background
VARIE CICLISMO PODISMO PODISMO

(AUTORE STEFANO CHERUBINI)

Podismo

Staffetta di Canapone

10 Luglio 2019

Video del percorso della Staffetta di Canapone

Un ripasso veloce al percorso

REGOLAMENTOPOKER di AGOSTO

PRIMA PROVA TROFEO VETULONIA 2019

SECONDA PROVA TROFEO FILARE 2019

TERZA PROVA TROFEO POZZO CAMORRA 2019

QUARTA PROVA VOL TROFEO PIRATA

5 giugno Appena il tempo di festeggiare il successo di Cristina Gamberi nella gara podistica di Baratti sabato scorso, che  abbiamo piazzato un’altra prestigiosa vittoria. E’ stato Francesco Bacci che ai campionati nazionali di cronometro Uisp di Grottammare ha collezionato un’altra maglia di campione nazionale di cronometro individuale. È la seconda dopo quella conquistata nella cronometro a quattro di Marina di Pisa con gli altri Marathon Bike  Giorgio Cosimi, Alessio Minelli e Alessandro Guidotti. Una lotta in “famiglia” la cronometro nazionale di 14 chilometri e 800 metri di Grottammare, visto che ad insidiare sino all’ultimo l’ambita maglia è stato proprio un altro atleta Marathon Bike ovvero Alessandro Guidotti. Partiti a distanza di quattro minuti, Bacci alle ore 10.50 mentre Guidotti alle 10.56, alla fine “solo” 18 secondi hanno separato i atleti  con i tempi di 19’43 per  lo sticcianese contro i 20’01 di Guidotti. Al terzo posto si piazzava Fabio Ricciardi del Pedale Fermano che tagliava il traguardo dopo 20 minuti e 34 secondi. Per Bacci quindi la conquista di un’altra maglia tricolore importante, ma con la casella delle vittorie stagionali assolute ancora vuota, nonostante tante gare da protagonista con una serie infinita di secondi posti a partire dal trofeo “mbm” di inizio anno, al trofeo  “Montemassi”, poi ancora una piazza d’onore al trofeo “Gualtiero Luzzetti” di Pasquetta, e per finire un secondo posto alla medio fondo  di Castiglione Della Pescaia. Nel mezzo a tanti secondi posti anche un terzo assoluto al trofeo “Bozzone” di Vetulonia.  

20 MAGGIO Una “doppietta” storica  quella che è andata in scena questo fine settimana. Se è vero che di vittorie doppie triple, e anche quattro nello stesso giorno ci sono capitate di portarle a casa, mai  nel podismo e mtb in contemporanea. Allora si festeggia volentieri “Leccalecca”” conosciuto all’anagrafe come Fanciulli Claudio e la “polacchina” che sono arrivati primi a Fonteblanda e  Cielo Verde. A rendere più interessante la domenica bravi anche Di Marzo e la  Gamberi  Cristina arrivati secondi assoluti sempre a Principina. Per gli amanti delle statistiche siamo a quota 537 Vittorie....cliccaFANCIULLI POLACCHINA

20 Aprile Continua il momento magico di Turbo Leccalecca all’anagrafe di MonteArgentario censito con nome di Claudio Fanciulli.cliccCIN_ Infatti il portosantostefanese al primo anno con noi, dopo aver vinto domenica scorsa a Rosia,clicca17-4-2019 fanciul conquista un brillante secondo posto a Vescovato di Murlo.Questo è quello che abbiamo trovato nell'uovo di pasqua. Grazie Claudio!

1°ALBO D 'OROAprile Non è il classico pesce d'aprile, Minelli a Montepescali c'ha preso gusto! Dopo aver vinto il titolo nazionale di crono Uisp a squadre con Giudotti-Cosimi-Bacci, Alessio Minelli bissa il successo a Montepescali esattamente come fece anno scorso. Grande “Minellone” e grandi i compagni di squadra che lo hanno aiutato  andare  al traguardo stando “fuori “ circa 30 km. Ora si spera tanto che non si debba aspettare la prossima gara a Montepescali per vedere Alessio vincere di nuovo. Ma intanto gli abitanti dello splendido paesino grossetano sono avvertiti.

cliccaiMINELLI ALESSIO

26 aprile 2018 Mai nessuno come lui. Ora non esageriamo, ma noi maremmani ci teniamo stretto il nostro "Mago" Malarby. E' ormai consolidato che con i suoi scatti è un valore aggiunto per una manifestazione sportiva. Peccato averlo "scoperto" solo ora. Detto questo Roberto ha aperto un sito fotocorseinmaremma.com dove troveremo davvero di tutto, forse un giorno anche il palio dei Muli di Vetulonia! Il suo sito da ora in poi sarà pretente e raggiungibile mediante un linK su questa colonna!!

Malarby visto da vicino!cliccaROBERTO MALARBY

 

 

18 MAGGIO La prossima gara organizzata dal Marathon Bike: Il mitico Peruzzo...

cliccaVOLANTINO peruzzo 2019

clicca trofeo Scalatore calatore

14 luglio Colonna su Poccianti e Nocciolini.cliccaDSC_82103 E' questo il podio del primo trofeo Ombrone di questa mattina al Bozzone. Sotto le classifiche. Per le foto in serata a cura di Roberto Malarby. fotocorseinmaremma.com queste invece le poche foto della premiazionehttps://photos.app.goo.gl/

ASSOLUTI

CATEGORIE

cliccaALBO D'ORO OMBRONE

Foto bimbi Giuggioli-Marciano

FOTO BIMBI https://photos.app.goo.gl/r1sxHqZhGifDvASS8

altre foto bimbi fotocorseinmaremma.com

12 luglio Un sogno che si avvera! Quando nel 2013  io e Fabio Giansanti decidemmo di ideare, a contorno della nota staffetta, la “Cronometro per Canapone” per i piccoli da 0 a 10 anni, l’intento era quello di vedere i nostri  piccoli crescere sul  nostro podio e soprattutto nella nostra gara. Una gara molto particolare anche questa, nata per dare gloria ai piccinacci e per farli sentire protagonisti anche  se solo per  60 metri o poco più. I risultati solo sotto gli occhi di tutti… Grande successo anche quest’anno e soprattutto grande emozione quando è partito Alessio Ricchi, figlio del nostro “Maestro”, che fu da subito, nella prima edizione, “monitorato” e ovviamente fotografato. E’ stata dura fare i calcoli, ma Alessio aveva 4 anni e 11 mesi essendo nato l’8.8.2008. Marcoledì è stato premiato per la sua costanza, e perché a termine di regolamento potrebbe essere stata anche l’ultima sua apparizione con i piccoli, ma uso il condizionale perché chissàcliccaP7104637… Ecco come è cresciuto negli anni nella “Cronometro per Canapone” che lo accompagnerà per tutta la sua vita, non potrebbe essere altrimenti!

clicca2013.

clicca2014

clicca2015

clicca2016

clicca2017

clicca2018

clicca2019

7 luglio Chi conosce i pregi e i difetti di questo nostro bellissimo territorio che si chiama maremma, sa che i numeri  dei ciclisti che vengono alle nostre gare, sono questi maremma maiala. Girala come vuoi, ma sempre sui  50 partenti fai. Oggi rispettata la media con 52 cristiani alla partenza, quindi tutto secondo la media stagionale. Speriamo nel poker d’agosto, che hanno fece 380 partenti in 4 gare!.. Per ora subentra  prepotentemente il detto “Chi si accontenta gode” …  Entrando in merito alla corsa, in 8 si sono giocati la vittoria sul l’arrivo di pogg’alberi. Qui il l ragazzotto Gentili spolverava il nostro Nocciolo, che però ha il doppio di anni sul groppone.cliccaDSC_7665 Al terzo posto e quindi entra nell’albo d’oro della manifestazione, Ferrero Giancarlo si piazzava terzo. Unico corridore che è ricorso alle cure della seconda ambulanza è stato Garuzzo Francesco (imbattibile una ventina di anni fa!) che è stato accoppato da una vespa che lo ha punto nella lingua costringendolo a un “fuoristrada”. Poi tutto sotto controllo. Sotto le classifiche di oggi e in serata le straordinarie foto del "Mago" Malarby fotocorseinmaremma.com Per saperne di più sull'angolo del piratattp://www.langolodelpirata.it/c

 

ALBOD'ORO SOVATA

Arrivi Sovata assoluto

Arrivi Sovata categori

26 giugno  Bacci-Nocciolini-Rosazza, nell’inferno  del trofeo “Bottegone” di questo pomeriggio. E’ stata dura, molto dura correre con una temperatura così elevata che non solo ha messo a dura prova tutti i corridori, ma anche l’apparato organizzativo che secondo me ha retto però l’urto. Allora  tornando alla gara, finalmente il “Fotomodello di Sticciano”cliccabaccione si aggiudica la sua prima gara di questa stagione dopo i secondi posti  (quattro!) che effettivamente incominciavano a essere troppi. cliccaFOTO arrivato a braccia alzate, e subito dietro, sotto l'ascelle eccoti il "Nocciolo" Quarantatre  corridori al via che considerato tutto non sono poca cosa e non si scostano tanto dalla media nostra. Era impossibile correre? No, era solo difficile, quello sì. Oggi un plauso a tutto il Marathon Bike a partire da Guidotti-Cosimi-Minelli-Caselli- insomma tutta la squadra si è mossa come si deve è ha consentito questa doppietta Bacci&Nocciolini. Una caduta nel finale ha rovinato la festa ma come disse quello purtroppo ci sta in questo giochino.

FOTO PREMIAZIONI/photos.app.goo.gl/SSUuScRvyh8pFMf69

FOTO MALARBY fotocorseinmaremma.com

ALBO D'ORO BOTTEGONE

TUTTE LE PESENZE DI MERCOLEDìPRESENZE

ASSOLUTO

CATEGORIA

19 giugno Cini-Colagè-Chiti, è questo l'ordine di arrivo del Trofeo "Gavorrano che è andato in scena questo pomeriggio a Bagno di Gavorrano. Nessuna caduta, con 50 atleti al via con 49 paganti. Proprio a proposito di paganti, rimarrà nella storia di questa corsa quello che è successo: Uno dei corridori si è presentato con una matrice identica alla nostra eludento il pagamento. Quindi oltre a Cini che ha vinto con merito,cliccaDSC_6 un plauso a questo "Ingegnere" che ci ha inc.. mostrando un falso 43 cliccafafafaf . Sotto le classifiche, l'albo d'oro. Per i commenti sull'angolo del Pirata,cliccattp://www.lang mentre per le foto su cliccaotocorseinmaremma di Roberto MalarbY

cliccaASSOLUTO

cliccaCATEGORIA

ALBO D'ORO GAVORRANO 2019

PROSSIMI APPUNTAMENTI

26 GIUGNO BottegoneInf info TROFEO BOTTEGONE

7 luglio TROFEO SOVATAInfInformazioniSOVATA 2019

14 luglioTROFEO ombrone InfINFORMAZIONI

le prossimi gare Marathon Bike.. Due di mercoledì e due di domenica. Intanto si pubblicano le 886 presenze di mercoledìi 13 mercoledì

19 GIUGNOTrofeo gavorranoInfinfo TROFEO

 

/

ALBO D'ORO SCALA SANTA 2019

giugno Tempo fa un caro amico vedendomi  agitato e apprensivo  prima di una volata finale mi disse: “La caduta nel ciclismo non è poi una rarità, fa parte del gioco, ci sta che ogni tanto qualcuno fiondi per terra o vada a finire in fossa” Ecco, purtroppo parole sante perché puoi  ogni tanto ti tocca, puoi essere scrupoloso quanto ti pare; puoi far arrivare le corse sempre i salita, ma ogni tanto la fatalità o una serie di circostanze sfavorevoli e la frittata è fatta. Non c’è verso, la caduta o cadute le devi mettere in conto. Come nel caso di oggi al trofeo “Scala santa”. Niente parole crociate per gli equipaggi delle due ambulanze, oggi i sanitari si sono dati da fare eccome. Meno male avevamo 2 ambulanze come al solito. Detto questo la vittoria è andata a un super StacciolicliccaSTACCIOL che è arrivato a braccia alzate al traguardo. Favorito dalla caduta? Ci sta, ovvio che la situazione  che si è venuta a creare dopo la caduta lo abbia favorito. Ma anche  questo fa parte del gioco.. Sotto la classifica e le prime foto della  premiazione,cliccahttps://photos.app.goo in serata quelle di Malarby.fotocorseinmaremma.com Per il resoconto sempre sull'angolo del pirata che si ringraziattp://www.langolodel

cliccaassoluto ba

cliccaCATEGORIE

LE PROSSIME GARE

 

11 giugno Con  il trofeo “Scala Santa” di  domani si tocca il 13° mercoledì di gare da queste parti. Qui accanto tutte le presenze che sino ad oggi sono state 825. “Solo” in 6 sono rimasti a punteggio pieno di cui tre del Marathon Bike ovvero Caselli, Citerni e Nocciolini, e tre super assidui con  Nencioni,Bellumori e Rinaldini. Presenti in tutte le 12 puntate non è poca cosa.cliccaPRESENZE MERCOLEDI'

Sotto tutta la nostra futura attività 12 GIUGNO Scala Santa 2019Inf INFORMAZIONI

cliccaALBO D'ORO SCALA SANTA 2018

 

 

7 giugno Dopo aver fatto un po’ di confusione nel “dopo”  trofeo Romitorio, con il terzo posto a punti ballerinocliccadededeed,con Valentini-Baglini ed infine giustamente ritornato a Valentini, cala il sipario sulla nostra corsa a punti, la riproporremo?. Mercoledì prossimo 2 giri delle strette (con passaggio dalla località Grilli!) e poi il solito arrivo in salita nella strada che porta alla “Scala Santa” di Vetulonia. Sotto il volantino, informazioni e l'albo D’oro.

 

6 giugno Il primo trofeo “Romitorio” di ieri pomeriggio. Se  il nostro intento era quello di premiare 2 vincitori, ci siamo andati veramente lontani.  Tutto è stato vanificato dalla splendida prova di Orcato che ha vinto  prima la prova a punti, per poi arrivare a braccia alzate. Sotto tutti i passaggi relativi al traguardo volante, dove emerge  che il terzo posto nella classifica a punti va a Baglini Fausto e non al simpatico Valentini Fulvio.cliccaCLASSIFICA A PUNTI VERI E

5 giugno Orcame Fabio della Falasca prenditutto. E' andato al forte atleta romano sia il trofeo Romitorio che la Classifica a punti. Quindi la classifica dei traguardi volanti vede Orcame battere Cucini Simone e un super Valentini Fulvio.cliccafabio Al tragurdo classico, primo ancora Orcame su Bartalucci Federico e Nocciolini Adriano.cliccaDSC_4222 52 corridori alla partenza tra i quali una donna ovvero Valentina Fantozzi. Sotto le prime foto riguardanti la premiazione nonche l'ordine di arrivo e di categoria. In serata le super foto di Roberto Malarbyfotocorseinmaremma.com

cliccahttps://photos.app.goo.gl/Ru5KDWTjLa3zRz6bA

cliccaCATEGORIE RAQ

cliccaASSOLUTI ROMITORIO

cliccaALBO D'ORO ROMITORIO 2019

ATTENZIONE! Vuoi essere informato sulle nostre corse in Maremma (Volantini, Classifiche, Foto, annullamenti ecc. ecc.) Memorizza il numero   cell 3200808087. Fatto ciò inviaci un messaggio su WhatsApp con scritto NEWS ON al numero 3200808087.

24 MAGGIO Sotto tutto quello che si vuole sapere sulle nostre prossime gare, qui accanto invece le oltre 700 presenze in negli 11 mercoledì che abbiamo corso dall'inizio dell'anno. Solo in 7 presenti a tutte. PRESENZEC'è la novità del 19 giugno con il Trofeo Gavorrano. Un percorso bello con un finale tosto.

5 GIUGNO ROMITORIOInfINFORMAZIONI UTILI ROMITORIO

12 GIUGNO Scala Santa 2019Inf INFORMAZIONI

 

22 MAGGIO Mariottini Fabrizio, su Castagna Tiziano e Bassi Manuel, è questo l’arrivo del primo trofeo Ribolla. Acqua, vento, grandine, fulmini, ancora una volta il tracciato di questo pomeriggio è stato risparmiato dal maltempo che invece ha colpito Roccastrada Montemassi e tutto in comprensorio attorno, ma a Ribolla  niente. Meglio così ovviamente. Alla partenza  70 ciclisti che si sono dati battaglia su un percorso da rivedere o modificare un tantino. Troppo facile  e al sottoscritto non  è piaciuto proprio per niente. Nessuna caduta e nulla da segnale tranne che è mancato oggiil nostro grande Malarby e le foto scattate fanno capire quanto sia importante per noi il “Mago”. Torna presto!  Detto questo ppuntamento con la novità di mercoledì 5 giugno con una gara a punti sotto, e  l’arrivo in salita verso Buriano.ROMITORIOInfINF

Sotto le foto della premiazioneclicca goo.gl/jB2KaZTg6V1ueWtn8

Classifica assoluta non ufficialecliccaassoluto rib

categoriacliccaCATEGORIA

cliccaALBO D'ORO TROFEO RIBOLLA 2019

Premiazione corsa del diavolino /H3vhiCFnYUu9fNnLA

17 MAGGIO Eccoci alla 11^ manifestazione organizzata di mercoledì con il  g.p di Ribolla con un tracciato forse più facile delle precedenti gare. Uno strappetto e una tirella  sotto Montemassi dove uno può fare la differenza ma si deve impegnare decisamente. Mai la corona piccola. Nei precedenti appuntamenti “solo” in  sette non sono mai mancati con a capo Alfio Bellumori.cliccaPRESENZE MERCOLEDI Dieci gare con 700 presenze totali fanno sì che la media di 70 a gara sia sotto a quella di anno scorso che fu alla fine di 77,8. Ma  se è vero però che se da una parte praticamente non abbiamo mai preso l’acqua, e anche vero che il meteo nazionale non ci ha dato una mano, anzi. Si pubblica volentieri la lista delle 700 e passa presenze di mercoledì. Sotto i prossimi appuntamenti dove spicca la gara del 5 giugno,5 giugnoROMITORIOInfINFORMAZIONI con la novità del doppio vincitore ovvero quello che arriverà primo al traguardo e quello che totalizzerà più punti nei traguardi volanti di Pogg'alberi. E' ovvio che uno le potrà vincere entrambe. Premi cumulativi!

22MAGGIO G.P ribolla Inf INFORMAZIONI

12 GIUGNO Scala Santa 2019Inf INFORMAZIONI

26 GIUGNO BottegoneInf INFORMAZIONI

7 luglio TROFEO SOVATAInfINFORMAZIONI

14 luglioTROFEO ombrone InfINFORMAZIONI

ALBO D'OROALBO D'ORO DIAVOLINO 2019

15 MAGGIO Le previsioni del tempo sono una cosa fantastica, una cosa che ormai non possiamo farne a meno. Tutti guardano le previsioni del tempo, tutti si regolano di conseguenza. Ma la zona di Buriano e Vutulonia è una storia a parte questo una volta per tutte lo dovrebbero capire chi fa le previsioni Mariannacane.cliccamariaaa. Una pioggerellina scesa a pochissimo dal traguardo, che non ha bagnato nemmeno la strada, ha fatto da cornice all’ennesima affermazione del Nocciolo, all anagrafe Nociolini Adriano. Se al trofeo “Paesetto” di mercoledì era stato decisamente fortunato, oggi la vittoria è stata tutta sua e del Marathon Bike. Al secondo posto Vincenzo Rigirozzo al terzo Chiti Giulio. 57 alla partenza E ora una corsa per velocisti con il trofeo “Ribolla” di mercoledì.22 MAGGIO G.P ribolla Inf INFOR Sotto la classifica, in serata le foto di Malarby scattate lungo il percorso e all'arrivo.fotocorseinmaremma.com Interviste a cura di Carlo Pellegrino per la UispUISP grosseto Commento sull'angolo del Piratalangolodelpirata.

clicca ASSOLUTAdiavolino

clicca categoriadiavolino classifica

 

9 MAGGIO Novità per quanto concerne le nostre gare. Infatti il 5 giugno ci sarà una gara con forse due vincitori, ovvero quello che totalizzerà più punti sul traguardo volante, che quello primo al traguardo. Quasi perchè potrebbe essere lo stesso atleta. Infatti verranno presi i punteggi dei primi tre ad ogni passaggio al traguardo volante di Pogg'Alberi. Alla fine come detto vincerà la corsa chi totalizzerà più punti e quello ovviamente che vincerà la corsa.cliccaVOLANTINO

Queste le presenze dei più assidui nelle corse di mercoledì con anche quelli con solo una presenza.PRESENZE MERCOLEDI

Ovviamente quasi sempre il nostro fotografo al seguito..Roberto Malarbycliccafotocorseinmaremma.com

Sotto tutte le nostre gare fino a luglio

15 MAGGIO DIAVOLINO Inf INFORMAZIONI

 

5 MAGGIO Tutte le ciambelle non nascono con  i buchi… Oggi il buco c’era sino a 800 metri dal traguardo poi… I numeri del primo trofeo Paesetto sono questi: 55 partenti, 6 moto,2 albulanze,10 persone sul percorso più 4 vigili urbani, 3 giudici, un fotografo, ebbene siamo riusciti a far sbagliare strada all’ultima curva  a Riccardo Cicognola che si era sganciato dal gruppetto dei fuggitivi. Una serie di fatti contingenti a noi sfavorevoli, ha permesso che succedesse tutto questo. Avrebbe vinto Riccardo? Non lo sapremo mai e poi mai, restano purtroppo a questo punto solo ne nostre scuse. Poi dopo questo episodio si è scatenato il nostro Adriano Nocciolini ha vinto una bella volata su Calagretti Mario.cliccanocciolo Al terzo posto Vincenzo Rigirozzo. Qui  il Nocciolo che festeggia dopo l’arrivocliccanocciolocvtawt.Sotto le classifiche e qui accanto invece le foto del nostro super fotografo Roberto Malarby che ringraziamo. cliccafotocorseinmaremma.com

cliccaASSOLUTO

cliccaCATEGORIA

cliccaALBO D'ORO PAESETTO

ATTENZIONE! Vuoi essere informato sulle nostre corse (Volantini, Classifiche, Foto, annullamenti ecc. ecc.) tramite il servizio WhatsApp? Memorizza il numero   cell 3200808087. Fatto ciò inviaci un messaggio su WhatsApp con scritto NEWS ON al numero 3200808087.

