelli che solitamente vanno a podio negli assoluti,dove sono andati a finire? Allora la Polacchina ha appena partorito Vittoria, Musardo  si sta rigenerando, Tronconi si è sposato oggi alle 15 a Massa Marittima,Michele Checcacci sta per diventare babbo,Matteo di Marzo infortunato,Taliani Massimiliano era ai Master a Castiglione, Infante Giovanni infortunato, Mongili Vittorio infortunato, Micaelina Brusa  oggi  a pausa mensa. Ammazzateo mi verrebbe da dire. Intanto sul suggerimento del nostro “lupo” dott.Poggiani, è nata la corsa del donatore di sangue in programma a Grosseto il 6 di novembre. Nonè ancora ufficiale ma quasi. Novita? Tante, forse troppe!CLICCACORSA DEL DONATORE 2016Nella nostra galleria le foto scattate da debora Caoduro che ringraziamo. Lunedì quelle del super malarby.

CLICCA CLASSIFICA2rocc

CLICCA CLASSIFICA1 rocca

CLICCA CLASSIFICA3 rocca

 

31 agosto 2016 Dopo le belle gare di Castel del Piano e Arcidosso, la nostra carovana si sposta a Roccastrada. Finalmente una delle più antiche e gloriose gare della nostra provincia, ovvero la MARCIA Verde, è stata inserita nel calendario del Corri Nella Maremma.CLICCAvolantino Marcia Verde 2016 1 Noi del Marathon Bike ci siamo dentro e si spera vivamente che la corsa gloriosa come negli anni 80-90. Detto questo la corsa di Roccastrada, si ricorda che  è anche valida per la nostra ULTRAMARATONA a tappe, che vede  in cima a tutti Elvio Civinini.CLICCAcivinini e Il simpaticissimo “ragazzaccio” che guida la classifica tra gli uomini con poco più di 2 minuti su Flavio Mataloni,CLICCAmataloni se non sbaglierà strada nelle prossime gare ( bisogna metterlo in preventivo, purtroppo!) ha buone possibilità di aggiudicarsi la nostra prima Ultramaratona a tappe. Al terzo posto il nostro sindaco Loriano LandiCLICCAlandi 34. Netta la supremazia di Angelica MonestiroriCLICCAmonestiroli2016 342 che guida la classifica su Cristina GamberiCLICCAgamberi 2323 e Bicocchi SilviaCLICCAbicocchi 23 per un podio virtuale tutto nostro. Vi ricordo anche che le classifiche stilate con un regolamento che premia l’età, il tempo impiegato e ovvio anche chi fa più chilometri, resteranno sempre disponibili nella nostra famosa CASSETTIERA che con un link si collega al Corri nella Maremma. Come saprete il sito è gestito da Giovanni Formisano, come questa particolarissima manifestazione che si può visionare anche sotto.A giovanni vanno i nostri ringraziamenti se a  chilometri zero in fatto di informatica siamo passati alla grande davanti alle  altre provincie  toscane. Speriamo che presto anche  gli altri numeri  decollino!

CLASSIFICA UOMINIuomini dopo arcidosso

CLASSIFICA DONNEdonne dopo arcidosso

30 agosto 2016 Come molti di voi sapranno, tempo addietro alle manifestazioni del  Corri Nella Maremma si poteva dare un giudizio o meglio un voto su come erano andate le cose a partire dal pacco gara,  costo iscrizioni, buffet finale, premiazioni, percorso, ristori ecc. ecc. Ecco ebbene dopo una serie di telefonate effettuate dal sottoscritto, mi sono fatto un’idea di come sono andate le cose  alla mitica Marcia Del Capercio che si è svolta  sabato scorso ad Arcidosso. Premetto che ero presente nei pressi dell’arrivo, dal primo minuto all’ultimo, quindi certe cose le ho viste e toccate con i miei occhi, sia da corridore che da organizzatore. Risultato: Grande festa sotto tutti i punti di vista, tranne uno! Partiamo dalla corsa dei bimbi come tradizione quarantennale, hanno corso e gioito  senza lamentarsi (i genitori) del  costo dell’iscrizione fissato a 5 euro, che sono serviti per pagare le coppe ecc.  Ora parliamo della Marcia del capercio una delle corse migliori in assoluto del Corri Nella Maremma. Pacco gara super, che raddoppia il costo dell’iscrizione fissato in 6 euro, docce funzionanti e non lontanissime, anzi. Decisamente buona la presenza di persone sul percorso che hanno limitato molto, se non del tutto la circolazione stradale notevole in quelle ore.Poi il rinfresco finale una vera e propria chicca o meglio una festa, dove tutti hanno potuto mangiare… anche ovviamente chi non aveva corso. Facendo due conti con  quanto è costato il solo  buffet,  con i soldi spesi ci si poteva tranquillamente organizzare una corsa discreta a Grosseto, senza andare tanto lontano con altre realtà. Due ambulanze anziché una come previsto, non è poca cosa. Premiati i primi tre di categoria come da regolamento, anziché 5 come anno scorso, ma considerato tutto (6 euro non si pagano da nessuna parte ormai!), e viste le altre 75 premiazioni del campionato toscano, sono più che sufficienti. Uno Speaker tra i migliori che ci sono in circolazione che gira come una trottola nelle più importanti manifestazioni del centro Italia. Peccato per lo sbaglio di valutazione  della  partenza camminatori, che giunti  al primo dei due ristori, hanno fatto il pieno di acqua (era molto caldo) facendola mancare ad alcuni corridori della gara agonistica. Un errore molto grave far rimanere senza acqua anche solo un corridore, questo ne siamo consapevoli, ma penso che alla luce di quanto sia successo con i camminatori super bevitori, sia sicuramente da perdonare. Siamo tutti concordi nel dire che  gli atleti che si trovano nelle retrovie, sono le persone che meritano più attenzione. Intanto  quest’ultimi  gli chiediamo scusa (mi ci metto anch’io) per il danno così importante, che è rimanere senza acqua, promettendo loro  di essere più attenti la prossima volta. Nella foto il “Duca” all’anagrafe Marco Duchini,  immortalato con un’espressione futuristica. E’ Lui la vera sorpresa del Marathon Bike del 2016, tra gli uomini e idraulici..! CLICCAidra