5 MAGGIO Fulmini, saette, alberi spezzati, tegolini caduti dal tetto, tutto questo facevano presagire le informazioni meteo sulla gara di questa mattina a Magliano in Toscana organizzata da Marco Solari e valevole quale prova unica del campionato toscano della consulta. Ancora una volta le previsioni hanno fatto cilecca , almeno sulla pioggia, il vento quello si è visto eccome. Non hanno fatto cilecca invece  i nostri due corridori Marathon Bike (Nocciolo-Cosimi) che hanno portato a casa una maglia decisamente prestigiosa. Sotto la classifica e qui accanto la foto dei due. cliccaNOCCIOLO-COSIMI

cliccaUNO

cliccaDUE

28 Aprile Pastacaldi marco, Bacci Francesco, Liccione Rodolfo e Sbrana Lorenzo, è stata questa la fuga a quattro che ha dominato la prima edizione della Granfondo di Castiglione della Pescaia. Ancora una volta quindi il fotomodello di Sticciano è arrivato secondo nel percorso più corto che misurava un centinaio dui chilometri e passa. Aspettando altre notizie del "Lungo" si segnalano anche le belle prove di Nocciolini e di Guidotti. Qui accanto la foto dei quattro protagonisti.cliccaIMG_20190428_

 

ATTENZIONE! Vuoi essere informato sulle nostre corse (Volantini, Classifiche, Foto, annullamenti ecc. ecc.) tramite il servizio WhatsApp? Aggiungi alla tua lista il numero il  cell 3200808087. Attenzione solo i numeri salvati in rubrica e con il prefisso +39 sono abilitati al servizio). Fatto ciò inviaci un messaggio con scritto NEWS ON al numero 3200808087.

26 aprile Tra poco il Marathon Bike organizzerà una corsa talmente durache che anche i giudici dovranno ricorrere agli integratori...Ma ancora non è arrivato il momento, ancora non ci siamo. Mercoledì 8 maggio a sostituzione di una gara saltata in provincia, organizzeremo il primo trofeo "Paesetto" due giri delle strette con arrivo per velocisti visto che gli ultimi 600 metri sono in salita che nemmeno si sente.. A differenze delle altre gare organizzate sulle "strette" questa volta però il giro è verra fatto in senso antiorario. E' la prima volta che facciamo questo. Sotto le nostre gare di mercoledì compresa l'ultima. Stiamo stilando una classifica dei più presenti alle nostre corse di mercoledì, vediamo alla fine chi riuscirà a farnme di piùcliccaPRESENZE MERCOLEDI

 

15 MAGGIO DIAVOLINO Inf INFORMAZIONI

22 MAGGIO G.P ribolla Inf INFORMAZIONI

12 GIUGNO Scala Santa 2019Inf INFORMAZIONI

26 GIUGNO Bottegoneinf INFORMAZIONI

 

 

 

 

24Aprile Sotto le nostre prossime gare di mercoledì. Attenzione.sono stati invertiti i percorsi delle gare di giugno.qui accanto una bella foto di Flavio Municchi ripreso da malarby all'arrivo del trofeo Luzzetti Gualtiero di PasquettacliccaMAL_9320

15 MAGGIO DIAVOLINO Inf INFORMAZIONI

22 MAGGIO G.P ribolla Inf INFORMAZIONI

12 GIUGNO Scala Santa 2019Inf INFORMAZIONI

26 GIUGNO Bottegoneinf INFORMAZIONI

 

FOTO PREMIAZIONIhttps://photos.app.goo.gl/8mpnfsbVKKzWo5Wp8

FOTO ARRIVOhttps://photos.app.goo.gl/awZxcrJ3JF9A6K8y8

22 Aprile Oggi al Trofeo Gualtiero Luzzetti è pasquetta soprattutto per Gentili cliccagentili uffche ha battuto il fotomodello di Sticciano, all’anagrafe Bacci Francesco, che ancora una volta si deve accontentare del secondo posto,cliccaIMG_0095. Al terzo posto è arrivato il grande Baglini Fausto. In serata le foto scattate da Malarbyfotocorseinmaremma.com e il filmato della gara a cura di Carlo Pellegrino per la Uisp.cliccaCOMMENTO GARA GIUNCO

video garahttp://www.uispgrosseto.it/2019/04/22/memorial-gualtiero-luzzetti-il-video-della-corsa/

video intervistehttp://www.uispgrosseto.it/2019/04/22/memorial-gualtiero-luzzetti-il-video-delle-interviste/

cliccaclassifica assoluta

cliccaCATEGORIE

ALBO D'OROALBO D'ORO LUZZETTI

 

19 Aprile sotto i volantini e le info sulle nostre prossime gare. Intanto si pubblica l'elenco di tutti quelli che si sono avvicendati alle nostre gare di mercoledì. Ad averle fatte tutte sono rimasti in iPRESENZE MERCOLEDI qui accanto Vincenzo Rigirozzo uno dei più forti considerando la categoria-prestazione. Dalle nostre parti 6 volte su otto cliccaMAL_9149 Lunedì chi vuone correre da queste parti c'è:TrofeoPasquetta luzzetti InfINFORMAZIONI

corsa del Diavolino clicca DIAVOLINO

G.P RIBOLLA G.P ribolla Infinfo RIBOLLA

 

PREMIAZIONIhttps://photos.app.goo.gl/JtnJXSESwiu5BYoJ6

ALBO D 'ORO LAGO ACCESA

17 Aprile Nucera batte Cini dopo una volata serratissima.cliccaIMG_0006 Al terzo posto il grande Stefano Colagè e poi il Nocciolo.. Sotto le classifiche  relative al G.P del lago dell’Accesa. Più tardi le foto dell’evento sul sito di Malarbycliccafotocorse mentre per i filmati e interviste a cura di Carlo Pellegrino per la Uispclicca.UISP. Sull’Angolo del Pirata la cronaca.cliccattp://www.langolodelpirata.it/category/news/

I cristiani alla partenza? 77 più Manela BandacchericliccaNucera manuela

cliccaCLASSIFICA CATEGORIA

cliccaASSOLUTO

 

15ALBO D'OROAprile L’ultima sua foto, l’ultimo sorriso, l’ultima sua gara.Il 21 marzo di anno scorso è stata purtroppo l’ultima corsadi di Ilaria. Un sorriso speciale che non faceva presagire nulla della grande tragedia che da lì a pochi giorni, il destino ce l’avrebbe portata via senza un ma, senza un perché.clicca 2018201) Ilaria verrà ricordata, mercoledì prossimo al G.P Lago dell’Accesa in scena al Grilli di Gavorrano.Presentazione della manifestazione anche sull'angolo del Piratacliccattp://www.PIR

Trofeo lago Accesa VOLAN Inf corsa lago accesa

Ultimo km 1 ultimo chilometro clicca 5001 clicca300 METRIclicca200mtclicca100b METRI

ALBO D'ORO lago accesa

14 prile Cicognola, Del Guasta e Stefano Ferruzzi, questo è il podio del donatore di sangue andato in scena questa mattina a Istia D'Ombrone. A Cicognola il trofeo Avis.clicca DSCN2052. Oggi mancava Malarby Roberto, fotografo ufficiale. Sotto alcuni scatti relativi al finale della gara e premiazioni.

cliccfotoahttps://photos.app.goo.gl/6BNe94xUMPqKnMWu9

FOTO ARRIVO CICOGNOLA del guasta

CLASSIFICAassoluto donatore

cliccaALBO D 'ORO TROFEO DEL DONATORE

12 Aprile Sotto tutto quello che si vuole sapere sulle nostre imminenti corse. In copertina Franco Bensi. Qui accanto  quanto vestiva la maglia del Marathon Bike. E' la primissima foto scattata ad atleti nostri. Era il 2006.cliccasquadra a gavorrano

ATTENZIONE! Vuoi essere informato sulle nostre corse (Volantini, Classifiche, Foto, annullamenti ecc. ecc.) tramite il servizio WhatsApp? Aggiungi alla tua lista il numero il  cell 3200808087. Attenzione solo i numeri salvati in rubrica e con il prefisso +39 sono abilitati al servizio). Fatto ciò inviaci un messaggio con scritto NEWS ON.

Trofeo del donatore VOLAN RegoREGOLA clicca Informaz

 

Trofeo Pasquetta luzzetti InfINFORMAZIONI

G.P RIBOLLA G.P ribolla Infinfo RIBOLLA

Trofeo BOTTEGONEIBottegone nfinfo TROFEO BOTTEGONE

Trofeo SCALA SANTAScala Santa Inf TR SCALA SANTA

 

10 Aprile Bello nemmeno da lontano, alto lasciamo perdere, ma sta pedalando davvero forte, troppo. Maurizio Innocenti,  vincitore morale dell’ultimo Trittico Tommasini è il corridore del momento.cliccaMAL_8289 Maurizio sarà sicuramente presente al prossimo Trofeo del donatore di domenica prossima, vincerà? Non sempre vince chi sta meglio. Se il mercoledì per vincere da queste parti  bisogna fare le buche per terra, la domenica è un tantino più facile. Qui accanto tutti i ciclisti che si sono succeduti nel podio del trofeo di domenica prossima. cliccaALBO D 'ORO TROFEO DEL DONATORE

 

Sticciano- Sticciano FOTO a cura di ROBERTO MALARBY In copertina e qui accanto una foto scattata da Malarby a Colicci GianlucacliccaROB_8195

5 Aprile Dopo 7 mercoledì  di corse in maremma, si pubblicano tutte le presenze dei corridori che hanno  vi  hanno preso parte. C’è chi è vento una sola volta (200),c’è invece chi le ha disputate tutte  come, Bellumori, Caselli, Citerni, Degl’Innocenti, Innocenti, Lencioni, Masini, Nacci, Nocciolini e Rinaldini Silvio.cliccaPRESENZE MERCOLEDI Di seguito le prossime gare targate Marathon Bike sino al mese di giugno.

 

 

 

cliccafotocorsein a cura di Roberto Malarby

 

 

3 Aprile Nucera il maremmano! Dopo aver vinto il Trittico Tommasini, Giovanni si impone anche questo pomeriggio alla Sticciano Sticciano, su un’eccellente Nocciolo all’anagrafe Nocciolini Adrianoclicca.MAL_8265 Previsioni azzeccate: Non è piovuto nemmeno una goccia e anche i daini sono stati alla larga, mentre il vento era compreso nel prezzo. Sbagliate invece le previsioni  con meno di 50 alla partenza, con 45 cristiani al via. Abbiamo provato a fa partire, nonno Brunetto, Virginia, la Cacina e la sig.ra Margheriti, ma non erano in regola con le norme sanitarie, quindi quota 50 non raggiunta.cliccaIMG-NONNO BRUNETTO Siamo in attesa delle foto di Roberto Malarby che era sul percorso e alla fine di questa bella giornata, con nessuna caduta, con gli ex Nardello e Santaromita per la prima volta presenti a corse Marathon Bike. 

cliccaASSOLUTI

cliccaCLASS CATEGORIA

cliccaALBO D'ORO STICCIANO STICCIANO

1° Aprile Per presentare la nostra Sticciano Sticciano in programma mercoledì prossimo, abbiano scelto una foto  scattata dal nostro fotografo Roberto Malarby a Federico  Sanetti. Abbiamo postato questo scatto che reputiamo sia il migliore “capolavoro” di Malarby.cliccaMAL_7246 Tornando alla gara di mercoledì, sotto il volantino con le info e l’albo d’oro e le foto dei due  vincitori delle passate edizioni. Alcune variazioni rispetto alle nostre gare fatte di mercoledì a partire dall’orario (15.50!) e l’alzamento a 90 la quota necessaria per la doppia partenza. Tutto a causa del passaggio di due treni nel tratto che porterà i corridori nel circuito da ripetere tre volte.

cliccaVOLANTINO

clicca INFORMAZIONI

cliccaALBO D'OROSTICCIANO STICCIANO

cliccaFERRUZZi

cliccaSENSI

 

marzo Il 13° Trittico Tommasini va a Nucera Giovanniclicca,NuceraGiovanni a uno scatenato Cini Fabio l’ultima prova. E’ questo il verdetto di una giornata funestata dal vento  forte di questi giorni, che ha messo a dura prova tutto  il nostro apparato organizzativo. Bravo Maurizio Innocenti oggi primodi fascia, il regolamento non lo ha premiato come meritava cliccaINNOCENTI MAURIZIO. Premi speciali a Franco Bensi e Alfio Bellumori. L'equipaggio della doppia ambulanza oggi ha  guadagnato la proverbiale pagnotta, ma noi ovviamente avremmo fatto a meno di vederli lavorare. Sotto le classifiche assolute e di categoria, prossimamente quelle dei migliori corridori delle tre prove. Per i comment ANGOLOL DEL PIRATA, per le fotoclicca ROBERTO MALARBY fotocorsa, per i filmati e interviste varie Carlo Pellegrino per la UispUISP grosseto

cliccaASSOLUTO trittico 2 prova

cliccaclassifica categoria 3 prova trittico

VINCITORI DI CATEGORIA CLASS.FINALE (PROVVISORIA!)

ELITE MORI DAMIANO

M1 CINI FABIO

M2 CICOGNOLA RICCARDO

M3 NOCCIOLINI ADRIANO

M4 COLICCI GIANLUCA

M5 RIGIROZZO VINCENZO

M6 INNOCENTI MAURIZIO

M7 NACCI GIUSEPPE

M8 LARI MASSIMO

25 marzo Finalmente ce l‘abbiamo fatta . Dopo svariati podi assoluti di questo scorcio di stagione,  è arrivata finalmente una vittoria di prestigio ai campionati nazionali Usip di cronometro a quattro. Giorgio Cosimi, Francesco Bacci, Alessandro Guidotti e Alessio Minelli, hanno colto questo importante riconoscimento alla  “CRONO DAY”, gara a cronometro a squadre di quattro organizzata dalla Polisportiva Portammare di Pisa in collaborazione con Uisp Ciclismo.cliccaIMG-20190325-WA0001 Il percorso di gara con partenza e arrivo sul lungomare di Marina di Pisa era di 18 chilometri completamente pianeggianti. Il  nostro quartetto grossetano si è imposto con il tempo di 21’19” sulla squadra della Tricycle Colonna, composta da Stefano Bagnoli, Marco Gelli, Tiziano Mariotti e Claudio Melio, che tagliava il traguardo in 21’54”. Sul podio anche il team Ballero formato dai fratelli Alessio e Alessandro Breschi, Alessandro Nannetti e Fabio Falcione, che chiudeva in 21’00.

21 marzo ore 21.07

I daini che questa volta hanno fatto i bravi, l’equipaggio delle due  ambulanze che hanno trascorso il tempo a giocare alla battaglia navale, Nucera che ha fatto le buche per terra nella salita che ha portato gli 88 partenti a Buriano, battendo un certo Cini..cliccaMAL_6583 Sono questi i numeri di questa giornata funestata da un gran vento smorzato un pochino da un percorso abbastanza riparato tra gli abitati di Buriano e Vetulonia. Unica partenza finalmente per i fautori di questa soluzione che a noi non ci piace proprio per niente, ma oggi siamo stati “costretti” da un percorso corto che non permetteva scelte diverse. Ricordatevi che da queste parti prima viene la sicurezza, poi il divertimento e poi tutto il resto. Si effettivamente una partenza sola si gestisce meglio, ma vuoi mettere 90 cristiani tutti in mezzo alla strada, contro i 45? Appuntamento a mercoledì prossima per l’ultima prova del Trittico con partenza alle ore 15.30 dal Bozzone dove si arriverà dopo due giri delle “Strette” ma  dopo aver scalato la bellissima salita della “Scala Santa di Vetulonia, versante del Grilli.cliccacircuito terza prova Tra qualche ore le foto scattate da Roberto Malarby.cliccafotocorseinmarem Per le interviste Carlo Pellegrino per la Uisp. Sotto le classifiche e questa la prima foto postatacliccaMAL_6579-2 clicca.MAL_6580

LA CRONACA DELLA GARA ttp://www.langolodelpirata.

cliccaASSOLUTO

cliccaCATEGORIA

clicca albo d'orotrittico Tutti i vincitori

il Trittico TommasinicliccaALBO D'ORO 2019

Interviste e filmato gara a cura di Carlo Pellegrino per la UISP grosseto

 

14 MARZO La coperta se la tiri da una parte scopri l’altra ovvero se accontenti qualcuno  scontenti altri, ma una cosa è emersa dalla prima prova del Trittico Tommasini, con 5 fotografi all’arrivo siamo risaliti che tra il vincitore della prima fascia Mori e il secondo ovvero Margheriti solo 7 centimetri li hanno divisi.MORI-1068x600. Sotto tutto quello che c’è da sapere sulla prova che ha sancito la splendida vittoria di Innocenti Maurizio nella seconda partenzacliccaCIN_6197, tranne le generalità del daino che ancora una volta ha sdraiato un paio di corridori prima dell’inizio della gara..

INTERVISTE grosseto

FOTO fotocorseinmaremma.com

CLASSIFICACATEGORIA

CLASSIFICAASSOLUTO

cliccaCLASSIFICA A PUNTI UFFICIALE

cliccatrittico ALBO D'ORO Tutti i vincitori

 

13 MARZO Mori Damiano e Maurizio InnocenticliccaDSCN1898 solo loro i primi vincitori  della prima prova del Trittico Tommasini. Cala il sipario su questa  prima tappa con 83 cristiani alla partenza che come regolamento, hanno fatto si che  si adottassero le due partenze. Sotto le classifiche odierne seguiranno foto di Malarby Robertocliccafotocorseinmaremma.com e filmato ed interviste a cura di Carlo Pellegrino nella mattinata di domani.cliccaUISP grosseto Per saperne di più come al solito sull’Angolo del piratacliccattp://www.langolodelpirata.it/category/news/.Ecco le prime foto dei due vincitori scattate da MalarbycliccaCIN_6197 cliccaCIN_6178

cliccaCATEGORIA

cliccaASSOLUTO

clicca ATTENZIONE ALLE CATEGORIE CON MENO DI 7 PARTECIPANTI, SONO PENALIZZATE! CLASSIFICA GENERALE DOPO LA PRIMA PROVA cliccaCLASSIFICA A PUNTI Non ancora ufficiale.

 

8 MARZO Mercoledì prossimo parte il Trittico Tommasini. Sostanziali modifiche al regolamento, ovvero punti anche agli assoluti delle due fascie. Uscirà un solo vincitore e 10 delle rispettive categorie.Attenzione alle seconda prova che per via di un circuito corto, possibilità concrete di partenza unica.

cliccaTRITTICO TOMMASINI 2019 VOLANTINO

il Trittico TommasinicliccaALBO D'ORO 2019

clicca VINCITORI DI DI TUTTE LE PROVE

MERCOLEDI' 13 MARZO 1^ TRITTICOcircuito prima prova

MERCOLEDI' 20 MARZO 2^ TRITTICOcircuito seconda prova

MERCOLEDI 27 MARZO 3^TRITTICO circuito terza prova

6 MARZO Sensi DanilocliccaARRIVO e Ferruzzi Stefano,cliccaARRIVO sono loro i vincitori della "Corsa del Grilli" di questo pomeriggio. Sotto le classifiche e qui accanto le foto di Malarby Robertocliccafotocorseinmaremma

cliccaASSOLUTO

cliccaCATEGORIE

cliccaALBO D' ORO CORSA DEL GRILLI

 

Domani mercoledì 6 marzo si corre al Grilli. Percorso abbordabile per tutti. Qui accanto la foto di Luca Staccioli il più assiduo delle nostre corse assieme all'amico Franco Bensi della Stefan. Sarà per i premi che diamo? Non credo proprio...cliccastaccioli

CORSA DEL GRILLI CORSA DEL GRILLI

cliccaINFORMAZIONI UTILI corsa del grilli

cliccaALBO D' ORO CORSA DEL GRILLI

 

3 marzo Il secondo trofeo “Sementarecce” va a “LellaLecca” all’anagrafe Fanciulli Claudioal secondo posto assoluto Timitilli Alessandro e al terzo Fiorentini Francescocliccaasdsasasasa.Cala il sipario anche su questa bellissima manifestazione che ha visto alla partenza 41 cristiani che si sono dati battaglia su un percorso decisamente bello e impegnativo sotto un sole primaverile. In serata le foto scattate da Roberto Malarby.cliccafotocorseinmaremma.com

videoDaviddi https://www.youtube.com/watch?v=Ao8Dvvk1MaY

cliccaassoluti aw

cliccacategorie s

cliccaALBO D' ORO SEMENTARECCE

 

28Febbraio Sotto tutto quello che è successo ieri alla gara di Montemassi, per le interviste e immagini nel primo pomeriggio su:filmato interviste commenti http://www. ANGOLO DEL PIRATA

FOTO ROBERTO MALARBY.

FOTO ARRIVO E PREMIAZIONI oo.gl/kiwVAjSyssAWR1ML6

cliccaCLASSIFICA CATEGORIE

clicca CLASSIFICA  ASSOLUTO

albo d'oro MONTEMASSI

mercoledì al Grilli!

MERCOLEDI 6 MARZOCORSA DEL GRILLI CORSA DEL GRILLI

cliccaINFORMAZIONI UTILI corsa del grilli d

cliccaALBO D' ORO CORSA DEL GRILLI

27Febbraio Nucera c’era e se ne è accorto suprattuto un grande Bacci che per l’ennesima volta è salito sul podio ma non come primo.Maremma bucaiola. Ancora una volta battuto nei metri finali della gara.cliccaCIN_5348 Al terzo posto della prima fascia del trofeo Montemasssi si è piazzato Bellini Dario. Nella seconda fascia, i cristiani alla partenza era 81 e come da regolamento  ci sono state due partenze, primo Ferruzzi Stefano che l’ha spuntata per 40 centimetri sull’leggendario Andrea Tafi. Al terzo Del Guasta Federico. In serata  o massimo domattina le foto,cliccaROBERTO MALARBY filmati ecc. albo d'oro MONTEMASSI

cliccaCLASSIFICA CATEGORIA

clicca ASSOLUTO

26 Febbraio Al primo anno con il Marathon Bike, e prima volta che sale sul gradino più alto del podio nella categoria M4 nella classifica finale del Trofeo d’inverno Uisp. Alessandro Costantini, dà Castiglione della Pescaia, si ritaglia quindi un piccolo spazio ma significativo nella storia dei successi del Marathon Bike.cliccaIMG-2019022 A Follonica all’ultima prova, presenti per il Marathon Bike, anche Daviddi, Picotti, Simonelli,Bassi, Muscio  e Pacini Sempre nella MTB benne sta andando “Leccalecca” di nome Claudio e cognome Fanciulli che ha preso residenza sul podio del Trittico Laziale. Terzo domenica a Bracciano e secondo nella classifica generale di categoria.cliccaleccaLeccaS Presente   per il Marathon Bike in questa gara anche Turconi Turconi Ivan giunto al traguardo 21° su 250 partenti Su strada bella prova dei nostri a Grosseto con ancora un podio assoluto di Alessio Minelli. Poteva andare meglio? di sicuro, ma poteva andare anche molto peggio, quindi prendiamo quello che ieri a passato il convento compreso un vento davvero record.

21 Febbraio Cala il sipario anche sulla quinta gara organizzata da noi nella stagione 2019. Qui si possono scaricare le foto di Malarby,cliccacliccafotocorseinmaremma che ovviamente ringraziamo, e della  Volata e premiazione,cliccaCLICCAfoto. nonché la classificaCLASSIFICA- Albo d’oro.cliccaALBO D'OROBOZZONE Mercoledì siamo a Montemassi una garetta decisamente interessante visto l’arrivo.Lla foto in copertina e qui accanto, ritrae Gianluca Citerni al termine della garacliccaDSC_6001 (150)

clicca INFORMAZI montemassi

cliccavol.Gran Premio Montemassi 2019

cliccaalbo d'oro M

CLICCAfoto premiazione e volata finale.

ALBO D'OROBOZZONE

20 Febbraio Sotto la classifica del Trofeo “Bozzone” gara che si è corsa oggi pomeriggio al Bozzone di Vetulonia. Sessantotto cristiani e un daino che ha visto bene di andare a fare i suoi bisogni dall’altra parte della strada proprio mentre passavano i nostri.Un po' di paura ma niente di che, comunque la prossima volta faccia più attenzione!! Per i commenti seri domattina sull’Angolo del Pirata, cliccattp://www.langolodelpirata. mentre per le foto tipo questa dell’arrivo,clicca3-Corsa ciclisti bisogna aspettare qualche ora  quando il “Mago Malarby” le pubblicherà sul suo sito, tutte targate Bassi Bike.Una menzione solo su i primi quattro arrivati. Allora ha vinto con merito Lorenzo Natali, su Mori Damiano e sul nostro “Fotomodello di Sticciano Alto” che continua purtroppo a perdere le corse per veramente un niente. Grande gara per Francesco Bacci, aiutato ovviamente da tutta la squadra del Marathon Bike. C'è comunque un po' di rammaricocliccaarrivooo Al quarto posto un certo Andrea Tafi (penso sia la prima volta che corre da queste parti) che ha onorato una corsa “fatta in casa” lui che di podi se ne intende un pochino. Oggi è toccato al nostro umile podietto!!!!DSCN1814

 

17 Febbraio Con la pubblicazione del filmato ritraente alcuni momenti delle due gare disputate ieri mattina al trofeo “Bastione Garibaldi”, cala il sipario sul primo trofeo d’inverno Uisp. Le due partenze di ieri hanno di fatto creato qualche giustificato malumore. Infatti le due fasce erano composte, la prima da 76 corridori, la seconda con 33. Ma se anche il regolamento prevedesse la possibilità di noi organizzatori di far “slittare” la categoria  M4 dalla prima alle seconda partenza, questo non è stato possibile. In questo caso le fasce sarebbero state sicuramente più equilibrate e addirittura più sicure, avendo 63 partenti da una parte e 46  dall’altra, ma questo avrebbe potuto compromettere il risultato assoluto e di categoria del trofeo. Quindi per noi i conti tornano eccome. Detto questo tenete presente che a partire da mercoledì prossimo (20 febbraio) con il trofeo Bozzone, rimane a facoltà di noi organizzatori in caso di doppia partenza (81! partenti) la cat M4 potrebbe essere nella prima partenza o nela seconda. Tutti non si accontentano? Prima la sicurezza, poi il divertimento, tutti gli altri aspetti ci interessano ma non più di tanto . Qui accanto i nostri "Nocciolo" e "Nocciolina", la fortuna del Marathon Bike, come quello che scatta le foto ogni domenica per noi (Roberto Malarby!).cliccaBastione Garibaldi 2019 (434)

FILMATO GARA

.INTERVISTE

Foto diMALARBY ROBERTOfotocorseinmaremma.com

PREMIAZIONIE VARIEhttps//photos.app.goo.gl/

ALBOALBO D'ORO GARIBALDI

17 Febbraio 2019 Borzi-Bensi-Turchi, cliccaDSCN1776 è il podio assoluto del primo trofeo  d’inverno Uisp di corsa  su strada. Confermate le previsioni della vigilia con “Mandingo” Borzi che conferma davvero un momento di grazia arrivando si può dire “appaiato” con il vincitore della sua fascia ovvero il bravo Roberto Brunacci. Per la prima volta in assoluto quindi una donna (Chiara Turchi!)  sale sul trono in una corsa a tappe. Le gare odierne, visto che ci sono state 2 partenze ha visto la prima fascia andare appannaggio di Domenico Passuello che l ‘ha spuntata  in volata su Pisani Vincenzo.clicca3-video Nella seconda come detto si è imposto Roberto Brunacci su Borzi Luciano. clicca2-video skeep In serata commenti, video, foto e quantaltro. Intanto si pubblica la classifica odierna, poi seguira quella del circuito che comprendeva quattro prove.

cliccaprima pagina

cliccaseconda pagina

I PREMIATI DI CATEGORIA A PUNTI FINALE

cliccaCLASSIFICAfinale

TROFEO D'INVERNOCLASSIFICA

15 Febbraio 2019 In Marathon Bike dà il benvenuto a tutti quelli che vorranno partecipare alle nostre gare di mercoledì. Si Parte con il Trofeo Bozzone del 20 di febbraio con una gara semplice semplicecliccaINFORMAZIONIcon un arrivo dove l'atra domenica Margheriti ha beffato Minelli per soli 15 centrimetri.cliccaarrivo ve Sotto tutte le nostre gare infrasettimanali con dentro anche il nostro fiore all'occhiello ovvero il Trittico TommasinicliccaALBO D'ORO 2019 Qui accanto una delle migliori foto scattate da Malarby al Bastione Molino a Vento a Benvenuti Fabrizio.cliccaCIN_4718 . Vi ricordo che spessissimo alle nostre prossime gare ci sarà il fotografo e gli scatti di Roberto Malarby li potrete scaricare (integrali!) sul suo sito.FOTO Roberto Malarby otocorseinmaremma.com

LE NOSTRE CORSE DI MERCOLEDI'

MERCOLEDI' 20 FEBBRAIOtrofeo bozzone BOZZONE 2019 (3)

MERCOLEDI 27 FEBBRAIOtrofeo MONTEMASSI Montemassi

MERCOLEDI 6 MARZOCORSA DEL GRILLI CORSA DEL GRILLI

MERCOLEDI' 13 MARZO 1^ TRITTICO TOMMASINI 2019

MERCOLEDI' 20 MARZO 2^ TRITTICO TOMMASINI 2019

MERCOLEDI 27 MARZA3^TRITTICO TOMMASINI 2019

MERCOLEDI' 3 APRILESTICCIANO STICCIANO STICCIANO

 

clicca (REGOLAMENTOTROFEO d'inverno2019)

LE NOSTRE CORSE DI MERCOLEDI'

MERCOLEDI' 20 FEBBRAIOtrofeo bozzone BOZZONE 2019 (3)

MERCOLEDI 27 FEBBRAIOtrofeo MONTEMASSI Montemassi

MERCOLEDI 6 MARZOCORSA DEL GRILLI CORSA DEL GRILLI

MERCOLEDI' 13 MARZO 1^ TRITTICO TOMMASINI 2019

MERCOLEDI' 20 MARZO 2^ TRITTICO TOMMASINI 2019

MERCOLEDI 27 MARZA3^TRITTICO TOMMASINI 2019

MERCOLEDI' 3 APRILESTICCIANO STICCIANO STICCIANO

11 Febbraio 2019 E se il Trofeo d’inverno lo vincesse una donna? Improbabile ma non impossibile. La matematica  lascia un piccolissimo spiraglio alla MaciicliccaDSC_6497 che ha 35 punti ma che dovrebbe fare l’assoluto e portarsi a casa i 17 punti per raggiungere e superare “MandingoBorzi” che guida la  classifica con 51.cliccaBORZI Ma già il fatto che una donna lotti per un podio assoluto (vengono premiati i primi tre assoluti e i 10 primi di categoria!) è un risultato che noi da queste parti riteniamo straordinario, visto che per anni di donne nemmeno l’ombra... Ecco spiegato il calo demografico delle nascite. A parte i versi, oltre al Borzi super favorito, buone probabilità per Franco Bensi(qui ritratto quando correva con il Marathon Bike!cliccabensi ) che di punti ne ha 45 e Alessandro Guidotti con 40 punti.cliccaguidotti tri Sotto tutto quello che è successo ieri e alcuni dati di domenica.

clicca FOTO Roberto Malarby otocorseinmaremma.com

cliccaclassifica10

cliccaALBO D'ORO

 

clicca:FOTO VOLATA E PREMIZIONI

cliccaTROFEO D'INVERNOCLASSIFICA PER CATEGORIE

cliccaASSOLUTA TROFEO

cliccaINTERVISTE http://www.ui

DOMENICA ULTIMA PROVA

cliccaInformazioni Garibaldi 2019

cliccaALBO D'ORO GARIBALDI

cliccaVOLANTINO BASTIONE GARIBALDI 4

 

10 Febbraio 2019Quindici centimetri più o meno hanno fatto la differenza tra il vincitore Margheriti Lucio e un grande Alessio Minelli alla prima uscita stagionale.clicca30terentacliccaDSC_6 cliccaarrivo ve I numeri del trofeo Bastione Molino a Vento gara che si è disputata questa mattina al Bozzone di Vetulonia vengono riassunti così: 66 cristiani alla partenza, 2 ambulanze con nessuna caduta, un fotografo al seguito e addetto stampa Uisp.cliccaUISP Per commeniti sul sito dell’Angolo del Piratacliccattp://www.langol e fotoclicca Roberto Malarby otocorseinmaremma.com L'importanza per i giudici il numero che si ripete...cliccal'importanza del numero che si ripete..

cliccaclassifica10

cliccaALBO D'ORO

clicca:FOTO VOLATA E PREMIZIONI

cliccaTROFEO D'INVERNOCLASSIFICA PER CATEGORIE

cliccaASSOLUTA TROFEO

7 Febbraio 2019 Non sarà prestigioso come il Trofeo Landi, ma la cosa di Pasquetta del prossimo 22 aprile si appresta ad essere interessante. Un percorso semplice semplice per non rischiare di complicarsi la vita nel traffico che per l'occasione e superiore alla media, con un finale decisamente interessante e se vuoi anche selettivo.cliccaINFORMAZIONI Un chilometro di salita per arrivare al traguardo non lontanissimo dalla tomba del diavolino di Vetulonia.cliccaarrivo E' il "Trofeo Gualtiero Luzzetti" di 60 km.cliccavolantino Sotto tutto sulla corsa di domenica.

cliccaInformazioni molino a vento 2019 del 10 febbraio

cliccaALBO D'ORO Molino a vento

cliccaVOLANTINO BASTIONE MOLINO A VENTO

clicca(REGOLAMENTOTROFEO 2019)

clicca.CLASSIFICA a punti dopo le prime due prove

Nell’occasione si rammenta che il 20 febbraio il Marathon Bike partirà con le gare di mercoledì con il Trofeo Bozzone.cliccavolantino BOZZONE

3 Febbraio 2019

Si pubblicano volentieri le foto  scattate Domenica scorsa al “Bastione cavallerizza” per evidenziare l’importanza di mettere bene il numero sulla schiena.cliccahttps://photos.app.goo.gl/JJ4HmLPyHPNvLxD36 Nell’occasione si pubblicano anche i prossimi eventi a partire dalla terza prova del Trofeo D’Inverno Uisp di domenica prossima.

cliccaInformazioni molino a vento 2019 del 10 febbraio

cliccaALBO D'ORO Molino a vento

cliccaVOLANTINO BASTIONE MOLINO A VENTO

clicca(REGOLAMENTOTROFEO 2019)

clicca.CLASSIFICA a punti dopo le prime due prove.

Nell’occasione si rammenta che il 20 febbraio il Marathon Bike partirà con le gare di mercoledì con il Trofeo Bozzone.cliccavolantino BOZZONE

30 gennaio 2019 Nel segnalare l’importante passaggio di Angelo OrsinicliccaCIN_4400 al team di Rosi Maurizio, (violata la Privacy?) A seguire si posta  tutto quello che è  la prossima gara del Trofeo d’inverno Uispovvero il Bastione Mulino a Vento. Finalmentetre ragazze che si giocano la vittoria finale, ma attenzione anche per la classifica finale se continuano ad essere minimo tre alla partenza Vedasi regolamento.(REGOLAMENTOTROFEO 2019) Le tre ragazze sono Macii Elena con punti 25, Saboca Maria Pia con 23 e Turchi Chiara con 18.CLASSIFICA Questa l'ultima volata a favore di Maria su Elenaclicca.maria eklena

Nell’occasione si rammenta che il 20 febbraio il Marathon Bike partirà con le gare di mercoledì con il Trofeo Bozzone.cliccavolantino BOZZONE

cliccaInformazioni molino a vento 2019

cliccaALBO D'ORO Molino a vento

cliccaVOLANTINO BASTIONE MOLINO A VENTO

28 gennaio 2019 Le gare ciclistiche  hanno diverse fasi, tutte ovviamente importanti. La prima riguarda gli organizzatori, che partono dalle varie domande, alle ambulanze, premi, scorte tecniche, dottori, sicurezza dei percorsi, premi ecc. ecc. La seconda importante  come la prima, è quella che tutto vada bene e soprattutto la sicurezza dei corridori e accontentare e far divertire più persone possibile. Poi entrano in scena  i giudici che devono accertare prima durante e poi, la regolarità del tutto. Compreso stilare la classifica. Si, stilare la classifica è importantissimo come  tutti gli altri aspetti, anzi... Saltare un corridore anche se non a premi è una cosa molto fastidiosa se questo si verifica. E’ proprio in questo punto che nonostante il Marathon Bike ha predisposto un numero coloratoper ogni categoria,cliccaCOLORI che si ripete in tutti i lati per semplificare eventuali numeri messi male, ancora qualche problemuccio si verifica.cliccarossoooee 200 Ecco alcuni casi dove si accumula ritardo nell’identificare un corridore piuttosto che un altro. Prendiamo domenica mattina al Bastione Cavallerizza: Primo caso che riguarda il grande “Brunetto”cliccasane che si è dimenticato la mantellina addosso, a seguire un numero che si stacca, cliccastacca ancora una coincidenza che non ti fa leggere il numerostaccca, per non soffermarsi su quelli che mettono il numero dalla parte sbagliata o addirittura si scambiano il numero tra di loro. Insomma una situazione quella del numero che non si vede, che talvolta mette a dura prova tutto l’apparato organizzativo, che si può protrarre  per ore. Fate attenzione se poi non vi trovate in classifica la colpa il più delle volte è vostra. Detto questo l’unico autorizzato a  mettere il numero dove vuole o addirittura non metterlo per niente è Diego Giuntoli, vuoi perché arriva sempre sul podio, vuoi perché è unico inimitabile. Anche il fotografo ha aggiustato il tiro dopo alcuni scatti venuti un po’ scuri..... Grande Diego, inimitabile Diego.cliccagiunto Sotto tutto quello che si può sapere sulla gara di ieri

27 gennaio 2019 Quota 100 alla seconda prova del Trofeo d’inverno Uisp disputatasi questa mattina al Bozzone di Vetulonia. Cento cristiani sono  arrivati da noi nonostante un freddo e l’allerta meteo di questo periodo. Il “Killer” venuto da lontano all’anagrafe Agostini Giammarco e “Mandingo” Borzi Luciano hanno vinto le proprie fasce di appartenenza.cliccaborzi e agostini Tutto bene tutto bello? Ma meglio! Una caduta durante il tragitto ha rovinato l’umore del sottoscritto e non solo. La sistematica doppia ambulanza predisposta da qualche tempo da queste parti, anche quando i partenti e il tracciato non lo richiederebbero, ha fatto sì che la corsa continuasse regolarmente. Ma il dispiacere rimane e molto, anche se poi  il ragazzo coinvolto sta bene e non ha riportato conseguenza. Qualcuno è rimasto danneggiato anche in termini di piazzamento all’arrivo da questa caduta, ma questo fa parte di questo bellissimo sport, che a volte però ti presenta il conto sia ai corridori sia a noi che chi organizza. Passando alle cose positivi, oltre “quota 100” in casa nostra ovvero il Marathon Bike, ancora una prova eccellente di Alessandro Guidotti che è arrivato terzo assoluto, ma dietro Agostini e Giuntoli e quasi una vittoria visto lo spessore dei due.cliccaALBO D'ORO. Le foto scattate da Roberto Malarby si potranno scaricare dal suo sito sempre in serata sul sito di Roberto Malarby che ovviamente si ringrazia del servizio che mette a disposizione sia nel mondo del ciclismo sia nel podismo.  fotocorseinmaremma.com Il grande Busdra caduto oggi al pronto soccorsocliccaIMG-20190127