 

29 agosto 2016 Dopo che la giuria ha rettificato le varie classifiche del campionato toscano Uisp di Arcidosso, corre voce che una cordata giapponese voglia comprare in toto, tutto l’organigramma del Marathon Bike, compresi gli atleti di spicco (boateng,Monsignore,Don Goretti,l’attore,MinkKiele, Rocco,Pappagone,Cip e il Maestro.) La cosa si potrebbe fare sennonché sul piatto, il Marthon Bike dovrebbe mettere l’affiliazione alla Fidal 2017 e di conseguenza allestire una grande squadra Master. Niente da fare, nemmeno nel 2017 e forse mai, il Marathon Bike, lascerà gli enti di promozione sportiva del territorio, in questo caso la Uisp, per gare più importanti, a noi ci piace ruzzà. Intanto un altro nostro atleta di spicco, è stato “costretto” alla Run Card per partecipare ad una importante manifestazione, ed altri seguiranno nonostante abbiamo già da tempo pagato regolarmente, e non poco, per partecipare alla maratona di Venezia. Che coglione è stato  in questo caso Minkkiele, io avrei senz’altro presa la  decisione di partire senza pettorale. Essere costretto  a fare una cosa che non condividi proprio, non è il massimo della vita. Allora precisiamo che   partire senza pettorale è solo una provocazione fine a se stessa,  che non venga fuori il polverone di qualche tempo fa, dove qualcuno in rete scrisse che la Uisp,federazione e addirittura il Coni, dovevano prendere provvedimenti sul sottoscritto per la mia dura presa di posizione, anche se provocatoria.  Che risate!CLICCApole Una addirittura disse che all’estero partire senza pettorale si rischiano condanne. Per la peppa che paura! Ma daii,  fatemi il piacere, noi come detto si ruzza. Allora a parte i versi, come  tutti sanno l’intendimento della nostra società è verso l’unica soluzione che ci danneggi poco, ovvero  la Run Card. Ovviamente solo per quelli che si cimenteranno in Maratone o mezze nazionali. In questo caso sennò ovviamente non si parte. Tutto questo alla modica cifra di 15 euro, per quest’anno. Chi invece sceglierà strade diverse (altra  tessera con squadra  affiliata Fidal al costo  di 20 euro) le gare non verranno conteggiata nella scheda personale, almeno che non sia  la Toscana Atletica con la quale collaboriamo da tempo.Dai un po' di attacamento alla società di cui uno fa parte ci vuole, si chiede tanto? Nella foto Michele Venturi.

CAM TOSCANO SOCIETAClassifiche Campionato Toscano Uisp'

CAM TOSCANO ATLETI Singoli Campionato Toscano Uisp

ATTENZIONE Le bellissime foto di MALARBY Roberto, possono essere visionate e scaricate nella nostra galleria. La cartella contenente gli scatti si trova nella terza fila dove c'è il logo della Marcia Del Capercio. Sotto le classifiche del campionato regionale.

28 agosto 2016 Sembrava che l’egemonia provinciale del Marathon Bike che dura ormai da tanti anni, si fosse interrotta ieri ad Arcidosso al Campionato Toscano Uisp. Infatti era stata premiata come migliore squadra quella degli amici del Trisport Costa d’Argento. Ma quando mai si perde in provincia, ci  verrebbe da dire. Infatti rifacendo i conti non solo abbiamo vinto, ma diciamo la verità, abbiamo vinto  con distacco: Marathon Bike punti 454,Cappuccini Siena punti 137, Costa D’Argento punti 129, Quarto Stormo 83 e Uisp Abbadia 82.(UFFICIALE) E' ufficiale anche la vittoria tra le donne e la Vittoria  della nostra Polacchina!CLICCA 28-8-2016 LA NASCITA DI VITTORIA BOSCARINI

CLASSIFICAclassifica AA

ATTENZIONE Le bellissime foto di MALARBY Roberto, possono essere visionate e scaricate nella nostra galleria. La cartella contenente gli scatti si trova nella terza fila dove c'è il logo della Marcia Del Capercio

 

Iscriviti alle gare del circuito corri nella maremma


Il calendario delle corse podistiche nel senese

TEMPI DI PASSAGGIO MARATONA- MEZZAMARATONA

CALCOLA LA TUA VELOCITA' 

Inserisci il tempo e la lunghezza del percorso. Poi, 'CALCOLA' per conoscere la velocità espressa in Minuti/KM e i KM/h.

Ore:  
Minuti:
Secondi:
Metri: 
Minuti/KM:
      KM/h:

by Carlo Romagnano

Copyright 2015 © Team Marathon Bike - All Rights Reserved

Associazione Sportiva Dilettantistica Team Marathon Bike

P.IVA: 92055000530

Statistiche gratis cookie policy