CLASSIFICACAVALERIZZA

CLASSIFICA CLASSIFICA DOPO LA SECONDA PROVA

25 gennaio 2019Correva l’anno 2007 quando ci balenò l’idea di organizzare delle manifestazioni durante la settimana. Nasceva  in quell’anno il “Trittico D’oro cicli Tommasini” proprio nel mezzo della settimana, il mercoledì. Siamo al 13° anno con tanti vincitori succeduti e solo “Brunetto”  all’anagrafe Bruno Sanetti dà Viterbo, ha concesso il bis.  In questa edizione cambia sostanzialmente anche l’assegnazione dei punti ai primi cinque di ogni categoria, e anche i percorsi, la prima e terza prova, se pur con le stesse prerogative di quando nacque la manifestazione, cambiano. Ecco qui accanto il volantino e a seguire l ‘albo d’oro.cliccaTRITTICO TOMM cliccaALBO D'ORO 2019

21 gennaio 2019 Domenica mattina, 27 gennaio,la seconda prova del Trofeo d'inverno con il "Bastione Cavallerizza"clicca CAVALLERIZZA INFOINFORMAZIONI Qui accanto l'albo d'orocliccaALBO D'ORO . Sotto la classifica dopo la prima prova e le info sulle altre due gare.Attenzione alla gara del 10 di febbraio considerato che ci sono state delle modifichecliccaINFOVOLA Molino a vantocliccaInformazioni molino

CLASSIFICA A PUNTI DOPO LA PRIMA PROVA CLASSIFICA

cliccaBASTIONE GARIBALDI INFO INFORMAZIONI

REGOLAMENTOTROFEO (REGOLAMENTO) 2019

12 gennaio 2019 Sotto la classifica provvisoria del Trofeo d’inverno e a seguire le info e volantini delle prossime gare con il regolamento generale. A tal proposito si comunica che ci sono state delle modifiche al tracciato della terza prova,  anche l’arrivo è stato spostato. Infatti in previsione della doppia partenza, nei quattro giri in programma, c’era la concreta possibilità che la testa della prima fascia raggiungesse alcuni corridori della seconda partenza. Quindi i giri sono stati portati a 3 e l’arrivo spostato di circa 3 chilometri avanti nello “strappetto” di Poggio Alberi. Km 60 circa.Attenzione al colore del vostro numero, sara sempre quello con gare Marathon Bike...cliccaCOLORI

CLASSIFICA A PUNTI DOPO LA PRIMA PROVA CLASSIFICA

clicca PROSSIMA GARACAVALLERIZZA INFOINFORMAZIONI

cliccaINFOVOLANTINO Molino a vantocliccaInformazioni molino

cliccaBASTIONE GARIBALDI INFO INFORMAZIONI

REGOLAMENTOTROFEO (REGOLAMENTO) 2019

10 gennaio 2019 Un detto recita “ se la coperta la tiri da una parte si scopre d’altra” quindi in poche parole  se accontenti uno magari ne scontenti un altro.. Ma su una cosa siamo tutti d’accorto: garantire il massimo impegno per la sicurezza del corridore in corsa. Anche se certe volte la fatalità..cliccaDSC_6358 Ecco appunto che il Marathon Bike e Uisp hanno predisposto la “sistematica” doppia partenza in caso del superamento delle 75 persone al via, questo almeno per le prove del trofeo d’inverno. Poi si aggiusterà il tiro, ma penso che si andrà poco lontano dal regolamento attuale. A Grosseto il Marathon Bike categorico per far divertire e dare più sicurezza ai più, quindi adottata la linea categorica della “doppia partenza”. Andiamo avanti. Transenne al traguardo ci sono, anche se le gare organizzate da noi sono in prevalenza fuori città quindi le transenne servono solamente a colorire l’arrivo.cliccaCIN_3843 Andiamo avanti. Serviva uno striscione all’arrivo per guidare i velocisti: eccolo.cliccaCIN_3855 Andiamo avanti. I numeri in bianco e nero creavano confusione sia ai ciclisti in corsa (identificare il potenziale avversario), ma soprattutto  ai giudici che alle volte dovevano veramente essere bravi per interpretare quello piuttosto che quell’altro corridore che tagliava il traguardo. Oggi abbiamo un numero che agevola non poco il lavoro dei giudici con 5 numeri e numeretti che si ripetono nei quattro lati.cliccarossooo 200 A tal proposito chi avrà la prima volta il numero di colore verde, avrà sempre lo stesso colore, sennò di sicuro è stato commesso un errore nell’assegnazione del numero, memorizza.cliccaCOLORI Ma se lo metti dalla parte sbagliata…parte sbagliata Ma quello che sta facendo la differenza, o ha fatto la differenza nelle corse targate Marathon Bike Uisp, secondo  chi scrive è il fotografo al seguito (Malarby Roberto!). Anche qui, come nel caso della sicurezza dei corridori, siamo tutti d'accrodo!cliccaDSC_6335 Il suo sito con le foto di domenicacliccafotocorseinmaremma.com

Foto di Roberto Malarby fotocorseinmaremma.com

8 gennaio 2019 La seconda prova del trofeo d’inverno, si svolgerà il 27 gennaio. Sotto la classifica di anno scorso, l’albo d’oro, le informazioni, classifica dopo la prima prova, volantino e regolamento.Un ringraziamento a Roberto Malarby, per le sue plendide foto scattate al "Maiano" come questacliccaCIN_3758 e come questa leggermente ritoccata che vede protagonisti tre atleti StefancliccaCIN_3735

cliccaclassifica

cliccaTROFEO D'INVERNO (REGOLAMENTO) 2019 d

cliccaALBO D'ORO CAVALLERIZZA 2018

CLASSIFICA A PUNTI TROFEO D'INVERNO CLASSIFICA

clicca PROSSIMA GARAvolantino

cliccaINFORMAZIONI Cavallerizza 2019

7 gennaio 2019 Al primo posto nell’albo d’oro della 6 edizione del trofeo Bastione Maiano, gara disputata il giorno della Befana, ci sarà Chiapparino Alessandro.cliccaaleqqw Diego Giuntoli, arrivato secondo al traguardo, rimarrà la sportività dimostrata nell’occasione. Non  un accenno di contestazione, non un borbottio o malumore o un calcio a una sedia, niente, proprio un bel niente. Ha accettato il verdetto della giuria dimostrando che si può vincere anche arrivando secondi. Non era facile per nessuno, di questo siamo sicuri. Queste sono le foto della volata in nostro possesso che dimostrano veramente la pochezza della differenza tra i due.cliccaIMG-20190106-WA0003 Un tiepido dubbio è ovvio che rimanga.cliccaIMG-20190106-WA0004 Allora  bravissimo Chiapparino, ma complimenti a Giuntoli per come ha gestito la situazione che non era delle più semplici! Qui accanto alcuni dei  nostri arrivi del 2018, dove non c’è stato bisogno di ricorrere a fotofinishclicca.IMG-20180310-WA00aa Le foto si possono sacricare sul foto di Roberto Malarby che ormai fa parte della carovana del marathon Bike. Un valore aggiunto? certo!cliccafotocorsei

cliccaALBO D'ORO

cliccaclassifica bastione maiano

CLASSIFICA A PUNTI TROFEO D'INVERNO CLASSIFICA

cliccaIMG_20190106_121350_1

cliccaIMG_20190106_121101

clicca PROSSIMA GARAvolantino

INTERVISTE UISP grosseto

6 gennaio 2019 "Mandingo" Borzi LucianocliccaCIN_3842 e Chiapparino Alessandroclicca,CIN_3823 sono i vincitori delle rispettive fasce al sesto trofeo "Maiano.cliccaALBO D'ORO Sotto la classifica e la foto della premiazione di Borzi e Chiapparino, in serata le foto sul sito di Malarby Robertofotocorsei le interviste e video su UISP grosseto. Classifica a punti dopo la prima prova. I commenti sull'angolo del Piratao.ttp://www.langolodelpira I nostri del Marathon Bike? Benissimo, soprattutto Alessandro Guidotti primo di categoria.

cliccaclassifica bastione maiano

CLASSIFICA A PUNTI TROFEO D'INVERNO CLASSIFICA

cliccaIMG_20190106_121350_1

cliccaIMG_20190106_121101

clicca PROSSIMA GARAvolantino

3 gennaio 2019 Il 6 gennaio ripartono le gare organizzate dal marathon Bike nel settore del ciclismo su strada. Sotto il regolamento(modificato!) e i volantini delle quattro gare che faranno parte del Trofeo D'inverno.

REGOLAMENTOTROFEO (REGOLAMENTO) 2019

6 gennaio volantino BASTIONE MAIANO

27 gennaio volantino BASTIONE Cavallerizza

10 febbraioVOLANTINO BASTIONE MOLINO A VENTO

17 FebbraioVOLANTINO BASTIONE GARIBALDI 4

PRIMO DELL'ANNO! Il Marathon Bike fa un salto avanti, anzi tre! Uno scatto micidiale di quel mago della foto Malarby, riprende tre dei nostri alla fine della “Maremmata” di inizio anno.cliccaCIN_3627 proprio a due passi da dove venne immortalata sua figlia Serena in uno scatto storicocliccatuttes Oltre alla splendida foto scattata da Malarby, si pubblica volentieri anche questa fatta sempre da Roby due giorni fa al “Sei Bastioni” del 30 di dicembre, dove lo scatto riprese Federico Rispoli su una ruota sola.cliccaCIN_3278-2 erano le prove per oggi.. Tutto questo per dire che Malarby è veramente un valore aggiunto per tutti noi, sia podisti che ciclisti.Sotto l'articolo del Giunco sulla corsa di questa mattinaclicca1.1.2019 Ecco invece il sito dove scaricare le sue foto di oggi, domani, sempre...cliccamaremmatafotocorseinmaremma.com

PRIMO DELL'ANNO! Per il quarto anno consecutivo  noi del  Marathon Bike a braccetto come al solito con l’Avis Grosseto e la Uisp, abbiamo riproposto questa mattina, primo dell’anno, la  classicissima “Maremmata” corsa podistica in voga negli anni 80. Anche quest’anno intitolata a Domenico Picciocchi, figura storia di Marina di Grosseto e atleta Marathon Bike. Una corsetta tra amici, che è partita dalla Chiesa di Marina di Grosseto alle ore 10.45, per terminare alle gradinate del velodromo di Grosseto. Cinquantuno pettorali consegnati con una sessantina di persone coinvolte a vario titolo. Alla fine un buffet per tutti. Non ci sono stati vincitori, come ovviamente era nello spirito della manifestazione, solo per la cronaca i primi ad arrivare al traguardo sono stati Cheli Luigi e Nicola Grasso tra gli uomini e Cristina Gamberi tra le donne. E stato dato un solo premio, e importante, ovvero la soddisfazione di noi organizzatori nel vedere persone sorridenti all’arrivo tra qualche brindisino e stretta di mano. Un ringraziamento a Roberto Malarby che ci segue sempre alle nostre iniziative. Nel suo sito a partire da stasera le foto scattate questa mattinafotocorseinmaremma.com

30 dicembre 2018 Siamo arrivati alla fine di questa stagione che ci ha visti organizzare 39 avvenimenti sportivi con  l’ultima la spettacolare “Sei Bastioni” gara di MTB. Un ringraziamento a tutti i convenuti soprattutto a Bassi Andrea che  ha realizzato un percorso veramente suggestivo e apprezzato. Ha vinto Federico RispolicliccaCIN_3278-3 sul nostro nuovo “gioiellino LeccaLecca”, ovvero Fanciulli Claudio. Partiti in 43 che per essere la prima volta ci ha soddisfatti ampiamente, tenuto conto che, con qualche manciata di corridori più poteva essere un problema ovviato dalla doppia partenza. Il dottore ha fatto le parole crociate con quelli della Croce Rossa è questa la cosa più importante, il resto ci soddisfa alla grande… Sotto la classifica e in serata le foto di Roberto Malarby cliccafotocorseinmaremma.com

CLASSIFICAclassifica 6 bastioni

CLASSIFICACLASSIFICA PER CATEGORIE

21 dicembre 2018 Chiusura con il botto il giorno prima dei botti veri e propri, della stagione organizzativa che ci ha visti organizzare 39 manifestazioni in tutto il territorio provinciale. C’è scappato pure il record (se c’è qualcuno che ha fatto uguale ce lo dica!). Infatti il Marathon Bike ha organizzato almeno una manifestazione in tutti i mesi dell’anno. Caldo, freddo, autunno, inverno, estate, con la pioggia e con il sole cocente.  Domenica 30 dicembre alle ore 10 dalla Piazzetta del Monte dei Paschi di Grosseto prenderà il via la Sei Bastioni di M.T.B. Dieci categorie (Elite-M8) per tre premiati, come viene fatto per le gare di ciclismo su strada.cliccaprovaUff 2018 Un percorso ricavato tutte le mura e toccherà veramente tutti gli angoli più belli.cliccapiantacolori Poi subito l'inizio dell'anno, precisamente il 6 gennaio con la gara su strada6 gennaio volantino BASTIONE MAIANO

22 novembre 2018 Il 6 gennaio ripartono le gare organizzate dal marathon Bike nel settore del ciclismo su strada. Sotto il regolamento e io volantini delle quattro gare che faranno parte del Trofeo D'inverno.

REGOLAMENTOTROFEO D'INVERNO 2018

6 gennaio volantino BASTIONE MAIANO

27 gennaio volantino BASTIONE Cavallerizza

10 febbraioVOLANTINO BASTIONE MOLINO a VENTO

17 FebbraioVOLANTINO BASTIONE GARIBALDI 4

11 dicembre 2018 Porto Santo Stefano patria dei talenti? Speriamo di sì. Dopo “Buscherini” come viene chiamato comunemente Jacopo Boscarini, dominatore da qualche anno nel podismo in provincia di Grosseto e non solo, ecco che come d’incanto   nella MTB, il Marathon Bike pesca proprio all’Argentario un corridore che potrebbe  portare qualche vittoria in casa nostra. Si chiama Claudio di cognome Fanciulli, ma chiamato comunemente “Leccalecca”, che alla seconda apparizione con i nostri colori ha già messo tutti in fila. Speriamo appunto che segua le orme di Buscherini anche se di pasta e pescetti ne deve mangiare ancora molti clicca FANCIULLI CRONOVIOLINA

 

9 dicembre 2018 La prima volta non si scorda mai. E’ arrivata  la prima vittoria di un corridore marathon bike, inaspettata ma al quanto gradita in mtb. Un Portasantostefanese di nome Claudio e di cognome Fanciulli al secolo "Leccalecca alla seconda apparizione con i nostri colori, si aggiudica la cronoViolina di circa 10 km.cliccaIMG-20181209-WA0002 Bene anche gli altri presenti alla cronoscalata con Alessandro Costantini primo di categoria.cliccaIMG-20181 Questa la classifica cliccaclassifica cal Con la vittoria di Claudio il Marathon Bike porta a 24 le vittorie assolute di quest'anno e in totale dalla costituzione di 523.

6 dicembre 2018 Roberto Salvadori al secolo “Pappagone l’illuminato” è stato oscurato dal quotidiano il Tirreno! L’ideatore-conduttore della bella iniziativa del giovedì sera denominata “Illumina le mura” è stato sorprendentemente “tagliato” nella foto di gruppo fatta pochi minuti dalla partenza della Maratonina dei record ovvero quella di Canino. Poco da dire, è andata così. Foto originale,cliccaCanino 2018-) e foto e articolo uscito sul Tirreno di ieri.clicca5- foto senza Pappagone.

4 dicembre 2018 Con l’articolo di oggi sul Giuncocliccaarticolo e quello di domani sul Tirreno, cala il sipario sulla ormai famosa corsa di Canino. Riuscirà qualcuno in futuro a battere il nostro record? La vedo dura, ma  egoisticamente lo spero perché sarebbe uno stimolo a fare ancora meglio! Una grande risposta data da tanti di noi, ha permesso di presentarsi a Canino con ben 86 adesioni e 74 partenti. Roba impensabile qualche anno fa.cliccasquadra Però in un momento così bello e importante ( ovviamente sportivo!) un grosso abbraccio va a Sabrina Cherubini e Michele Venturi, che ultimamente hanno avuto ben più cose importanti da pensare e ironia della sorte proprio lo stesso giorno. Ma noi li aspettiamo, siamo qui che li aspettiamo, maremma  bona  se li   aspettiamo , per vivere con loro, assieme anche al grande Mario Cerciello, nuove imprese come quelle di Canino. Sotto 100x 100 Biagiotti vincitore del premio messo in paolio tra quelli presenti a Canino.

3 dicembre 2018 Cento X cento Biagiotti… Sono andati a Biagiotti Alessandro le 100 euro di buono estratti a sorte  dopo la bella vittoria con record di ieri a Canino. Sono andati ad Alessandro in virtù delle 14 possibilità che aveva essendosi iscritti alla gara il 14 ottobre scorso.cliccabiagiotti A lui vanno i ringraziamenti del Marathon Bike come a tutti quelli che hanno partecipato alla grande impresa. Non sono stati della partita, perché impegnati in altre manifestazioni, il “Maestro” all’anagrafe Ricchi Roberto impegnato  nella “Deser Half Marathon i Eilat (ridente cittadina israeliana sul mar Rosso, e non tra Tuscania e Montalto di Castro, come si pensava in un primo momento..)cliccaIMG-20181201-WA0000 che ha chiuso i suoi 21,097 in 1h44, e il “Milo” che è andato a svernare alla maratona di Genova conclusa con un rassicurante 3h25’28”.cliccaIMG-20181 La foto più rapprentativa è quella che vede da sinistra a destra il"Marziano" con "Zule", il "Giansa","Pippi gambelunghe" la Polacchina e per finire "Il gabbiano"cliccaIMG-20181203-WA Come molti sapranno,ieri c'erano diversi fotografi che hanno scattato delle foto bellissime, come quelle scattate da Malarbycliccafotocorseinmaremma.com o da Roberto Dalmazi, venuto appositamente da Roma cliccawww.fotoincorsa.com C'era anche la macchinetta del Marathon Bike con la "Falchetta" che ha fatto il suocliccahttps://photos.app.goo

clicca ASSOLUTAclassifica canino

clicca SQUADRECLASSIFICA MARATONINA squadre 2018

clicca IL MARATHON BIKENOSTRI CANINO

2 dicembre2018 All’inizio dell’avventura di Canino 2018, nessuno ci credeva di riuscire a portare così tanti dei nostri alla partenza. Superare  il muro delle 70 presenze, non era una cosa così semplice,  figuriamoci 74 come così è stato.cliccadsdrswer Addirittura ci siamo presentati con una preiscrizione allarmante per gli organizzatori, che avevano messo i premi sino al massimo di 70 atleti, dopo non c’era più niente, ma noi eravamo 86… Poi come succede sempre, senza eccezione alcuna, ci sono quelli che per varie vicissitudini hanno deciso di non venire. C’è uno che per la paura di venire è ancora sulla pianta di un olivo, c’è quello che si è dato una martellata sul ginocchio per infortunarsi, quello che compiva gli anni e via dicendo. Insomma tutti perdonati tranne uno. In fondo era ed è stata una giornata memorabile, con il record difficilmente battibile e forse non lo vorremo volutamente più battere. Quindi rimane che ringraziare tutti i presenti per questo record, la vittoria era scontata, noi si voleva il record e il record lo abbiamo ottenuto e portato a casa. Punto. Domani ore 11 precise non un minuto prima e ne uno dopo ci sarà da Fabio Giansanti l’estrazione dei famosi 100 euro, il resto del malloppo, 400 euro rimarrà nelle casse del Marathon Bike. La nostra società non è nata solo per dare, qualche volta raccoglie pure, come nel caso di oggi.  Sotto le prime foto,cliccahttps://photos.app.goo seguiranno quelle di Malarbycliccafotocorseinmaremma.com e quelle di Roberto DalmaziI cliccawww.fotoincorsa.com

clicca ASSOLUTAclassifica canino

clicca SQUADRECLASSIFICA MARATONINA squadre 2018

clicca IL MARATHON BIKENOSTRI CANINO

1° dicembre 2018 Intanto a proposito di Canino, domenica scorsa proprio laggiù, hanno fatto l’esordio  nella nostra squadra di MTB i fratelli Fanciulli e Alessandro Costantini.cliccaIMG-201811 In quella occasione il podio, che è lo stesso che useranno domani, è stato “scaldato” dal solito Bassi Andrea che ha vinto la sua categoria.cliccaIMG-20181125-WA0008

aPOKER D CLASSIFICA A

16 luglio Si continua a vincere! Questa volta a muovere la casella delle vittorie è stato il  nostro “Boateng” all’anagrafe Luigi Cheli  nella corsa podistica di Murlo di sabato scorso.cliccaQQQ Una vittoria  arrivata proprio nella settimana del suo raggiungimento e il superamento del “muro” delle 300 presenze con noi. Una bella cavalcata iniziata  a novembre del 2012 con la gara alla Parrina. Tornando alla gara vinta da  “Boateng”, il podio è stato completato da Marco  Santucci e Roberto Valoriclicca,IMG-20190713 al quinto posto “Rocco” Massimiliano Taliani. Intanto sono partite a pieno regime le operazioni che ci porteranno alla nostra” Sei ore”-cliccaIMG_20190 “Sei Per un’ora” e io ci mettere anche la Maratona.cliccaMAMAMAMA cliccaVOLANTINO Come? Con la prima uscita della nostra maglia indossata dalle promotrici, ovvero Silvia-Valentina e Elena.cliccaDITREATA Questi i risultati ti tutti i nostri: Silvia Sacchini, 7ª con 53 chilometri percorsi, Valentina Spano, 12ª con 47 chilometri all’attivo e Elena Rossi, giunta 15ª con 46 chilometri percorsi. Tra gli uomini si segnala il 15ª posto di Alessandro Milone con 55 chilometri all’attivo, e 89ª posto di Luciano Lo Tufo  con 43 chilometri.cliccaIMG-20190714-WA0004

10 luglio Doveva succedere ed è successo! La legge dei grandi numeri si è abbattuta sull’undicesima Staffetta di Canapone. Infatti dopo 40 vincitori che si sono succeduti in 10 anni, ecco che per la prima volta un atleta ha la fortuna di salire sul podio dei vincitori per due volte. La cosa è riuscita a  Elisa Maggiotto che  quindi iscrive il proprio nome nell’albo d’oro della nostra staffetta dopo l’affermazione del 2016. A far compagnia sul podio con lei, Matteo di Marzo, Marco Biagioni e  Marco Terribile che correvano nella squadra 26.  Tempo finale di 1h00’10”. Al secondo posto con la squadra numero 10 Alessandro Piola, Mirco Falconi, Lisa Lambrecht  e  Aurelio De Maio, che terminavano la prova dopo 1h02’21”. A completare il podio, Alessandra Perosi, Michelangelo Biondi, Marco Grasselli e Ventura Giacomo, per loro che correvano con il pettorale numero 8 il tempo fatto è stato 1h05’50”. Sotto la classifica, l'articolo uscito sul Giunco, i commenti e interviste a cura di Carlo Pellegrino per la Uisp.

CLASSIFICAclassifica pubblica

INTERVISTE UISP grosseto

 FOTO fotocorseinmaremma.com

articolo canapone

http://www.uispgrosseto.it/2019/07/10/il-video-della-staffetta-di-canapone-2019/

27 giugno La discussione e il dubbio sul metro in più o in meno sul famoso giro delle mura di Grosseto, l’altra sera è stato fugato . Infatti la Sacchini, la Rossi Elena e Pippi Gambelunghe, armate con tanto di rotella metrica infallibile, hanno ufficializzato il chilometraggiocliccarerererere. Il giro delle mura corrisponde pari pari al celeberrimo miglio ovvero 1609 metri. Chi volesse  guadagnare metri o forse centimetri alla  “Sei ore” del prossimo 19 gennaio, gli rimane altro   che correre sul cornicione delle mura medicee coinvolte nel giro.

18 Sole, mare, ombrelloni. L’estate è arrivata prepotentemente e di conseguenza si pensa subito alle ferie magari da fare in posti mai visti…Un’introduzione per ricordare a tutti che proprio nel periodo più bello dell’anno, in ospedale, e soprattutto nelle sale operatorie c’è bisogno di sangue, molto sangue, sempre sangue. Oggi  è un giorno importante per il nostro team. Infatti tra i tanti numeri  impressionanti che  raccogliamo con fatica, c’è quello decisamente più importante: Oggi è il giorno del nostro 150° donatore Marathon Bike,  in questo caso donatrice, visto che si tratta di Isabella Guida.cliccaIMG_201906 Questa mattina mi sono recato al centro trasfusionale di Grosseto per festeggiare l’avvenimento. Che desolazione! C’erano pochissimi donatori, talmente pochi, che ho fatto prima ad uscire che a rendermi conto di aver donato sangue, a poco più di tre mesi dall’ultima. La mia donazione è durata  più di otto minuti, quattro in più di quello che di solito ci metto. Non essendoci nessuno, l’infermiera ha rispettato le procedure chiedendomi addirittura come mi chiamassi e quando ero nato. Forse aveva paura che io non fossi io ma un altro... Insomma grazie a Isabella ho passato una bella giornata, anzi stupenda.clicca IMG_2019061 Poi la solita zolfa, pensando che di sangue c’è sempre bisogno: di giorno di notte, il 15 di agosto o  l’ultimo dell’anno. E’ per questo che ribadisco che non bisogna mai abbassare la guardia perché chi ha bisogno di sangue non può aspettare nemmeno un minuto. L’ultimo caso, il tremendo incidente che ha visto coinvolta la nostra amica Ambra. Al lei e alla sua famiglia, mando un grosso augurio di pronta guarigione e di rivederla presto tra di noi.

 

Perchè la nostra staffetta non può essere copiata? Leggi come nascono le squadre e ti renderai conto... LEGGIcomposizione

5 giugno Tutto in una notte… Il 10luglio prossimo andrà in scena l’11^ edizione della STAFFETTA DI CANAPONE”. Sotto tutto quello che è successo nelle passate edizioni. Il nostro biglietto da visita? Quaranta (40) vincitori ma mai nessuno l’ha vinta due volte. Iscrizioni a partire dal 10 di  giugno come da tradizione un mese prima dell’evento, per dare il tempo di dare un coefficiente a tutti i partecipanti.

Questo il volantino di quest'annocliccaVol. 2019 il regolamentocliccaREGOLAMENTO. Qui accanto tutto quello che è successo nelle passate edizioni nel bene e nel male.cliccaLA STORIA Tutti i 40 vincitori cliccaalbo d'oro QUARTETTI VINCENTI

cliccaVIE TOCCATE DALLA STAFFETTA 2019

3 giugno C‘era una volta uno sconosciuto, c’era una volta un corridore di nome Gennaro e di cognome Guarente, che mai avrebbe immaginato di vincere una gara. Si signori miei “gennariello posto fisso” ha vinto una gara a Castelnuovo di Val di Cecina. Non era certamente una gara di livello mondiale, ne’ tantomeno una gara blasonata con tanti concorrenti, anzi, ma era una gara con tanto di premio.clicca.IMG-20190602- Allora fatta questa precisazione nella nostra bacheca di vittorie nella casella identificativa numero 540 ci sarà scritto il suo nome e  cognome, non quanti erano come era il tempo o se qualcuno ha sbagliato strada nel paese di Don Michele Venturi.  A decretare che la gara in questione fosse o meno valida per la nostra collezione, è stato il nostro consiglio che ha deciso in tal senso:  Gennaro GuarentecliccaMAL_7808 da oggi sarà nella casella dei vincitori del Marathon Bike assieme a Musardo, la Polacchina, Tronconi, Boateng, Gamberi, Sacchini,  Mari Pippi gambe lunghe, Zuleima, Micaelina Brusa, Di Marzo, Rocco Taliani e Taliani Massimo, Laura Bonari, Michelino Checcacci, la Franceschi Nicoletta, Mazzi Alessio, Merlini Paolo, Nerozzi Luca, Paulette, la sindacalista Santini, la Segreto, poi Guerrini Antonio e Mongili Vittorio i primi quest’ultimi a scalare la classifica delle vittorie e tanti altri che si sono avvicendati i questi 15 anni al Marathon Bike. Dalla classifica sono esclusi i vincitori di Canapone e della Carriere di Scarlino.

2 giugno Nella bacheca del Marathon Bike  la casella  contraddistinta con il  numero 538, sarà quella equivalente all’ultima vittoria  della  Gamberi cliccaMAL_1310. Infatti Cristina si è imposta ieri pomeriggio a Baratti  alla “Storm The Castle” di 14 km, dopo che quest’anno aveva vinto alla  “Run For Women” di  Cecina, e a casa del Poggiani, ovvero al treil delle vie cave di Pitigliano. Vedendo la storia della Gamberi ci viene in mente quello che verificammo in società qualche  tempo fa: Per formare un podista  di quelli che durano negli anni, bisogna sistematicamente tesserare quattro o cinque persone, che poi con il tempo, ma anche subito a breve, si perdono per strada. Se a formare un “vero” podista c’è bisogno di quanto detto, figuriamoci invece “pescare” atleti o atlete, come nel caso della Gamberi, che dopo qualche anno iniziano a vincere. Mosche bianche. Quindi complimenti vivissimi a Cristina per questo escalation davvero eccellente dà raccontare con orgoglio e per stimolare i più giovani nell’ora di ginnastica a scuola. A Baratti buono anche il quarto posto di “Boateng”clicca MAL_1169che presto raggiungerà il fatidico traguardo delle “ 300” con  la nostra maglia, e quello di Bruno Dragoni 23°cliccaMAL_1180 al traguardo dopo l’estenuante 100 chilometri del Passatore  fatta seguendo  la moglie Elena. Si si, anche per chi segue un famigliare o amico a una  100, l’impegno è notevole ve lo posso assicurare…Avanti  a tutta su tutti i fronti.

 

30 MAGGIO Sempre in cerca di cose nuove, dopo in successo della  GROSSETO-CASTIGLIONE, ecco che è stato aperto il cantiere della “SEI ORE DELLA MAREMMA”.  L’idea ci ha intrigato fin da subito e quindi ci siamo buttati a capofitto su questa manifestazione a dir poco singolare almeno per le nostre zone. Una Ganzata o una cavolata? Vedremo quello che riusciremo a fare. Inserita praticamente nel calendario IUTA delle Ultramaratone,   è riservata ai soli amanti delle ultra. Per gli altri, quelli un tantino più “normali”, ci sarà la possibilità di correre la 6x1 ora, ovviamente  agonistica e premiata anche questa. La modalità della composizione delle squadre è tutta da verificare. Sicuramente  sarà esclusa la modalità “Canapone” che deve rimanere unica in Italia. Segnatevi quindi la  data: Domenica 19 gennaio 2020, per girare come frustoni in un anello disegnato e realizzato alla fine del 1500. In copertina e qui accanto il logo non ancora ufficiale sei logo 30 maggio.

26 MAGGIO ore 14.07 ...Eccone un’altra… Dopo la Sacchini, Taliani Massimo, Milone, Panconi la Galella e chi scrive, Elena Rossi  entra come una forsennata nel  “Club” dei 100. Uscita dalla “covata” della “sindacalista” Debora Santini, Elena  ce  l’ha fatta e senza tante difficoltà ha finito alla mitica 100 chilometri del Passatore. Emozioni forti con tanto di pianto finale, per Elena  che ha tagliato il traguardo di Faenza dopo 14 ore e 52 minuti. Era partita da Firenze sabato pomeriggio assieme ai super collaudati compagni a Vanentina Spano e Alessandro Milone.clicca rossi-milo spano. Poi via via passando per Fiesole, Borgo San Lorenzo, la Colla di Casaglia. Poi nella notte tanto buia quanto bella, con il passaggio a Casaglia, Marradi, San Cassiano, Brisighella per chiudere in piazza del Popolo di   Faenza. Un tracciato diventato famoso per le gesta del brigante il "Passatore" al secolo Stefano Pelloni, immortalato anche in una poesia di Giovanni Pascoli. Una corsa diventata un “mito” e da tanti considerata la manifestazione più bella del mondo. Io concordo senza esitazione. Quest’anno erano 3300  alla partenza che più o meno veloci, con addirittura alcuni che hanno camminato già da subito. Una strada quella percorsa che sa di storia e di leggenda. A sostenere il ritmo e a dare coraggio su tutti i 100 chilometri ci hanno pensato gli abitanti dei luoghi attraversati, con cori, canti e con massaggi nel cuore della notte per i corridori che ne avevano bisogno. Qualcuno avrà pensato “questi sono matti” ma nel gioco  delle parti ci sta. Lungo il tragitto c’era di tutto, addirittura in alcuni punti veniva offerto del vino e delle salsicce. A Marradi qualche  goccia di pioggia ma niente di che, ormai il più gli atleti lo avevano già fatto, con solo alla fine poco più di 500 ritirati. Tra questi anche il “Milo”, alla sua terza apparizione di fila alla 100 chilometri del Passatore, dopo 5h22’19’ al cinquantesimo chilometri, doveva arrendersi per problemi fisici. Alla sesta apparizione al “Passatore” Valentina Spano  giunta al traguardo dopo 12 ore e 51 minuti. Che dire? Nutro un po’ di invidia mista a tanta soddisfazione per Elena. In fondo un minimo di merito, (o demerito) è anche del Marathon Bike!

 

24 maggio maggioTanto tempo fa, mi chiedevo cosa spinge un podista a correre distanze che solo a scriverle mi resta difficile, fino a quando ho  avuto la fortuna di farne una. Una 100 chilometri, è ho capito! Bella bellissima un’esperienza unica al mondo, almeno per uno che vive di sport dalla mattina alla sera e a volte anche di notte. Domenica ci sarà la 100 chilometri del Passatore e io pagherei molto di più dei soldi del pettorale, per essere lì, per vivere quelle emozioni incredibili. Ma il tempo passa e mi devo accontentare di vivere certe emozioni attraverso gli altri. Ma non è la stessa cosa. Con il pettorale 2869 partirà domani pomeriggio (25 maggio) alla 100 chilometri del Passatore, Elena Rossi, covata Debora Santini che sarà certamente orgogliosa. Dopo Silvia Sacchini, Valentina Spano, e Tiziana Galella, ai nastri di partenza della 100 chilometri del Passatore  esordirà un’altra  ultra maratoneta del gruppo Marathon Bike . Elena Rossi, 51 anni, sposata con un figlio, assieme ai compagni Valentina Spano, (che per chi non lo sapesse è tornata con noi) alla sua sesta apparizione, e Alessandro Milone alla sua terza 100 del Passatore,  esordirà alla 47^ edizione della mitica corsa che da Firenze nel pieno della notte  porterà gli oltre 3000 partenti a Faenza. Da Firenze a Faenza: dodici, quindici, sedici e anche diciannove  ore tra giorno e notte, di corsa o a passo, bevendo e mangiando qualcosa. Se riuscirà a tagliare il traguardo, non conterà il riscontro cronometrico. Nella corsa più bella del mondo, non ci sono coppe o riconoscimenti particolari. Il tempo impiegato lascerà il tempo che trova. Un’ora in più o in meno non farà certo la differenza. Elena nelle gambe ha senza dubbio un’autonomia di 50-60 chilometri, non di più. Una 100 chilometri è difficilissimo allenare, e come fanno in tanti nell’avvicinamento al Passatore, Elena ha chiuso con successo la 50 chilometri di Terre di Siena a febbraio di quest’anno, mentre lo scorso mese di marzo è arrivata a quota 58 chilometri nel giro del  lago Trasimeno. Reduce dalla “Nove Coli Running”, di 202 chilometri sarà presente il più titolato della squadra grossetana del Marathon Bike, ovvero Massimo Taliani che partirà da Firenze, ma solo in veste di accompagnatore. Lui ha un record di oltre 700 chilometri alla “sei giorni del Pantano”. Per il “Marziano” così lo chiamano nell’ambiente delle ultramaratone, una “100” è solo un buon allenamento. Lui mi accompagnò nella mia seconda 100 chilometro con una Graziella mezza scassata. Gli fece male il culo per una ventina di giorni, e li capii che tutti abbiamo un punto debole, per il “Marziano il lato “B”.

 

 

19 MAGGIO Classifica di oggi al cielo verde

MEMORIAL SKEEP 19.05.19

 

12 MAGGIO Quando meno te lo aspetti, quando sembra una di quelle domeniche  anonime, che non sai se andare al mare o uscire con l’ombrello, ecco  che ti arriva una bella notizia . Bella come La Gamberi che torna alla vittoria  nei 13 chilometri della “Run For Women” di  Cecina.cliccaMAL_7734 L’ultima vittoria per la ribollina, era stata a marzo di quest’anno, quando aveva vinto tra le donne il treil delle vie cave di Pitigliano. Una gara dominata in largo e lungo quella sfoderata da Cristina che terminava la sua prova dopo 56 minuti e 37 secondi. Al secondo posto Francesca Betto del Riders di Cecina con 1h00’31”, al terzo Antonella Amendolea dell’Atletica Etrusca che tagliava il traguardo dopo 1h00’52. Dopo la vittoria del “Nocciolo” di Castiglione nel trofeo “Paesetto” di mercoledì scorso nel ciclismo, la nostra colonna relativa alle vittorie arriva a quota 534.Alla gara di Cecina anche Catia e Marcello, qui fotografati prima della partenza.cliccaIMG-201905

5 MAGGIO Lubrano-Ottobrino, sono loro che si sono aggiudicati l’edizione della “Miniera a memoria” 2019. Allora oggi il tempo come era nelle previsioni non ci ha certamente assistito, ma senza girarci attorno possiamo dire che oggi siamo usciti alla grande da questo evento. Una manifestazione che certamente negli ultimi anni non è stata delle più fortunate in fatto di pioggia. Quindici minuti di vento e pioggia prima della gara,  hanno messo  a dura prova  noi dell’organizzazione. In successione abbiamo dovuto cambiare sia l’allestimento dell’arrivo, (arco e transenne abbattute dal vento!) sia la posizione dei giudici. Per finire cambiato anche il luogo della premiazione fatta nella splendida sala a pochi passi dall’arrivo, senza che i corridori si accorgessero più di tanto di tutti i cambiamenti che via via venivano fatti in corso d’opera. Insomma potevano  insorgere dei disservizi che invece non ci sono stati. Ultima cosa: il tragitto della gara misurava 10.500 metri quindi la media è stata calcolata su questa distanza. Anche questa “variazione” fatta in tempo record complice un sistema di cronometraggio semplice semplice ma così efficace da essere facilmente rimpostato  dopo pochissimi minuti dalla fine della manifestazione. Centotre (103) corridori alla partenza con molti indecisi a casa, causa un’allerta meteo un po’ troppo frettolosa specie per la mattina della gara. Cosa ci rimane di questa edizione? Certamente la soddisfazione di aver  fronteggiato alla grande,assieme agli amici dell’associazione “Avrai” di Ribolla, una situazione non delle più facili, anzi! Sotto la foto del vincitore, con la classifica e l'albo d'oro. In serata le slendide foto di malarby e company.cliccafotocorseinmaremma.com

cliccaClassifica Generale Ribolla

cliccaalbo d'oro Miniera a Memoria

cliccalubrano r

1°Maggio Allora non ci fu corsa più veloce nel corri nella Maremma visto che alle 10.56 tutto era finito, con la “coppia” dei vincitori che andava via dalla figlia Vittoria. La Polacchina torna quindi a vincere dopo un infortunio che sembrava non finisse mai.cliccaPOLACCHIAssieme a lei, di comune accordo, vince anche “Buscerini” che il successo dell’edizione 2017.cliccaBUSCHERINI Secondo tra gli uomini quel Di Marzo Matteo che sembra abbonato ai secondi posti, ma presto arriverà anche per lui la gioia di salire sul gradino più alto del podio.clicca Al terzo posto l’eterno Fois di nome Cristian.cliccaPODIO Tra le donne dopo la Polacchina è arrivata la Ottobrino e terza Marika Di Benedetto.cliccaPODIO FEMM Oggi per la prima volta, abbiamo gestito anche il cronometraggio, insomma abbiamo fatto tutto da soli. Non è certamente una sfida al Corri Nella Maremma, visto che chi scrive è uno dei padri fondatori del circuito che a livello di iscrizioni e tempestività era veramente un  esempio da seguire. La cosa verrà ripetuta a Ribolla e continueremo così finché il sito e quello che consegue del nostro circuito non sarà oliato bene bene. Sotto la classifica e l’albo d’oro aggiornato all’edizione 2019. Il Marathon Bike ringrazia tutti quelli che non sono voluti mancare a questo appuntamento molto importante per il Marathon Bike. PartenzacliccaPARTENZA Le foto sono state scattate da Roberto Malarby e in serata sul suo sito.clicca.fotocorseinmaremma

ISCRIZIONI VELOCI MINIERA A MEMORI .fast.grosseto.biz/

cliccaClassifica Stramagliano

cliccaalbo d'oro

30 Aprile Ci sarà come sempre anche la banda  che farà da cornice alla Stramagliano in programma domani mattina a Magliano in Toscana.cliccaStramagliano Un paio di novità a partire dal sistema di cronometraggio che sarà a totale cura nostra e l’arrivo della gara che quest’anno è cambiato. Infatti a differenze di anno scorso sarà un giro completo e quindi si arriverà dalla parte opposta da dove si parte. La partenza verrà data dalla splendida piazzetta dove c’è la chiesa  che si trova nel bel  mezzo del corso. Il chilometraggio rimane 8 km con tolleranza di qualche metro in difetto. Sotto l’albo d’oro della manifestazione con  alcune foto delle precedenti edizioni. I sarà Malarby a immortalare il tutto grazie agli sponsor che ci seguiranno nel Corri Nella maremma - Boutique del Chiodo, Ranning 42 e l’agenzia immobiliare la Marina di Marina di Grosseto, ai quali vanno i nostri ringraziamenti.

cliccaalbo d'oro Starmagliano

cliccaSTRAMAGLIANO 2011

cliccaSTRAMAGLIANO 2014

cliccaSTRAMAGLIANO 2015

cliccaSTRAMAGLIANO 2016

cliccaSTRAMAGLIANO 2017

cliccaSTRAMAGLIANO 2018

29 Aprile Quando  tanto e quando pochino. Ecco, questa settimana è stata una di quelle abbastanza intense. Partiamo da quei due mattacchioni del “Marziano” e di “Olimpio. Poteva fallire loro con la loro esperienza in una manifestazione di solo 166 chilometri e spiccioli del Toscany della Val d’orcia? Si parte proprio dal "Paradiso" della Val D'Orcia in questo racconto itinerantee dalla 100 miglia del Tuscany Crossing , dove Massimo Taliani e Maurizio Agnoletti, hanno messo in bacheca un altro  prezioso riconoscimento portando a termine gli oltre 160 chilometri del tragitto . I due, non nuovi a queste imprese, si sono cimentati su un percorso suggestivo ricavato in Val D’Orcia che ha toccato i principali paesi a partire da Pienza, San Quirico, Montalcino. I tempi  impiegati da Agnoletti e Taliani sono stati rispettivamente 27 ore e 30 minuti per il primo e 29 ore e 4 minuti per il secondo.  Sempre a Castiglione D’Orcia eccellente prova nella 15 chilometri per Luigi Cheli o meglio “Boateng” che ha sfiorato la vittoria arrivando secondo al traguardo dopo una prova maiuscola. Si muove ancora la casella delle vittorie (530!) , con l’affermazione di Micaela Brusa arrivata prima tra le donne alla Bolgheri Run di 18 chilometri. Lei non voleva vincere ne faticare, ma alla fine le ha fatte entrambe.   Sempre nel settore del podismo tre primi posti di categoria per Gaia e Angelica Monestiroli e Nicoletta Cristoferi impegnate alla 13 chilometri della “Appia Run” di Roma, dove c’erano anche Carolina Polvani e anche una ritrovata Patrizia Pecchioli.cliccaIMG-20190429- Conclude con successo la sua quinta maratona Catia Gonnelli, che a Zurigo nei 42 chilometri e 195 metri, fermava il cronometro dopo 3h50’37”, mentre  alla sua prima esperienza sulla mezza maratona, Paolo Bischeri a Padova, chiudeva  la in 1h47’54. Passando  al ciclismo sembra una maledizione invece conferma che il fotomodello di Sticciano è il più forte di tutti, ma ancora non è il più bravo… Questa volta, per la quarta volta Bacci Francesco Bacci che veniva battuto solo dal fiorentino Marco Pastacaldi nella  medio fondo di Castiglione della Pescaia. Sempre in quella manifestazione buono il risultato ottenuto dal “Nocciolo” ovvero Adriano Nocciolini che vinceva la propria categoria. Per finire anche un risultato degno di cronaca arriva dalla mountain bike. Il portosantostefanese “leccelecca” Claudio Fanciulli, alla prima stagione con  noi, si piazzava terzo assoluto a Vetralla.

26 Aprile Riusciranno i nostri eroi Olimpio e il Marziano a concludere la 100 miglia della Valdorcia? Maurizio Agnoletti e Massimo Taliani sono partiti oggi 26 aprile alle 17.45, da Castiglione D’Orcia per la loro ennesima  super ultra. Centosessanta  chilometri e spiccioli che li farà transitare in paesi  come Pienza-San Quirico in una valle patrimonio dell’Unesco.cliccaIMG-2019042 Intanto causa un problema fisico, Paolo Bischeri dà Sticciano Scalo, ha  dovuto rinviare a data da destinarsi la sua prima maratona. Domenica a Padova solo 21,097 ovvero una mezza maratona.cliccaIMG-20190426- Continua la sua marcia di avvicinamento alla mitica 100 km del passatore Elena Rossi che ha chiuso la 50 di Romagna in  sei ore e 23 minuti. Qui accanto ad altri due ultramaratoneti Monsignore e il Panco.cliccapanconi giannini rossi

24 Aprile Stefano + Fabiola risultato Alessandro. Anzi sarebbe più giusto dire Fabiola + Stefano risultato Alessandro, ovvero cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia, ma in questo caso il risultato cambierebbe e non di poco aggiungiamo noi, vero Stefano? cliccaLA ROSA ALESS Ieri 23 aprile ore 15.20 all’ospedale di Grosseto è nato Alessandro, primogenito  del nostro Stefano la Rosa e Fabiola Pagliai. Ai due nostri cari amici le facilitazioni dal Marathon Bike.

21 aprile Il 1° di Maggio a Magliano e il 5 a Ribolla. Sono queste le prossime gare  che organizzeremo assieme ai comitati di quei paesi. Quest’anno a differenza delle altre edizioni, tutto l’aspetto di cronometraggio sarà a cura del Marathon Bike. Non è una scelta che va contro gli interessi del Corri Nella Maremma,  è solo una facoltà data agli organizzatori di sceglie eventuali altri tipi di cronometraggio. Punto, in seguito vedremo. Ritornando alla prima gara  ovvero alla “Stramagliano” c’è la novità del cambio del finale del percorso che porterà i corridori nella splendida piazzetta nel mezzo al corso. I  chilometri rimangono sempre 8, centimetro più o centimetro meno, e l’organizzazione è a totale carico del Marathon Bike a differenza degli altri anni.clicca-Volantino Per la “Miniera a Memoria” di Ribolla invece c’è poco da dire, visto che in pochi anni la gara è diventata una delle più interessanti e particolari del nostro circuito. Si transiterà ancora nel luogo della grande tragedia del 4 maggio 1954, quando un’esplosione nel pozzo “Camorra” fece 43 vittime  tutti minatori, e tanti feriti. Speriamo che il tempo ci assiste affinché i partecipanti apprezzino uno scenario davvero suggestivo.cliccaVolantino Per il regolamento accedere alla nostra cassettiera di questo sito, dove è possibile iscriversi senza essere laureati in informatica.

10 Aprile Lo vogliamo dire che tre nostri atleti sono stati protagonisti nella maratona a staffetta di Milano? Diciamolo. Il “maestro” “Cip” e Albertone, anno partecipato con un altro frazionista, alla ormai famosa  manifestazione milanese. Ricchi-Rossi-Mazzi erano componenti di una delle 3429 squadre, che facendo un conto veloce hanno trascinato al traguardo 13716 cristiani.IMG-20190410-WA0001 Mamma mia  numeri pazzeschi, che uniti  agli oltre 6000 alla maratona vera e propria ( Stefano La Rosa primo degli italiani) fanno 20.000 persone.  Una cosa bella  della gara, oltre allo scopo benefico dell’iniziativa che ha portato nelle case più di un milione, è l’arrivo. Infatti tutti e quattro gli staffettisti si  sono riunitio per tagliare assieme i traguardo.IMG-2019 Troppo bello. Lo spunto. E se noi facessimo la maratona a staffette a tre all’ Argentario con il giro famoso del 31 marzo, quello per intenderci con scorci danteschi,  e con una salita di 2,400 metri duri a dir poco, che misura 14 chilometri e spiccioli?

7 Aprile L’elenco  dei  tempi dei maratoneti grossetani, viene aggiornato con due prestazioni di rilievo di due nostri maratoneti in quel di Roma. Cillerai-(Boutique del Chiodo) e  Moreno Giovannelli (Agenzia immobiliare “la Marina”) , nemmeno a farlo apposta due sponsor Marathon Bike. Partiamo dal “salto” più lungo, ovvero quello realizzato da Paolo Cillerai che migliora di non poco, la sua prestazione sulla maratona. Aveva 3.44.32 fatto a Firenze nel 2018, ieri a Roma ha fermato il crono dopo 3.36.37.cliccaCILLERAI. Paolo a questo punto si incastona, nel nostro elenco generale, tra  Panconi Andrea (3.36.37) e Ferrarese Andrea (3.37.52).http://cloud.grosseto.biz/ Sempre a Roma Giovannelli Moreno ferma il crono dopo 4.02.22 migliorando il tempo conseguito a New York. A Roma che si sappia era presente anche Susi Baldini ( 4.08.34!) che migliora il tempo di quasi 3 minuti dalla sua prima maratona in terra americana.cliccasbucci Tornando indietro a domenica scorsa, mentre il Marathon Bike montava le tende al “Giro dell’Argentario”, Tanganelli Daniele sfiorava  per soli 5 secondi il personale sulla distanza. Infatti a Treviso chiudeva in 3.43.17 contro il 3.43.12 di Padova 2018. Presente anche Stefania Maggi e Cristina Cipriani che chiudevano rispettivamente in 4.20.55 e 4.29.24. Sotto altri tempi di ieri a nostra conoscenza.Si ricorda che nella nostra " CASSETTIERA" c'è di tutto a partire proprio dai tempi di tutti i maratoneti grossetani, compreso il sindaco di Grosseto e quello dell'Alberese!

7 Aprile Continua il momento magio per il nostro Boateg all’anagrafe Cheli Luigi che alla mezza di Firenze ha migliorato il suo primato sulla distanza dei 21,097, fermando il crono dopo 1.21.16. Migliorato quindi il tempo di Arezzo 2017 di 10 secondi.  Stessa sorte, ma con un miglioramento decisamente più notevole, quello conseguito da Marco Lippi che muove il suo personale portandolo a 1.25.36.  La sua precedente prestazione risaliva a Orbetello nel 2018 dove fece1.34.44.cliccaIMG-20190407- Qui accanto i nostri impegnati a Firenze.cliccatutti Da verificare se ci sono stati dei primati personali per quest’ultimi.A Tarquinia il duo Monsignore- Falco impegnati in una corsa su strada. A riprova della loro presenza una foto scattata dopo l’arrivo. Bellissima ma un po’ troppo da lontano secondo chi scrive….cliccaFALCONI E GIANNINI

31marzo In Marathon Bike timbra il cartellino organizzativo anche in quel di Porto Santo Stefano. In uno scenario davvero unico si è svolto questa mattina il primo “Giro dell’Argentario “ gara  di 14 km e 200 che ha preo il via alle 10 dalla Fortezza (ora legale!). Cento cristiani al via con Lubrano e la Di Benedetto che firmano la “doppietta” in casa dell’Atletica Costa d’Argento. La salita incontrata sul percorso, prima dello spettacolo su vista Panoramica dell’Argentario era dura? Certamente! Ma girando in senso anti-orario, all’incontrario insomma, non era proprio cosa. Si ringrazia il Rotary di Monte Argentario che ci ha dato la possibilità di organizzare una gara così interessante con una premiazione con vista mozzafiato dentro  la Fortezza  davvero da incorniciare. Sotto la classifica a seguire le foto scattate da Malarbycliccafotocorsein e le interviste e commenti sul sito della Uisp a cura di Carlo Pellegrino.UISP grosseto Qui accanto e in copertina Claudio Bruni della CBS Roma, con scatto al termine della gara.cliccaDSCN1961

cliccapag 1 monte

cliccapag 2 monte

cliccapag 3 monte

PARCHEGGIO AGEVOLATO

28 MARZO 2018

PRE- ISCRIZIONI http://www.fast.grosseto.biz/

cliccavolantino

cliccaRegolamento

Per chi domenica mattina non va a fare allenamenti particolari, ci sarebbe il giro dell’Argentario organizzato da noi del Marathon bike e Rotari di km 14,200 certificati. Infatti, come da statuto societario, noi  promoviamo le discipline del ciclismo e podismo anche e soprattutto organizzando eventi sportivi, specie a scopi benefici come il giro dell’argentario appunto.E' una nostra prerogativa. Punto! E’ la prima volta che viene fatto almeno dal dopoguerra. Nel giro praticamente c’è tutto: discesine, salitella abbastanza importante uno scenario bellissimo e arrivo nel famosa fortezza di Porto Santo Stefano dove alle 10.00 ora legale, verrà data la partenza. Malarby presente!!! Tutto compreso nel prezzo.

26 marzo Cala il sipario anche sulla 13° edizione della Su e giù per le mura con dei numeri che fanno ben sperare per il futuro, soprattutto tra i camminatori. A proposito di camminatori il Marathon Bike ringrazia pubblicamente il nostro “Albertone” Mazzi che è riuscito a portare in piazza  141 camminatori un numero mai visto in gare  sotto la gestione Marathon Bike. E’ stata dura, anzi durissima ma poi la soddisfazione di aver regalato ai presenti una giornata davvero particolare, con passaggio in luoghi che tanti grossetani non conoscevano. Ora al Marathon Bike non resta  altro che fare un bonifico dei soldi raccolti (700 euro!) da “Albertone” per l’Associazione Cataratta Congenita. Il prossimo anno  ci organizzeremo in modo tale da gestire ancora meglio tutti i presenti, affinché la loro passeggiata sia ancora più bella e fluida. cliccaP1030006(1)

clicca Mario Carri

clicca FEDERICO MARCIANO

cliccafotocorsa

cliccaPAOLO ORLANDO

25 marzo Sotto altre foto dopo quelle postate da Roberto Malarby fatte da Ferico Marciano che ha fotografato anche parte dei 141 camminatori alla su e Giù per le mura. Altre seguiranno

clicca Mario Carri

clicca FEDERICO MARCIANO

cliccafotocorsa

cliccaPAOLO ORLANDO

 

24 marzo ore 20.30

Buscherini come lo chiamano amichevolmente i suoi concittadini e Antonella Ottobrino sono i vincitori della su e giù edizione 2019. Si postano le foto fatte da Roberto Malarby Malarby.cliccafotocorsa che ovviamente si ringrazia. Si ringraziano anche Fabio Giansanti e Running 42, l'immobiliare "La Marina" di Susanna Baldini e Moreno Giovannelli e la "Boutique Del chiodo" del nostro Palo Cillerai. Grazie a loro, Roberto ci seguirà in tanti eventi organizzate dal nostro gruppo.

ISCRITTI COMPETITIVA 151

PARTENTI COMPETITIVA 146

ARRIVATI COMPETITIVA 138

CAMMINATA PER BENEFICENZA 141

clicca pagina 1

clicca pagina 2

clicca pagina 3

clicca pagina 4

22 marzo

VIDEO PERCORSO youtu.be/8lt0JtlH3vs ( Aut. Giacomo Daviddi)

PRE - ISCRIZIONI http://www.fast.grosseto.biz/

clicca volantino SU E GIU' PER LE MURA 2019

clicca regolamento su e giù per le mura 2019

clicca la storia SU E GIU' PER LE MURA al 2018

clicca ALBO D'ORO 2018r

clicca PERCORSO 2019 A(strade toccate)

clicca cartina originale prova JPG

 

 

19 MARZO  Ha impiegato 7 anni per arrivare a una vittoria assoluta, e per poco non gli veniva dato il risalto che merita. Cristina Gamberi dà Ribolla,cliccaGAMBERI si è imposta nello splendido scenario dei paesi del tufo  tra Pitigliano e Sorano. Due distanze predisposte dall’organizzazione con la prima di 15 km, dove spicca appunto l’affermazione di Cristina che ha fatto registrare di 1h22’36 per percorrere i massacranti ma spettacolari 15 chilometri del percorso. Alle sue spalle, a quasi dieci minuti di distacco, si piazzava Letizia Pancotto dell’Atletica  Orte che fermava il tempo dopo 1h32’22, mentre al terzo posto arrivava Carla Neri del Csen di Roma con 1h32’49. Tra i maschi ha dovuto faticare più del previsto Gianluca Malancona del G.s. Filippide (1h08’07”)  per battere il nostro Boateng Luigi Cheli che sta attraversando un eccellente momento.cliccaIMG-20190317-WA0001 Ottimi i piazzamenti nella 35 chilometri di Zannerini Tommaso Zannerini  Stefano. Nella 15, “uno due” delle “Gemelline  Angelica Monestiroli e Carolina Polvani  rispettivamente prima e seconda nella propria categoria.cliccaIMG-20190317-W Un uomo solo al comando, anzi no, lui in fondo al gruppone dei partecipanti. Questo è capitato a Luca Lupo Poggiani, il deus ex machina della manifestazione.  Per chi non  lo sapesse Deus ex machina è una frase  latina che significa letteralmente "divinità (che scende) dalla macchina. Ora non esageriamo, al limite è sceso da carro dei vincitori. Infatti senza ombra di dubbio il  successo è decisamente un "fatto suo" visto e considerato che ha fatto veramente il diavolo a quattro affinché la manifestazione risultasse all’altezza, come poi si è verificato. L’unica pecca per “lupo” è che non è risuscito a pulire il salone dopo le premiazioni. Troppo stanco dopo aver fatto in fine corsa (6 ore!) e uno dei medici della gara. Sotto le classifiche.

clicca30chilometri

clicca15 chilometri

16 MARZO Sembra ieri quando nel lontano 2007, Roberto Bordino tagliava il traguardo per primo all’edizione numero uno della “Su e giù per le mura.clicca23-11-2007 Oggi tanta acqua è passata sotto i ponti e il Marathon Bike di strada ne ha fatta, basti pensare che con la 13^ edizione della gara che si svolgerà interamente all’interno del centro storico, la casella delle corse organizzate dal nostro gruppo toccherà quota 227!. Modifiche sostanziali sul tracciato che misurerà 5 chilometri da ripetere 2 volte, che sarà orfano di tre gradini tolti intelligentemente davanti alle carceri. Ecco come era nell’edizione 2010,cliccaanni  mentre dieci giorni fa si presentava così durante sul controllo certosino fatto con una rotella metrica da Fabio e il Monsignore.cliccamisurazione Oggi finalmente, dopo l’intervento degli operai del comune, è tutta un’altra storia.cliccatolto Bene una bella notizia come quella delle mura illuminate pronte per la nostra Staffetta di Canapone. Dà segnalare con vista dal percorso un giardino che molti ancora non conoscono, rispolverato agli antichi splendori.cliccagsfsfs Non sarà certamente una vista come sui  Fori Imperiali, ma questo la città di Grosseto aveva, e questo ci ha ridatoclicca._122227IMG_ Certamente da visitare. Sotto la storia della nostra gara che appunto quest’anno cambia connotati portando la distanza a 10 chilometri tondi tondi, meno i centimetri degli scaloni tolti…

 

 

10 MARZO Grande tempo conseguito dal nostro Stefano La Rosa alla Roma –Ostia, 1h02’29” con un vento che certamente non l’ha aiutato, anzi…. Primo italiano e settimo assoluto ,vicinissimo al primato personale conseguito sempre alla Roma Ostia edizione 2012. Allora Stefano la corse il 1h02’15 che gli valse il titolo italiano sulla distanza. L’anno seguente fermò il crono dopo 1h02’32. Sulla proma di oggi se vogliamo trovare il pelo nell'uovo, i passaggi di La Rosa sono stati decisamente troppo forti con i primi 5000 corsi in 14'05 e ai 10 la musica non era cambiata, 29'09, con una proiezione intorno all'ora e un minuto. Qui accanto La Rosa in uno degli ultimi allenamenti in KeniacliccaIMG-20190220 Dopo questa bella e incoraggiante prova, occhi puntati sulla maratona di Milano dei primi di aprile, dove si spera per Stefano che il vento cambi in tutti i sensi… Stefano in azione ( foto di repertorio) cliccaste

clicca nero per caso!

8 MARZO Sono 10 km, sono 10 chilometri sonati! La nostra tradizionale “Su e giù per le mura” del prossimo 24 marzo, oltre a cambiare data e ora , porterà il suo chilometraggio a 10 chilometri, ma non 10 chilometri “normali”, ma  10 chilometri super certificati. Tolleranza? qualche centimetro! In effetti dopo aver “tarato” la rotella metrica, siamo passato alle vie di fatto. Controllato centimetro per centimetro del percorso che con il giro di un paio di  Bastioni e la famosa camminata del “giro del Cassero”, l abbiamo fatti diventarei 5 chilometri tondi tondi da percorrere 2 volte. Certificazione Fabio Giansanti e Monsignor Paolo Giannini alle ore 14.30 dell’8 marzo 2019, festa della donna!cliccaIMG_20190308 Oltre alla corsa ci sarà anche una camminata di 5 km. Ci sarà anche Roberta Bruscoli con le sue ragazzeclicca.WALKING

cliccaSU E GIU' PER LE MURA 2019

cliccaRegolamento su e giù per le mura 2019

cliccaLA STORIA DI SU E GIU' PER LE MURA al 2018 1

cliccaalbo d'oro 2018r

cliccaPERCORSO 2019 (strade toccate)

28 Febbraio Poteva mancare il primo cittadino di Grosseto nella lista dei maratoneti di tutti tempi della nostra provincia? Da una battuta fatta da Antonfrancesco Vivarelli Colonna sindaco di Grosseto, “  ho corso anch’io la maratona” è nata una lunga “indagine” per risalire al suo risultato che avrebbe dato, secondo il nostro avviso, lustro  al  censimento sui maratoneti grossetani. Dopo non poche difficoltà, grazie alla collaborazione di Franco Meini di Livorno, siamo risaliti al tempo fatto dal sindaco nel lontano 12 novembre 1989 a Livorno, dove allora ventenne e cadetto dell’Accademia Navale di Livorno, fece fermare il crono dopo 3h19’08”. Un passaggio “pazzesco” di 1h18 a metà gara, non gli permise di scendere sotto le 3 ore, correndo la seconda parte in 2h01, complice il famoso “muro” del 30° km. Quello c’è sempre, figuriamoci se fai tanto di correre forte oltre ai propri limiti la prima mezza. Però, tutto sommato, portò a casa o meglio in Accademia un confortante 3h19’08. Oggi il sindaco si colloca tra due atleti Marathon Bike, ovvero Micaela Brusa (3h18’42”) e Quattrini Marco (3h19’41). Bravo sindaco! Ora largo alla promessa fatta da lui alla partenza  di una Grosseto –Castiglione: “ un giorno ci sarò anch’io!”. cliccaGrosseto Castiglione 17 apr 2017 095 Sotto tutti imaratoneti censiti e di volta involta aggiornati sulla "Cassettiera" di questo sitocliccahttp://www.TUTTI I MARATI I MARATONETI

 

 

 

 

26 Febbraio Chissà  cosa ha pensato la “sindacalista” coach Debora Santini, quando ha saputo che una delle sue ex allieve è diventato a tutti gli effetti una ultra maratoneta come lei? Elena Rossi è infatti entrata di diritta come un fuso, nella colonna ristretta dei “Ultra” con la sua 50 chilometri tondi tondi della San Giminiano- Siena di ieri mattina.cliccarossi ai Con lei hanno corso anche gli esperti Panconi-Gianninicliccadopo e anche “Olimpio” Maurizio Agnoletti con alle spalle distanze davvero ragguardevoli . Cosa spinge un atleta a correre così tanto a lungo? Provate a chiederlo a quelli sopra menzionati… difficile spiegare ma soprattutto capire…. Tornando alla corsa di ieri belle prove nella 18 chilometri di Bruno Dragoni e quella di Cristina Gamberi con il suo secondo assoluto.cliccaIMG-20190224-WA0015 Questi i risultati.cliccaelenco siena Abbiamo corso anche alla mezza di Napoli , ma abbiamo solo notizie del “Maestro” Ricchi che ha concluso la sua prova in  1h32’05,  c’era di sicuro Carolina, forse anche Martina, Laura Bonari e Elisabetta Bigagli. Forse.A Massa Riccardo Checcacci, siamo in attesa dei tempi e presenze ufficiali. Per quelli che corrono intorno a 3 al chilometro, a Napoli si segnala la bella prova di Stefano La Rosa con 1h03’56.Quasi con lo stesso tempo (1h03'21) ha concluso i suoi 14,500 il Benci Marco alla scarpinata Ugnanese che francamente non so dove sia ma sicuramente esiste L'ultimo di cui siamo a conoscenza è il Falco, di nome Mirco che ha corso ad Orvieto. Qui in una straordinaria foto scattata dalle colline adiacenti alla bellissima cittadina unbra!FALCONI

22 Febbraio Qualche tempo fa ci mettemmo in testa di censire tutti  maratoneti grossetani, o quantomeno “raccattare” più informazioni sugli amanti dei 42 chilometri e 195 metri. Un lavoro che il sottoscritto, il “monsignore Giannini Paolo” e Fabio Giansanti, hanno svolto con cura, cercando a destra e manca, chiamando quello piuttosto di quall’altro per sapere notizie,  consultati archivi, riviste, svuotano cassetti, insomma un lavoro davvero certosino che piano piano ha portato a risultati davvero eccellenti. Puoi quando pensavi che il tuo “lavoro” di censimento volgesse al termine, non avendo altre strade da percorrere per “trovarne altri” ecco che una delle una delle persone più care e importanti del Marathon Bike,  non è nell’elenco famoso per essendo  maratoneta addirittura sotto le 3 ore. Maremma bucaiola mancava  MarioGeppetto Cerciello, posto fisso.cliccacerciello ma . Senza indugio è stato inserito con il suo tempo di 2h58’20” ottenuto nel 2006 a Firenze.  Il tempo di “Geppetto” si incastona tra “Tavolone” Berti David e Sellari Mauro. cliccahttp://www.cloud.grosseto. Si segnala che l'elenco in argomento è consultabile sempre sulla "CASSETTIERA" di questo sito dove si potranno anche visionare le classifiche interne Marathon Bike.

19 Febbraio Si può donare sangue  e  essere atleti in questo caso podisti, ad un certo livello? Certamente che sì. Dopo un naturale “ridimensionamento” delle prestazioni nei primi 10-15 giorni, tutto torna come prima, anzi  per certi versi pure meglio. Quindi se si era competitivi prima lo si è certamente anche dopo, se si era scarsi prima certamente più forti non si va, ma vuoi mettere diventare donatore?. Oggi con piacere è tornato a donare per  giusta, causa Stefano Musardo, dopo che lo aveva fatto la moglie Rita qualche settimana fa. Quindi scende in campo un pezzo da 90 del panorama podistico locale e non, anzi un pezzo da oltre 100, viste le numerose vittorie ottenute in questi anni che hanno abbondantemente superato quota cento. Quindi “sangue veloce” che farà felice l’ignoto beneficiario. L’unica nota negativa della mattina al centro trasfusioni di Grosseto, è stata la posizione troppo rilassante tenuta  Stefano durante la donazione: non permesso di evidenziare la splendida felpa indossata della Grosseto- Castiglione! cliccaIMG-20190219-WA0006

17 Febbraio 2019 Aspettando commenti post gara, si posta l'articolo di CARLO OPELLEGRINO relativo alla bella gara di questa mattina a Grosseto, valida come prima prova del Corri Nella Maremma 2019..

Riparte nel segno di Jacopo Boscarini il circuito Uisp Corri nella Maremma. Il corridore argentarino riprende da dove aveva concluso la scorsa stagione imponendosi nella prima campestre Città di Grosseto, secondo memorial Fausto Perfetti.Nel circuito allestito nel parco del diversivo, con partenza e arrivo davanti alla caserma dei vigili del fuoco, Boscarini vince l’atteso duello con Stefano Musardo, giunto a poco meno di un minuto; completa il podio il sempreverde Cristian Fois. Curiosamente l’aviere del Quarto Stormo e il capitano dell’Atletica Costa d’Argento, secondo e terzo, erano sul podio anche undici anni fa, nella prima gara di Marsiliana, che aprì la storia del Corri nella Maremma.  Simone Marconi, Polisportiva Montalto, Francesco Sbordone, Quarto Stormo, Roberto Bordino, Ymca, Iacopo Viola, Atletica Costa d’Argento, Luigi Cheli, Team Marathon Bike, Tan Li Fu, Atletica Rivellino, Massimo Palma, Cappuccini Siena, nei primi dieci.Tra le donne a bersaglio la viterbese Chiara Capezzone, Polisportiva Montalto, al primo successo nel circuito di podismo. Seconda la 17enne Ambra Sabatini, Atletica Costa d’Argento, terza la sorprendente Cristina Gamberi, Marathon Bike, che si toglie la soddisfazione di mettersi alle spalle Marika Di Benedetto e Angela Mazzoli, pure loro dell’Atletica Costa d’Argento.La gara è stata ben organizzata da Asd Quarto Stormo e Atletica Castiglionese, con la fondamentale collaborazione del Gs Massimo Boni Vigili del fuoco, ha visto giungere al traguardo 98 amatori. Presente per tutta la prova l’assessore comunale allo sport, Fabrizio Rossi.

cliccaVIDEO CORSA

cliccaCLASSIFICAcittà-di-Grosseto

cliccaCALENDARIO 2019 CNM

 

13 Febbraio 2019 Chissà se saranno contenti i nostri due  super atleti quando leggeranno queste quattro righe che li riguardano. Infatti non ci risulta che abbiano più o meno firmato la liberatoria sul trattamento di dati sensibili e non. Quindi c’è poco da stare tranquilli visto che violiamo di nuovo la legge sulla privacy. Noi comunque la notizia la diamo poi si vedrà cosa succede... Punto, andiamo a Barcellona.  Infatti l’ultramaratoneta Luciano Lo Tufo e Daniela Mucciarelli hanno partecipato alla mezza maratona Catalana.cliccadanilucio I loro tempi? Leggermente superiori alle due ore, ma lì, in una delle città più turistiche e ammirate del mondo, il risultato cronometrico lascia il tempo che trova. A proposito della buon Daniela, che con la mezza di domenica ha toccato quota 176 presenze con il Marathon Bike, circola in rete una sua bella lettera che parla  della colazione e dei momenti prima di una maratona, la pubblichiamo.cliccalettera di dani Luciano invece con noi ha corso  “solo” 35 volte ma lui corre in prevalenza mezze maratone, maratone e soprattutto le “Ultra”  dove vanta il record di 111 chilometri tutti in una manifestazione, ovvero la “Sei giorni del Pantano”.

11 Febbraio 2019 Poca carne al fuoco ma tanto vino al “Brunello Crossing” di Montalcino. Infatti “Solo” in 14 dei nostri si sono presentati alla manifestazione che in pochissimi anni sta facendo numeri da capogiro. Si è rivisto alla 44 chilometri il “Panco” che insieme al “Monsignore” e a Olimpio di Marina di Grosseto, hanno concluso alla grande la loro gara.cliccaIMG-2019021 Ecco gli altri presenti con tre ragazze dentro, ovvero la Ultra maratoneta Tiziana Galella, Susy Baldini e Cristina Gamberi, autrice quest'ultima di una prova davvero all'altezza delle sue ultime apparizioni.cliccabrunello

7 Febbraio 2019

Correva l’anno 2009 precisamente il 13 maggio, quando decisi di fare la mia prima donazione di sangue al centro trasfusionale di Grosseto. Una scelta tardiva che però  col  tempo ho cercato di rimediare soprattutto dopo la morte del caro amico Maurizio Baroni, che di sangue ne ha avuto bisogno tanto addirittura troppo. Donare sangue in un certo senso mi ha cambiato il modo di vedere le cose e soprattutto una delle poche volte che ho fatto una cosa giusta è sono orgoglioso di averla fatta e continuerò ovviamente a fare. Quindi per chi scrive, non ci sono diversi pensieri: donare sangue è bello, ti fa aumentare l’autostima, ti tiene sotto controllo e soprattutto salva la vita altrui. E’ per questo che non passa mese che in qualche modo si cerchi di sensibilizzare i nostri atleti o famigliari a provare quanto sia bello e utile donare sangue, lo devo a Maurizio. Oggi tocca a me postare  la foto della mia ultima donazione, in questo caso senza violare la famosa privacy.cliccaIMG-201902 Oggi il Marathon Bike è orgoglioso di avere 147 soci , famigliari o semplicemente amici, portati a donare per mezzo di una sorta di catena di Sant’Antonio di quelle però senza fregatura, il contrario: L’ultima in ordine di tempo a diventare donatrice, è stata  Rita Scogliamiglio in MusardocliccaIMG-201812. Al dato ovviamente andrebbero aggiunti quelli arrivati al Marathon Bike già donatori. Allora ribadisco che sull’aspetto delle donazioni mai abbassare la guardia, perché di sangue purtroppo c’è sempre bisogno, in tutte le ore della giornata (nelle sale operatorie) quindi anche  nei festivi e soprattutto nelle date importanti come Natale, Pasqua, primo dell’anno e via dicendo.

5 Febbraio 2019 Se il Corri nella Maremma ha visto solo il Marathon Bike vincere ai punti come migliore squadra, il discorso cambia se ci spostiamo sulla qualità di ogni singola gara. Meglio il Costa d’Argento.cliccaStatistiche Società 9  Allora partiamo con l’albo d’oro con la prima gara  nel lontano 2008. Furono Paola Bindicliccabindi e Stefano Musardo i primi a vincere la prova.  Indiamo oltre.  In fatto di presenze continua il dominio assoluto di “SpeedyGonzales” Luigi Spaggiari, talmente al comando che se  nel 2009 decidesse di disertare il “Corri Nella Maremma”, alla fine dell’anno risulterebbe ugualmente primo.cliccaPresenze Andiamo oltre. Il ranking femminilecliccaRanking F e maschilecliccaRanking M vede la famiglia “Buscherini” nettamente al comando con un totale di 1416 punti, niente “reddito di cittadinanza” per loro: hanno sforato il limite. Ovviamente anche sulle vittorie sono nettamente in testa.cliccaStatistiche a

4 Febbraio 2019 Nome Marco cognome Benci! L’ultimo iscritto in casa Marathon Bike ha fatto l’esordio ieri mattina nel 33° trofeo Oltrarno della sua Firenze.cliccabenci marco Quindi come da prassi, la prima presenza verrà censita nella sua scheda personale.  Marco non è il primo fiorentino ad approvare nella nostra squadra. Prima di lui Massimiliano Guerrini, che poco a poco è diventato importante  per il nostro sodalizio in tutti i sensi. Bello uno scatto fotografico fatto anni addietro a Massimiliano con la maglia della sua ex squadra, ovvero guarda caso  la podistica “Oltrarno”. Una foto  significativa che però al momento del suo utilizzo viola alla grande la legge sulla privacy visto che il buon Massimiliano non  ha ancora firmato  l’autorizzazione all’utilizzo dei suoi dati personali. Ma vale la pena pubblicarla visto la sua particolarità. Un capezzolo sanguinante spesso capita, due copiosi una vera rarità,  nonostante il  nostro archivio fotografico sia davvero notevole!cliccaMassimili Sotto chi ha corso ieri, almeno quelli a nostra conoscenza.

 

3 Febbraio 2019 Numero, numeri e poi numeri, il nostro sito che viaggia oltre il milione  di pagine viste, non può prescindere dai numeri. Allora diamo quelli di oggi. La 558 con il Marathon Bike di Massimiliano Taliani passa da Gallina di Pienza dove ha raccattato e portato a casa un terzo posto assoluto. Alla particolare manifestazione ha partecipato anche Bellumori Claudio qui accanto e in copertina in foto di repertorio.cliccaIMG-201 Per lui sette presenze. Alla mezza  “Delle due Perle” sulle orme di Stefano la Rosa che la vinse nel 2015 con il tempo di 1h3”26”, ecco le due 2 gemelline Angelica e Carolina che si sono piazzate prima e seconda di categoria rispettivamente con il tempo di 1h46 e1h49. Tutto fa e loro fecero sotto gli occhhi di Giorgio Calcaterra.cliccannnn Poi non poteva mancare Boateng alla sua 277 presenza è arrivato ottavo assoluto a Tarquinia, mentre ad Arezzo il "Falco" ha timbrato il cartellino alla Torre del Gnicche, sappiamo che non ha vinto ma nemmeno è arrivato tanto dietrocliccaIMG-20190203-WA0008.Andiamo avanti con quelli che sappiamo. Alla “Tiamo” di Viareggio ecco la presenza di Riccardo Checcacci. A tal proposito si rammenta che siamo in Italia e quindi ognuno interpreta come gli pare le disposizioni impartite sulla certificazione medica. A scanso di equivoci quando andate fuori provincia a correre, portatevi dietro una copia del benedetto certificato o quantomeno fategli una foto. Ho visto gente non fatta partire perché privi del foglio con i vostri dati sensibili che attestano che sei sano, tanto  importante per i nostri governanti, (è chiaro e lampante che lo fanno per la nostra salute!), che fuori Italia non sanno nemmeno che cosa sia.. A proposito di Italia, vi rammento anche che da Fabio Giansanti sono presenti gli stampati che ognuno deve sottoscrivere e firmare in merito alla legge sulla Privacy. Ieri l'hanno sottoscritta Moreno e Susy e quindi sono autorizzato a pubblicare una loro spettacolare foto firmata da Roberto Malarby alla famosa staffetta di Scarlino nel 2017 clicca Carriere 15a3

2 febbraio 2019 Diamo al Sindaco quello che è stato dato erroneamente a Boateng. Infatti dopo un attento esame sulle presenze di tutti gli anni in casa Marathon Bike per quanto riguarda  il podismo-uomini, è emerso che nella classifica generale dopo Rocco Taliani Massimiliano con 554, Monsignor Giannini al secondo con 396, c’è proprio il sindaco di Alberese ovvero Landi Loriano, con 320 presenze. Quindi il podio viene stravolto con Boateng che come era salito scende di volata con le sue però non poche 276 apparizioni. La prima "volta" censita del “Sindaco” risale alla staffetta di Canapone 2009.Qui accanto in una foto storica con Paolo Giannini, dopo la prima edizione della “ Schiantapetto” a Massa Marittima. Una foto ( fonte Malarby!) davvero particolare! cliccaloro re

31 gennaio 2019 Rocco Taliani ovvero tutto il resto è dietro… Chi è del Marathon Bike sa che l’attività di ciascun corridore viene monitorata attraverso l'inserimento nella propria cartella dei dati delle gare fatte. E’ un punto di forza della nostra società, questo è fuori dubbio. (Casella atleti). Oltre a monitorare gli tutti i nostri atleti c’è, casella “Rassegna Stampa”, tutta la nostra attivita uscita nei giornali locali e non. Si, da noi le manifestazioni non finiscono dopo il traguardo, ma c’è un lavoro dietro per far sì che i ricordi riaffiorino negli anni anche grazie alle tante foto inserite e  poi alcune conservate nella casella (galleria fotografica,  sono circa 360.000 mila ) Ecco, tornando a chi è in testa alle presenze MTB spicca il nome di Massimiliano Taliani  detto “Rocco” con le sue 554 da quando un giorno decise di venire con noi al Marathon Bike.cliccataliani Era il 2007 mentre le  sue gare censite nel sito sono partite, per lui e per tutti, dal 2009. E’ proprio da quell’anno che siamo partiti con la raccolta dati rispettando chiaramente tutti i paletti della legge sulla privacy (ma dai!)… Al  secondo della classifica delle presenza uomini, spicca Monsignor Giannini con le sue 396 dal 2010 quando esordì  alla “Cum Gaudio Curre” di Castiglione della Pescaia. Qui in una foto scattata a Ribolla qualche settimana dopo.clicca Gianniniz Il Monsignore ha aperto l’era di allenamenti molto particolari con un piano davvero unico, e i risultati negli anni si sono visti.cliccaallenamento  Per finire Boateng Luigi Cheli, terzo in classifica,  fresco vincitore a Poggibonsi con  le sue 276 presenze dal 2012 giorno che indossò la prima maglia arancione alla Parrina. Qui la prima foto scattatagli in quell'occasione con accanto ai uno dei più  alti atleti iscritti MTB ovvero  Andrea Tanganelli.cliccaBILLL A proposito della Parriva è stato in quel luogo che la Polacchina e “Buscherini”clicca PAAAA come lo chiamano a Porto Santo Stefano, hanno progettato e dato il nome alla figlia Vittoria.clicca138-Staffetta di Canapone 2018 248 Il nostro racconto itinerante finisce qui!

28 gennaio 2019 Passa da Poggibonsi la prima vittoria stagionale per noi del Marathon Bike, con uno degli atleti più rappresentativi, ovvero Luigi Cheli detto “Boateng” che si è imposto nella quattordicesima edizione della campestre di Bellavista . Il nostro figlio Boateng, è praticamente in tutte le colonne statistiche della  nostra squadra . Infatti spicca il  suo secondo posto nelle presenze maschili con le sue 276 apparizioni da quando nel 2012, esattamente il 15 ottobre, esordì all’Ecotrail della Parrina. L’atleta, nativo di Massa Marittima, è  anche tra i migliori maratoneti del gruppo con il tempo realizzato il 13 novembre del 2017 a Verona, quando fermo il crono dopo 2h56’10 (allenato da Gianni Natale!). Non poteva mancare ovviamente tra 147 donatori  di sangue del gruppo con le sue 20 donazioni tra sangue e plasma, e il suo nome è riportato tra i podisti che hanno vinto almeno una volta con la maglia del Marathon Bike. Con la bellissima e sofferta vittoria di domenica mattina è salito a quota quattro. Non ha vinto il campionato del mondo questo è chiaro e lampante, ma nel nostro orticello è uno che conta eccome. Intanto il Marathon Bike conta le sue vittorie che con quella di Boateng fa 525! A Poggibonsi c’era anche Monsignor Giannini Paolo che non ha vinto e non è arrivato nemmeno con i primissimi, ma lui si distingue sempre, anche quando arriva che la festa è finita e gli amici se ne vanno….cliccacheli boatengrib r

10 gennaio 2019 In data 22 febbraio 2019 (venerdì), presso la presso la Birreria-  Pizzeria, Birreria Pizzeria Bierstadel loc. la Trappola di Grosseto, ore 20.30 ci sarà la tradizionale assemblea dei soci del Marathon Bike. Il menù come anno sarà libero. Fatta questa precisazione è comunque consigliabile prenotarsi prima da Fabio Giansanti.  Quindi tutti da Irio e Laila,(rifornimento in corsaclicca77777777) qualora non venisse raggiunto il quorum nell’assemblea dei soci in prima convocazione, (ore 08,00 via Damiano Chiesa 52)  cosa che mi sembra  alquanto improbabile. Si prega di prendere atto della lettera di convocazione qui accanto. cliccaCONVOCAZIONE Grazie

 

24 gennaio 2019 La corsa più disastrosa del  nostro  Corri Nella Maremma fu  una delle edizioni della nostra manifestazione più longeva ovvero la “Su e giù per le mura” che quest’anno tocca quota 13 edizioni. Infatti diversi fattori sfavorevoli fecero sì che il 22 giugno 2018 ovvero la seconda edizione della Su e giù, fu un autentico disastro. Poi tanti successi  con un fisiologico (mica tanto)  calo di iscritti alla nostra corsa. Un percorso spettacolare che tocca veramente tutti gli angoli più belli del nostro centro storico comprese le famose mura. Ecco che nell’ edizione numero 13, quella  del prossimo 24 marzo, ci saranno delle sostanziali modifiche. A parte il nome della manifestazione che ritorna alle origini, ecco che il tracciato da  7 chilometri e 600 metri passa a 10 chilometri netti, con un po’ (max 50-70 metri!) di tolleranza più o meno a secondo di come uno è bravo a tagliare le numerose corse. Sempre due giri con dei passaggi in luoghi davvero interessanti.Vediamo se questa “rinfrescata” porterà più o meno giovamento. A dimenticavo: largo alla Ludico motoria guidata da “Albertone” Mazzi che nella passata edizione della Corsa del Donatore,fece dei numeri decisamente buoni. Sotto il volantino non ancora ufficiale, poi l'albo d'oro e la sintesi di quello che successe in tutte le edizione.

cliccaSU E GIU' PER LE MURA

cliccaalbo d'oro 13

cliccaLA STORIA DI SU E GIU' PER LE MURA

22 gennaio 2019 Ci sarà anche Stefano La Rosa il 10 marzo prossimo alla mezza maratona ROMA OSTIA. In passato , proprio alla mezza più partecipata d’Italia, Stefano conquisto il titolo Italiano sulla distanza dei 21,097cliccaSIL1837 con quello che è tuttora il suo primato personale. Era il 2012 quando appena rientrato dal Kenia, fermò il crono dopo 1h02’15”.clicca DSC_0494 Poi un’apparizione l’anno successivo  con un ottimo 1h02’32”. Keniani esclusi, speriamo che il portacolori dei Carabinieri e della nazionale italiana, fermi la lancetta del cronometro sotto i 63 minuti che gli garantirebbe un eccellente piazzamento tra i migliori italiani. 

20 gennaio 2019 L’elenco dei maratoneti grossetani di tutti i tempisi arricchisce con le prove sui 42 chilometri del trio Bianchi-Vanni-Moretti.cliccatreeeee Non atleti  dei più assidui, ma che potrebbero fare la differenza nelle prossime edizione  della “Corsa di Canino” dove l’obiettivo e la “quota 100 presenti!” Andiamo avanti. Oggi viene ripristinata la “Cassettiera” dove ci saranno le nostro classifiche compresa la lista dei maratoneti.cliccaiMARATONETI Questa mattina si segnala la bella prova di Cristina Gamberi alla corsa di  Miguel a Roma con 41.44 su 10 chilometri, dove c’è stato il record personale  sulla distanza del marito della nostra Polacchina con 31.15! Presente anche Antonio Scaglione, le sorelle Monestiroli e Nicoletta Cristofari. Poi hanno timbrato il cartellino Boateng e il Monsignore alla corsa di Sigerio di Moteriggioni, dove si segnalano Rocco Taliani Massimiliano e Marianelli Belgrado Danilo.Chi ha più presenze tra i due nella storia Marathon Bike? Cheli o Giannini? Di sicuro la  somma dei due è vicina alle 600! Ma il Falco? Ha pagato e quindi ha partecipato anche lui. Abbiamo le prove comunque che ha bevuto la birra del pacco gara prima di partire assieme al Monsignore, e che l'organizzazione deve aver avuto qualche problemuccio! cliccaIMG-20190120-WA0019 Dimenticavo che a Pianoro nel bolognese ha corso Bellumori Claudio dà Arcidosso!

14 gennaio 2019 A volte mi sono chiesto se sulle pagine di questo sito si abbia o meno violato la legge sulla privacy. Io a questo punto penso invece che non ci sia mai stata una volta che  non l’abbia violata.. Ma ormai quello che è stato è stato oggi bisogna urgentemente correre ai ripari quindi tutti i nostri associati (334) dovranno sapere e firmare una liberatoria sulla importantissima (mah) legge in questione.cliccainf È violazione se si rende noto che la coppia Polvani-Monestiroli  sono arrivate seconde di categoria alla tradizionale “Befanata a coppie” di Siena?cliccaIMG-201 È violazione  comunicare il nono posto assoluto di Boateng e Rocco  che hanno dato spettacolo sempre  a Siena, sotto lo sguardo  glaciale di Giambrone, che per chi non lo sapesse è l’allenatore di La Rosa?cliccaIMG-20190È discutibile ed è quindi violazione dire che tanti di noi  domenica scorsa si sono fermati all’osservatorio di Roselle a guardare le stelle?cliccaIMG-201 Andiamo avanti. E la gamberi? che è arrivata ancora una volta seconda in coppia con la Mazzoli? È un reato a ripubblicare questa foto  storica, che riprende il grande Pompeo che dopo uno spuntino si fa un goccino?..cliccapompeoo Lui è l’unico non Marathon Bike che appunto ha preferito allenarsi a Roselle che andare a correre a Siena.

I TEMPI DI SIENAbefanaz

 

12 gennaio 2019 Nella lunga lista di maratoneti grossetani o iscritti con squadre della nostra provincia, mancava uno dei più forti ultra maratoneti in circolazione: Massimo Taliani ovvero per noi il “marziano”. “Chi va piano va sano e va lontano” recita un detto.cliccaMARATONETI ALl'8 Gennaio Ecco il Marziano è quello in assoluto che ha percorso più chilometri di tutti in una botta sola, e qui non fa una piega. Il fatto che sia sano bisognerebbe fargli una radiografia alle cartilagini delle varie articolazioni,  per vedere in che stato sono. Qui il dubbio rimane e tanto. Ma chi ama le grandi distanze non  gliene frega niente, e il Marziano di distanze corse in tutte le condizioni ce ne ha da vendere. La più lunga distanza, che rimane il suo record, è  quella ottenuta al "Pantano" nel 2017 con l’asticella che si fermò dopo715 chilometri e455 metri corsi in sei giorni, ovvero sei 100 chilometri del passatore e spiccioli al giorno! In quell'occasione c'era anche Lo Tufo Luciano che arrivò secondo di categoria clicca Taliani Lo tufo al Pantano Un caro amico di chi scrive dall’infanzia, rimasi colpito quando dietro mia richiesta mi raccontò scrivendomi una lettera di come era arrivato a correre così tanto. Uno su cento ce la fa, anzi uno  cento milioni e passa direi, visto che al mondo mica  sono  in molti “matti”, “sadici” o “fenomeni”  a secondo delle fare interpretazioni, a fare quello che ha fatto Massimo.cliccalettera Per me è un mito quindi un fenomeno, e sono orgoglioso di aver corso una cento chilometri a fianco a lui anche se in quell’occasione fu un Marziano in bicicletta (graziella!) causa un infortunio. Gli fece male il culo per 20 giorni. E' lì il punto debole di Massimo Taliani di Abbadia San Salvatore detto Marziano!

7 gennaio 2019 Non tutti sanno dove si trovi il paesino di  Crevalcore, il “Milo”, all’anagrafe Milone Alessandro lo sa bene, e se lo ricorderà volentieri visto che ieri ha migliorato il suo tempo sulla distanza della maratona, con 3h22’37”, proprio nello splendido paesino bolognese. Crevalcore purtroppo è noto alle cronache anche per un incidente ferroviario. Infatti una quattordicina di anni orsono, mentre imperversava sul luogo una fitta nebbia, si scontrarono in un tratto a binario unico, un merci proveniente da Roma e un interregionale da Verona, provocando 17 morti e decine di feriti. Tornando alla giornata di ieri si segnala il secondo posto assoluto di Boateng che a Castelmuzio ha anche accorciato la distanza tra lui e le 300 gare con il Marathon Bike. Hanno ben figurato Rocco Taliani, Moreno Giovannelli e Susanna Baldini, presenti alla competizione. Qui accanto la lista di tutti i maratoneti censiti, che da oggi oltre al tempo migliorato da Alessandro, ci sarà anche quello di Pennino Gennaro, (allora iscritto con Atletica Grosseto!) che nel 2008 a Pisa corse la maratona in 3h29’31: Gennaro si incastona tra i tempi di Cezza Alessandro e Francioli Fabrizio.cliccaMARATONETI AL 7 Gennaio qui accanto Milo "indiavolato"cliccamilone

2 gennaio 2019 Qui accanto la novità 2018 per quanto concerne gli arrivi di gare targate Marathon Bike, ovvero la striscia di stoffa tagliata dai primi al traguardo. Anche l’occhio vuole la sua parte.cliccaIMG-20180310Intanto continua la raccolta dati inerenti i migliori tempi dei maratoneti grossetani con l’inserimento di una quarantina di nominativi estrapolati nelle cartelle di persone che corrono o hanno corso con il Marathon Bike. A tal proposito è stato creato un cassetto permanente in questo sito.cliccaIMG_20190102_203153

31 dicembre 2018 Bisogna donare sangue sempre, mai mollare la nostra catena o quella di altri, non bisogna mai adagiarsi a risultati conseguiti perché di sangue c’è sempre bisogno, di giorno e di notte, di sabato e di domenica e soprattutto durante le feste anche le più importanti. Le sale operatorie non chiudono mai, questa è una cosa ovvia che però  ogni tanto  bisogna  sottolineare! Ecco la bella notizia che la nostra “catena” di atleti o familiari donatori, proprio questa mattina, giorno dell’ultimo dell’anno, si muove con la donazione di Rita Scogliamiglio in Musardo,cliccaIMG-20181231-WA0004 che ha donato sangue al centro trasfusionale di Grosseto. Il suo primo pensiero è stato esattamente quello che passò nella mente al sottoscritto alla prima donazione di sangue: “E’ stata la cosa più bella che ho fatto in questo 2018”. Un vanto per il Marathon Bike avere 147donatori che si sono succeduti uno alla volta in questa nobile causa dopo la morte del povero Maurizio Baroni. Chi sarà il prossimo? Sotto l’articolo di fine anno,a seguire il prospetto dei nostrii risultati conseguiti, con lo stampato che tutti gli associati Marathon Bike dovranno prendere visione e sottoscrivere ovvero sulla legge sulla Privacy.Autorizzazione al trattamento dati ai sensi del Regolamento UE 2016/679 GDPR cliccainformativa asd

cliccaAlmeno una gara ogni mese

clicca statistiche clicca 2statistiche pagina 2

 

22 dicembre 2018 Auguri a tutti dal Marathon BikeCLICCAAUGURI e quelli sul GiuncoCLICCAGli auguri Atleti & sponsor Per la classifica di CastiglioneCLICCAhttp://www.gformisa.joomlafree.it/ invece per le foto come al solito dal buon Malarbycliccafotocorseinmaremma.com

28 dicembre 2018 Tre primi, due secondi e quattro terzi, non sono le portate dell’ultimo dell’anno, ma è quello raccolto nell’edizione numero 10 del Corri Nella Maremma. Per quanto concerne la prima squadra classificata, rimandiamo l’argomento quando sarà cambiato il regolamento dell’assegnazione dei punti. Dieci volte su dieci ci siamo imposti e francamente non è che la cosa mi felice assai, almeno che non venga dato un contributo, magari retroattivo, a chi vince. Veniamo ai nostri atleti sul podio. Partiamo dalla categoria “B” con il terzo posto Sergio Mori.cliccaboooo Nella categoria “C” un secondo posto gratifica uno dei nostri dottori, ovvero Alessio Bonadonna.cliccaale bona Nella categoria “D” spicca un podio tutto Marathon Bike con Alessandro Milone al primo posto,cliccamilo 23 Nicola Picciocchicliccapiccc al secondo e al terzo Paolo Giannini.clicca340-Marat Nella categoria “E” spicca il nostro “sindaco di Alberese” che si aggiudica la categoria,cliccalandi rea al terzo posto si piazza Giuseppe Maniscalchi,cliccamanii. Nella categoria “L” continua ad andare avanti e non indietro, Cristina Gamberi che vince a mani basse,cliccagamberi terza Angelica Monestiroli.cliccamones Continua ad essere il numero uno in fatto di presenze nel nostro circuito, Luigi Spaggiari che è il dominatore assoluto con le sue 193 presenze. cliccaspaggiari aiTra le donne Sabrina Cherubini che neha collezionato ben 152.cliccacherubini sa ca Sotto un po' di numeri interessanti sempre sul Corri Nella MaremmacliccaPRESENZE corri nella me

26 dicembre 2018 Finalmente Fois. Dopo tanti piazzamenti d’onore questa mattina Cristian si è imposto nella tradizionale eco-mezza di Pienza. Bravo Bravo, mille volte bravoclicca!fois ri Tra i nostri bella prova di Boateng che è giunto decimo al traguardo.cliccaboa Proprio in onore del vincitore una frase ricorrente dalle parti dove abita e si allena… “Io ne resto”. E oggi che è Santo Stefano, non c’è frase più opportuna modificata un po’ “Noi restammo”. Infatti  la macchina con quale eravamo arrivati speranzosi a  Pienza, ha detto "io mi fermo qui..".cliccaIMG_201812 Quindi il risultato è stato,Fois magistralmente primo, e noi maledettamente a piedi, anzi "raccattati" proprio dal vincitore di giornata!..Questi i presenti di oggi Marathon Bike.cliccaIMG_20181226_090751 Sotto alcune foto scattate questa mattina

FOTOhttps://photos.app.goo.gl/sjxNrUpJ4KfX3Q7EA

21 dicembre 2018 Un lavoro che dura da anni quelli di censire tutti  quelli che hanno fatto i loro migliori tempi in maratona. Oggi è stato il turno, e il successivo inserimento nella lista, di un pezzo da novanta. Aurelio De Maio,cliccaCIN_1801 che nella maratona di Torino corsa lla finei degli anni 90, la chiuse in 3h02’03”. Aurelio si colloca tra Coli Stefano (3h02’01”) e il grande assente di questo scorcio di vita podistica, ovvero Raffaello Fanteria (3h03’15”). È stata censita anche Gaia Rum, la nostra 100^ donatrice di sangue che nel 2013 a Roma chiuse i 42,195 in 4h56’19”. Aggiornato anche il tempo di Michelangelo Biondi, che a Rimini fece 3h39’58”. Avanti un altro, nella nostra lista c’è posto per tutti, anche in prima fila spodestando però un certo Stefano La Rosa…MARATONETI AL 21 DICEMBRE

20 dicembre 2018 Roberto Malarby, ovvero un valore aggiunto per il “Corri Nella Maremma” e per tutto il movimento podistico e ciclistico della nostra Provincia. Tutto il resto è un po’ sfocato ma lui resta un  “tassello” davvero importante da cui andare fieri.cliccaIMG_2018121 Un signor fotografo in tutti i sensi. Le sue straordinarie foto, scattate e riviste il giorno dopo (a gratis!) e soprattutto negli anni futuri, sono ormai diventati un marchio di fabbrica, c’è poco da aggiungere e da direa a tal proposito.Detto questo, si posta volentieri uno dei suoi  scatti migliori leggermente modificato, dove ad essere immortalato nel 2017 fu il “Milo” a Sticciano.cliccaFOTO Andando avanti e ritornando nella lista dei maratoneti grossetani di tutti i tempi, ecco che nell’elenco entra pure il grande Malarby con il suo 3h35’15” che si incastona tra i risultati di Rossi “Cip” Roberto (3h35’01”), e Massimiliano Soriani, (3h35’36”).http://www Entra a far parte dei maratoneti grossetani Aldo Cittadino con il risultato di domenica a Reggio Emilia (3h51’18”).cliccaCastglione CITTADINO

19 dicembre 2018 Nel Giunco di ieri e nel Tirreno di oggi, 19 dicembre, è stato riportato erroneamente il tempo conseguito da Dario Rosini alla Maratona di Pisa.Giusto giusto 1 ora in più, ovvero da 2h57’13” fatto con tanta fatica dal nostro triatleta, a 3h57’13”.cliccapisa 1 Allora  si potevano sceglie due opzioni: Ritornare a Pisa e fare l’ora mancante, o provvedere di sistemare la cosa  bonariamente come abbiamo fatto aggiornando la lista dei maratoneti.cliccahttp://www Nel sistema elaborato da Monsignor Giannini Paolo,clicca paolo 1 da oggi ci sarà anche il tempo conseguito da “Pappagone” fatto a Terni nel 2016.cliccaCaninoPAPPA alla maratona degli innamorati…, Salvadori Roberto fece fermare il crono dopo 3h33’38”. Se avesse fatto 5 secondi in meno e a Trento sarebbe stato veramente il massimo… Intanto tutto pronto per la corsa di Babbo NatalecliccaLa Corsa di Babbo Natale 2018 di domenica prossima e poi un salto a Marina per la nostra “Maremmata”.cliccaMEMOL

17 dicembre 2018 Nome Massimiliano, cognome Soriani, professione maratoneta… Ieri mentre   molti dei nostri erano impegnati a Batignano, “Massi” ha portato a termine la sua 63^ (sessantatreesima!) maratona ovvero 2658 chilometri e 285 metri, corsi solo per la gara regina dell’atletica.  Tutto questo nella sua Pisa e perlopiù il giorno del suo compleanno. Il suo tempo? 4h15’40”.cliccaIMG-2018121 Sempre a Pisa, ha fatto le buche per terra, il nostro Dario Rosini che ha chiuso la sua maratona dopo 2h57’13”,clicca dario. Con questo "Balzo" Dario fa un notevole passo in avanti nella classifica di tutti i maratoneti grossetaniclicca.http://www. Alla sua prima esperienza anche il roccastradino Simone Barin che ha portato a casa un 5h0713. Un risultato di rilievo che vale il record personale  ottenuto da Micaelina Brusa che nella mezza nella città della torre pendente ha chiuso dopo 1h27’10”. Presente  per i nostri colori anche Fiorella Rappelli, che ha fermato il crono dopo 1h45”.cliccaIMG-20181216-WA0004 Presenti all’Urban Treil di Roma da sinistra verso destra, Cappelli, Tanganelli, Ciani, Baldassarri,Polvani e la Angelica Monestiroli, unica romana del gruppo.cliccaIMG-20181216-WA0016 Una foto testimonia, senza ombra di dubbio, che i sette erano proprio a rappresentarci a Roma, compreso Fabio MalpassicliccaFabio malpassi Sotto tutto sulla gara di Batignano con le sue tantissime foto realizzate da Malarbyfotocorseinmaremma.com.

CLASSIFICA class batignano

16 dicembre 2018 Musardo-Ottobrino ovvero il primo uomo  e prima donna usciti dall'urna della 5^ edizione della “Batignando tra gli olivi”. Una manifestazione che chiude di fatto l’edizione numero 10 del Corri nella Maremma. I numeri dei partecipanti (111), non risultano tanti, ma considerato che la gara viene da un rinvio e tutto il resto, gli organizzatori, e soprattutto chi scrive, giudicano positivo il risultato che è emerso. Tra poco classifiche e in serata le foto scattate da Malarby.clicca fotocorseinmaremma.com. Presente alla manifestazione anche Carlo Pellegrino per la Uisp, che farà il resoconto di come sono andate le cose cliccaUISP grosseto Chi in questi giorni si recherà a Monteorsaio per i rinnomati presepi, faccia un salto pure a quelli di Batignano che stanno decisamente prendendo quota. La foto di oggi, con Martina (quella a destra) che compiva gli anniclicca.IMG_2 Altro dato importante è il record di Antonella Ottobrino, che con dietro la Bertuccelli che spingeva come una forsennata fermava il crono in 45'27 contro l'atleta di Castelnuovo Magra che finiva in 45'31! Il primato risaliva al 2015 con Chiara Gallorini che fece 45'35.cliccaALBO D'ORO

 


TEMPI DI PASSAGGIO MARATONA- MEZZAMARATONA

CALCOLA LA TUA VELOCITA'

Inserisci il tempo e la lunghezza del percorso. Poi, 'CALCOLA' per conoscere la velocità espressa in Minuti/KM e i KM/h.

Ore:
Minuti:
Secondi:
Metri: 
Minuti/KM:
      KM/h:

by Carlo Romagnano

Statistiche gratis
cookie policy